Salvatore Napoli Leone, un pioniere dell’industria
Da oggi visitabile la mostra museo dedicata a Gregorio Leone e Salvatore Napoli Leone

Da oggi visitabile la mostra museo dedicata a Gregorio Leone e Salvatore Napoli Leone

  Da giovedì 23 settembre, presso il castello in piazza C. Battisti – Nardò, sarà visitabile lo spazio museale dedicato ai due concittadini Gregorio Leone e Salvatore Napoli Leone, ospitato  in due saloni a piano terra della predetta struttura. Sorto per interessamento di Marcello Gaballo, presidente della Fondazione Terra d’Otranto, che ha donato alla Città…

L’arte del costruire nel Salento. Le coperture “alla margherita”

L’arte del costruire nel Salento. Le coperture “alla margherita”

di Mario Colomba   in sostanza erano molto simili a quelle descritte prima ma con la sostituzione delle travi metalliche a doppio T da parte ditravetti in cemento armato della sezione di cm. 20×20, estradossati rispetto alle fette di tufo, armati con 3 o 4 ferri longitudinali del & 12 o 14 a secondo delle…

L’arte del costruire nel Salento. Preparazione del conglomerato

L’arte del costruire nel Salento. Preparazione del conglomerato

di Mario Colomba   Per alcuni decenni, fino all’inizio degli anni ’50, la preparazione del conglomerato veniva eseguita a mano, senza uso di mezzi meccanici, con una serie di operazioni successive,  nel rispetto delle norme di cui al D.L. n.2229/1939 Nell’ambito del cantiere e, se era di piccole dimensioni, sulla pubblica via, si sceglieva un’area…

L’arte del costruire nel Salento. Il cemento e il conglomerato cementizio

L’arte del costruire nel Salento. Il cemento e il conglomerato cementizio

Continuiamo la serie dei saggi scritti dall’ingegnere Mario Colomba, che ha lasciato questo mondo oggi 6 agosto 2021. I suoi scritti, pietre miliari per la conoscenza dell’edilizia nel Salento, continueranno ad essere pubblicati su questo spazio, per tenere vivo il suo ricordo e il suo sapere   di Mario Colomba   L’uso del cemento come…

L’arte del costruire nel Salento. Lavorazione della calce

L’arte del costruire nel Salento. Lavorazione della calce

  di Mario Colomba Il componente principale del confezionamento della malta era costituito dalla calce. La calce in zolle (ossido di calcio, CaO) perveniva nel cantiere trasportata dai traini e qui veniva spenta con una procedura particolare (la curatura della calce) nei cosiddetti “camini” della calce. Questi erano costituiti da fosse di forma rettangolare regolare…

Il primo esperimento con una macchina aratrice a vapore in terra d’Otranto

Il primo esperimento con una macchina aratrice a vapore in terra d’Otranto

di Gianpiero Colomba Secondo una prima disponibile rilevazione statistica agraria, in tutta la provincia di Lecce, nel 1924, vi erano appena 24 trattrici. Dopo 30 anni, nel 1960, agli albori della fase di industrializzazione in agricoltura, il numero ascendeva a 659[1]. Ma a quale periodo si può far risalire l’avvento, seppur simbolico, della meccanizzazione nel…

Il relitto del Travancore

Il relitto del Travancore

di Luigi Tarantino Il sette cavalli della piccola imbarcazione diede le ultime sbuffate e si fermò, non poteva avventurarsi oltre quel mare che si increspava fino a formare un banco compatto di spuma. Nicola, dopo aver lanciato l’ancorotto, si allacciò la muta e si lasciò scivolare in quei flutti che sembravano inghiottire ogni cosa. Sulla…

 Il culto dei caduti in Terra d’Otranto nelle opere di Antonio Bortone

 Il culto dei caduti in Terra d’Otranto nelle opere di Antonio Bortone

  L’ombra sua  torna ch’era dipartita[1] Il culto dei caduti in Terra d’Otranto nelle opere di Antonio Bortone                di Paolo Vincenti*   All’indomani della Prima Guerra Mondiale, si avvertiva forte nel Paese l’esigenza di elaborare il lutto e commemorare i tanti eroi caduti per la patria attraverso atti…

Il soldato ruffanese Rocco Gnoni e le fucilazioni sommarie nella Prima Guerra Mondiale

Il soldato ruffanese Rocco Gnoni e le fucilazioni sommarie nella Prima Guerra Mondiale

  di Paolo Vincenti*   Giovani soldati che verranno cancellati dal tempo e dimenticati come cenere dispersa nel vento figli di una terra che non vuole più tenerseli  accanto  cosa rimane dopo un sacrificio inutile di questa vita già finita in un istante soltanto il mio onore il bene più importante (Enrico Ruggeri, Il mio onore)…

Luci ed ombre nella partecipazione delle donne salentine alla Prima Guerra Mondiale

Luci ed ombre nella partecipazione delle donne salentine alla Prima Guerra Mondiale

          di Paolo Vincenti* Molti studi ottimamente prodotti negli ultimi anni sulla partecipazione delle donne alla Prima Guerra Mondiale hanno dimostrato come il loro impegno nella Grande Guerra in tutta Italia sia stato ampio e variegato. Da questi studi è emerso un universo femminile quasi prismatico, se solo si superano i consunti stereotipi che stancamente…

L’Abate de Saint-Non e il suo viaggio nel Sud

L’Abate de Saint-Non e il suo viaggio nel Sud

UN ABATE MOLTO INTRAPRENDENTE E LA GENESI DI UN’OPERA FAMOSA, AI PRIMORDI DELLA PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISTICA di Paolo Vincenti   Fra le opere di viaggiatori francesi, un posto importante merita il Voyage pittoresque ou Description des royaumes de Naples et de Sicile dell’Abate Jean-Claude Richard de Saint-Non, una delle più citate nelle bibliografie, dalla…

Ubi maior minor cessat

Ubi maior minor cessat

di Armando Polito Sarebbe bello se il detto latino non trovasse il suo corrispettivo nell’italiano Il pesce grande mangia quello piccolo e questo non trovasse conferma nella realtà fisica, politica, economica e finanziaria popolata da metaforici squali d’ogni tipo. Sarebbe bello se a farsi da parte fosse il più grande sì, ma quello che lo…

La cappella di San Matteo nella Cattedrale di San Siro, uno dei sepolcri della famiglia Imperiali a Genova

La cappella di San Matteo nella Cattedrale di San Siro, uno dei sepolcri della famiglia Imperiali a Genova

di Mirko Belfiore Incastonata fra la moderna via Cairoli e l’antica via San Luca, nel quartiere della Maddalena, trova sede uno dei più antichi templi cristiani della città di Genova: la Basilica di San Siro.   Eretta, secondo la tradizione, intorno al IV secolo d.C. su un luogo di culto già dedicato ai Dodici Apostoli,…

L’arte del costruire nel Salento. La squadratura dei conci di tufo

L’arte del costruire nel Salento. La squadratura dei conci di tufo

  di Mario Colomba Nel Medio Evo, era diffusa la convinzione che la capacità di lavorare la pietra da taglio fosse un dono divino. Per questo agli scalpellini era consentito uno speciale status socio-politico di particolare privilegio che, per esempio consentiva loro di spostarsi con notevole libertà anche nell’attraversamento di frontiere di stati diversi. In…

Accademie salentine. Storia di un Problema Accademico

Accademie salentine. Storia di un Problema Accademico

Frammenti di cultura letteraria pugliese del primo Settecento   di Marzia Mola   Raccolta di varie Accademie è un congruo nucleo di fogli vergati a mano conservato presso la biblioteca arcivescovile “A. De Leo” di Brindisi. La predisposizione alla ricerca, che induce filologi e studiosi a operare sugli aspetti storico letterari di un testo, ha…

Il nonno in gabbia

Il nonno in gabbia

  di Nazareno Valente Anche a noi statistici capita a volte di essere in disaccordo e di discutere vivacemente, dando magari significati diversi – oppure differente enfasi – al valore ottenuto. Abbiamo, in ogni caso, dei termini di paragone invalicabili: possiamo tirare la coperta quanto vogliamo, ma, alla fin fine, le quattro operazioni fondamentali dovranno…

La scomparsa di don Antonio Minerba ad Alezio

La scomparsa di don Antonio Minerba ad Alezio

di Ermanno Inguscio   Grande sconcerto in tre Comunità salentine: Alezio, Casarano ed Aradeo per l’improvvisa scomparsa del cinquantatreenne don Antonio Minerba. Egli era stato parroco ad Alezio per nove anni nella comunità dell’Addolorata. A Casarano aveva diretto la parrocchia del Sacro Cuore per un decennio, dal 2002 al 2012. Aradeo gli aveva dato i natali…

Nardò, due  pergamene certamente (una addirittura, una bolla papale), due scultori forse, anzi,  decisamente no!

Nardò, due pergamene certamente (una addirittura, una bolla papale), due scultori forse, anzi, decisamente no!

di Armando Polito Dopo le ultime “creazioni” di Christo e di Cattelan il lettore si chiederà, letto il chilometrico titolo che farebbe invidia a a quelli di tanti  libri a stampa dei secoli scorsi, quali saranno mai questi scultori prima annunziati e subito dopo schizofrenicamente rinnegati alle prese con pergamene. Anche se avessero rimediato gli…

Liborio Salomi e il capodoglio di Punta Palascia (II parte)

Liborio Salomi e il capodoglio di Punta Palascia (II parte)

di Riccardo Carrozzini     La vendita venne infine effettuata al Museo di Zoologia e di Anatomia comparata della Regia Università di Pisa, il cui direttore era il prof. Sebastiano Richiardi, che offrì un corrispettivo di lire mille più spese di trasporto a suo carico. La spedizione venne effettuata nel maggio 1903. In una lettera…

Quando i concorsi di poesia erano una cosa seria e non un affare

Quando i concorsi di poesia erano una cosa seria e non un affare

di Armando Polito   Non bastavano i maghi e gli indovini ad approfittare della credulità popolare ed ecco farsi avanti persuasori più sofisticati a sfruttare il narcisismo di persone che, consapevoli di non potersi collocare nella categoria dei santi e dei navigatori, presumono di essere poeti. In fondo cosa costa mettersi in gioco quando la…

Salentini o Sallentini?

Salentini o Sallentini?

di ArmandoPolito Credo che, se questa domanda fosse posta a chi è mio conterraneo o a chi non lo è, quasi tutti risponderebbero: – Salentini, no? -.  E io ribatterei: – Perché?-. La risposta, questa volta, sarebbe forse più scontata della prima: – Perché è da Salento e non da Sallento -. Eppure, se cercate…

La Xylella e il passato che non ritorna

La Xylella e il passato che non ritorna

di Armando Polito L’immagine è un’incisione di Philippe Galle su disegno di Jan Van Der Straet e fa parte di una serie di venti tavole a corredo di Nova reperta (Nuove scoperte), opera uscita ad Anversa nel 1589. Dal titolo OLEUM OLIVARUM (L’olio delle olive) raffigura tutte le fasi della produzione dell’olio cronologicamente ordinate dallo…

Il tuo 5 per mille per la Fondazione Terra d’Otranto

Il tuo 5 per mille per la Fondazione Terra d’Otranto

Gentile Lettore, anche per il 2020 la legge di stabilità prevede, in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi, la possibilità di destinare il 5 per mille dell’IRPEF alle associazioni e fondazioni di volontariato. Ricordiamo che la fondazione rientra tra quelle ammesse e che le somme raccolte saranno destinate al raggiungimento delle finalità statutarie. Per destinare…

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (VII)

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (VII)

  di Cristina Manzo Il Salento non lo puoi spiegare. Il Salento lo devi vivere, perché ti entra nell’anima, ti avvolge e non ti lascia più. Fabrizio Caramagna   Il desiderio chiede al territorio spazi di libertà. Vuole essere slegato dai torpori del quotidiano, dai pesi economici, dalle angustie dei poteri e chiede di abitare…

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (VI)

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (VI)

  di Cristina Manzo «Sulle pianure del Sud non passa un sogno. Sostantivi e le capre senza musica, con un segno di croce sulla schiena, un cerchio, quivi accampati aspettano un’altra vita. Tutto è evidenza e quiete, e si vedrebbe anche un pensiero, un verbo, con il bigio sgomento d’una talpa correre tra due pietre.»…

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (IV)

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (IV)

di Cristina Manzo   A poca distanza dalla masseria Spigolizzi, comincia il nostro quarto racconto. Ci vivono Heinz e Mirjam Steffens. Il loro centro del mondo è qui, nella “casa solare” immersa nella campagna di Salve, ad appena un chilometro dal mar Jonio.   Ci si arriva attraverso le estreme propaggini delle serre salentine e…

Quando l’Amazzonia era vicina a noi, ma c’è speranza …

Quando l’Amazzonia era vicina a noi, ma c’è speranza …

di Armando Polito Vicina a noi Salentini, intendo dire, e andrò a dimostrarlo. Prima, però, vale riassumere ciò che di essa a tutti, o quasi, è noto. Che sia il polmone della terra attaccato da quel virus nefasto che è per il pianeta l’uomo  è un concetto da tutti accettato finché non si decide seriamente…

Tornando a Sud: viaggi in un  Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (III)

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri (III)

di Cristina Manzo   Nel Salento approdarono nel 1970 lo scultore olandese Norman Mommens con la compagna Patience Gray, scrittrice e giornalista inglese e ci rimasero per più di trent’anni, fino alla loro morte, vivendo un legame estremo con la terra di Spigolizzi. La loro masseria fu solo spartanamente restaurata e non vollero mai l’elettricità….

Tornando a Sud: viaggi in un  Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri

Tornando a Sud: viaggi in un Salento che diventa casa, attraverso gli occhi degli altri

di Cristina Manzo Quando tornai al mio paese nel Sud, dove ogni cosa, ogni attimo del passato somiglia a quei terribili polsi di morti che ogni volta rispuntano dalle zolle e stancano le pale eternamente implacati, compresi allora perché ti dovevo perdere: qui s’era fatto il mio volto, lontano da te, e il tuo, in…

Reclutamento di manodopera e approvvigionamento di materiale edilizio nelle costruzioni del Salento

Reclutamento di manodopera e approvvigionamento di materiale edilizio nelle costruzioni del Salento

  di Mario Colomba L’approvvigionamento dei materiali La piazza principale del paese era fisicamente suddivisa in due parti a livello differenziato. la presenza di un piano sopraelevato di un gradino che raccordava la “colonna” con il Sedile, sede storica del Circolo cittadino, limitava la parte semideserta che era di esclusiva pertinenza del Circolo per il…

Coronavirus: alla vigilia della fase 3

Coronavirus: alla vigilia della fase 3

di Nazareno Valente   Un breve sguardo sulla situazione dell’epidemia alla vigilia della fase 3. La curva dei contagi ci narra dell’andamento dell’epidemia e di come essa adesso risulti contenuta, ma non certo sotto controllo. Abbiamo infatti ancora giornalmente quasi un migliaio di nuovi casi, anche se, per il 75%, essi risultano concentrati nelle quattro…

Coronavirus: le storie dell’orso

Coronavirus: le storie dell’orso

di Nazareno Valente Lo confesso. Dopo un mese e più di segregazione, sono un po’ sul depresso e non riescono a modificare questo mio triste stato — se non in peggio — le audaci performance, per fortuna ora solo bisettimanali, del dottor Angelo Borrelli, soprattutto se in compagnia del professor Silvio Brusaferro. Con calma olimpica…

L’arte del costruire nel Salento. I materiali da costruzione

L’arte del costruire nel Salento. I materiali da costruzione

I materiali da costruzione: i conci (cuzzetti) e la malta (conza)   di Mario Colomba Il “cavamonti”, detto zuccatore, era l’artigiano che materialmente estraeva i conci dal banco di tufo che, nelle località ove esisteva, consisteva in un ammasso di arenaria (banco) coperto da una coltre di terreno vegetale che veniva preliminarmente rimosso. Il tufo…

Tira aria di ammutinamento

Tira aria di ammutinamento

di Angelo Micello Tira aria di ammutinamento. Se anche il pacifico Antonio Chiarello minaccia di uscire di casa il 4 maggio qualunque sia la volontà del governo vuol dire che siamo al limite. Il #iorestoacasa nudo è crudo ha rotto i coglioni. Il #iorestoacasa tarato solo per la città di Milano ha strarotto i coglioni….

Coronavirus. Situazione al 18 aprile 2020

Coronavirus. Situazione al 18 aprile 2020

di Nazareno Valente Sebbene l’incremento percentuale dei contagi non sia sceso in maniera significativa, la situazione epidemiologica a livello nazionale è migliorata. Ciò è stato reso possibile da un più largo uso dei tamponi che sta consentendo di rilevare la malattia in uno stadio meno avanzato. Si alleggerisce pertanto la pressione sulle strutture ospedaliere, nelle…

Coronavirus. Situazione al 14 aprile 2020

Coronavirus. Situazione al 14 aprile 2020

di Nazareno Valente A livello nazionale la situazione epidemiologica non è delle migliori:  l’incremento percentuale dei contagi non scende significativamente, com’era nelle aspettative, visto il distanziamento sociale imposto alla popolazione. Chiaro segnale che l’esecutivo non ha saputo accompagnare le limitazioni fissate con una strategia in grado di farci superare le secche d’una situazione stagnante. I Contagi…

Coronavirus. Situazione all’11 aprile 2020

Coronavirus. Situazione all’11 aprile 2020

di Nazareno Valente   Il nostro Paese mantiene il triste primato delle vittime causate dal virus (18.849) e del più alto tasso di letalità (12,77%). A livello nazionale sembra attenuatosi l’incremento percentuale dei contagi attestatosi oggi 10 aprile al 2,75%. Buone notizie arrivano anche per altri valori quali i ricoverati in strutture ospedaliere ed in terapia…

Stupore

Stupore

  di Pier Paolo Tarsi Mi stupisce ogni volta questa natura indeterminata e magmatica delle cose che più avremmo bisogno di conoscere ma che meno ammettono misure assolute. Un nostro comportamento adeguato, il più bello e virtuoso che possiamo immaginare, trascolora inevitabilmente nel suo contrario: accorgersi del limite prima che ciò accada è, ogni volta,…

Cupertinum doc 2020, il giornale etico della Cantina di Copertino

Cupertinum doc 2020, il giornale etico della Cantina di Copertino

Giunto alla nona edizione, quest’anno il giornale della Cantina di Copertino esce sotto il segno della speranza e dell’etica. Tra i contenuti principali: l’intervista a Mons. Fernando Filograna e a Don Giuseppe Venneri sul progetto Opera Seme; l’intervista a Barbro Guaccero, la stilista che ha valorizzato il vino di Copertino in Svezia; l’intervista a Guy…

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: cognome, email e nome
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com

error: Contenuto protetto!