Due dipinti di Niccolò de Simone e di Giovanni Andrea Coppola nella chiesa di Sant’Angelo a Tricase

Due dipinti di Niccolò de Simone e di Giovanni Andrea Coppola nella chiesa di Sant’Angelo a Tricase

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Stefano Tanisi, L’Educazione della Vergine di Niccolò de Simone e il Sant’Oronzo di Giovanni Andrea Coppola nella chiesa di Sant’Angelo a Tricase in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp….

Due libri di Antonio Tarsi

Due libri di Antonio Tarsi

Ritorna un mito del calcio degli anni sessanta nel libro “L’ANGELO E’ VOLATO IN ALTO IN ALTO IN ALTO! Omar Enrique Dominique Sivori “, (Edizioni Panico, Galatina, € 10,00). Ne è autore Antonio Tarsi, giornalista e scrittore. Dell’indimenticabile figura del “Cabezon” o “Angelo dalla faccia sporca”, una leggenda del calcio italo-argentino, se ne ripercorre da…

La facciata del San Domenico di Nardò. Un aggiornato manifesto di denuncia contro l’eresia (europea)

La facciata del San Domenico di Nardò. Un aggiornato manifesto di denuncia contro l’eresia (europea)

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Paolo Marzano, La facciata del San Domenico di Nardò. Un aggiornato manifesto di denuncia contro l’eresia (europea) in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 179-193   ITALIANO  Questa ricerca,…

Gennaro Cimafonte e l’altare maggiore della chiesa del Rosario di Martano

Gennaro Cimafonte e l’altare maggiore della chiesa del Rosario di Martano

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Ugo Di Furia, Gennaro Cimafonte e l’altare maggiore della chiesa del Rosario di Martano in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 165-177     ITALIANO  L’altare maggiore della chiesa…

Libri| Ritorno al Sud. Il Basso Salento di una volta

Libri| Ritorno al Sud. Il Basso Salento di una volta

di Ermanno Inguscio Nel racconto “Ritorno al Sud”, il salentino Vincenzo Borlizzi dimentica volutamente le insidie dei marosi del Canale della Manica, nella cui area oggi si trova per lavoro, per avventurarsi in un futuro immaginario dove vede impotente un Salento dilaniato dai venti di scirocco nel Canale d’Otranto e dalle vicende partorite nella sua…

Dialetti salentini: le coniugazioni, un esempio di risparmio linguistico

Dialetti salentini: le coniugazioni, un esempio di risparmio linguistico

di Armando Polito La tabella, le cui voci prive di accento sono da considerarsi piane, sintetizza nozioni grammaticali in passato ben note anche ai non addetti ai lavori e ben note, per quanto riguarda la sezione latina, a chi, ormai attempato, ha avuto l’opportunità di conoscere questa lingua in tempi in cui essa era una…

La Madonna degli Angeli per la cappella dei d’Amato di Seclì della chiesa di San Domenico a Nardò

La Madonna degli Angeli per la cappella dei d’Amato di Seclì della chiesa di San Domenico a Nardò

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Nicola Cleopazzo, E Napoli cominciò a fare scuola nel Salento in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 137-163    ITALIANO Nel saggio, attraverso la rilettura di un atto notarile,…

La Macennula, 75 anni di satira e umorismo a Copertino

La Macennula, 75 anni di satira e umorismo a Copertino

  di Giuseppe Trono La Macennula, giornale satirico-umoristico copertinese, viene realizzata per la prima volta nel settembre del 1945, in concomitanza dei festeggiamenti per il patrono, San Giuseppe da Copertino, ripresi dopo la fine del secondo conflitto mondiale. Un unico foglio, sulla prima facciata l’articolo di fondo, che spiega lo spirito con cui è nato…

Un beneficio del 1623 nella seconda Matrice di Casarano

Un beneficio del 1623 nella seconda Matrice di Casarano

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Paolo Vincenti, Storia minima, Luigi Marrella in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 131-133     ITALIANO L’autore recensisce gli ultimi due testi prodotti dallo storico Luigi Marrella per…

L’episodio otrantino del 1480: scritture sui margini

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Luigi Scorrano, L’episodio otrantino del 1480: scritture sui margini in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 119-130.   ITALIANO Dal 1480 ad oggi, la conquista di Otranto ed il…

Gli impieghi della Ruta tra medicina popolare e magia

Gli impieghi della Ruta tra medicina popolare e magia

di Gianfranco Mele   La Ruta è pianta tipica e originaria dell’ Europa meridionale, presente sulle rupi, sui muri, nelle garighe, nelle macchie. Il botanico ottocentesco Martino Marinosci riporta, nella sua ricerca sulla flora salentina, la presenza di due specie di Ruta nel Salento, la bracteosa (sin.: chalepensis) e la graveolens. Le proprietà sono simili;…

Luigi Maria Personè (1902-2004): la leggerezza della letteratura

Luigi Maria Personè (1902-2004): la leggerezza della letteratura

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Cosimo Rizzo, Luigi Maria Personè (1902-2004): la leggerezza della letteratura in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 111-117.   ITALIANO Lo studio prende in esame rapidamente l’attività critica, saggistica,…

Pietro Pellizzari: una fonte pugliese per le fiabe italiane di Italo Calvino

Pietro Pellizzari: una fonte pugliese per le fiabe italiane di Italo Calvino

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Grazia de Maglio, Pietro Pellizzari: una fonte pugliese per le fiabe italiane di Italo Calvino in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 99-109.    ITALIANO Nella raccolta Fiabe italiane,…

Erbe, voli e unguenti nella stregoneria salentina

Erbe, voli e unguenti nella stregoneria salentina

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Gianfranco Mele, Erbe, voli e unguenti nella stregoneria salentina in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 75-96.   ITALIANO Questo lavoro consiste in un’analisi di vari documenti e testimonianze…

Le tre grazie della beneficenza magliese

Le tre grazie della beneficenza magliese

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Paolo Vincenti, Le tre grazie della beneficenza magliese in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 57-71.     ITALIANO Le tre grazie del titolo sono Francesca Capece, Concetta Annesi…

Il bellum sallentinum ed il mistero della dea Pales

Il bellum sallentinum ed il mistero della dea Pales

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Nazareno Valente, Il bellum sallentinum ed il mistero della dea Pales in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 7-27     ITALIANO Il passato ha preservato poche tracce del…

Il pittore alessanese Oronzo Letizia (1657-1733 ca.)

Il pittore alessanese Oronzo Letizia (1657-1733 ca.)

Riportiamo gli abstract dei saggi pubblicati sul nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna   Stefano Tanisi, Il pittore alessanese Oronzo Letizia (1657-1733 ca.) in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno VI, n° 8, 2019, pp. 31-56     ITALIANO Il pittore Oronzo Letizia (1657-1733 ca.), nativo di Alessano…

Il delfino e la mezzaluna, n°8. Editoriale

Il delfino e la mezzaluna, n°8. Editoriale

di Alessio Palumbo – direttore   Cara lettrice, caro lettore, come nel 2018, la Fondazione Terra d’Otranto ha deciso di inaugurare la serie di pubblicazioni previste per quest’anno con la rivista Il Delfino e la Mezzaluna, un periodico nato, oramai nel lontano 2012, con la stessa Fondazione e con essa cresciuto. La sua longevità, pur…

Libri| Brindisi e San Giovanni al Sepolcro

Libri| Brindisi e San Giovanni al Sepolcro

Chi varca per la prima volta questo luogo, avverte immediatamente un’atmosfera quasi mistica da contemplare silenziosamente con grande rispetto, prima di inoltrarsi e iniziare questo “viaggio” nei secoli di storia che l’uomo e artisti hanno voluto tramandare perché ne potessimo cogliere la magia, lasciando a noi il privilegio di raccogliere i messaggi che mano a…

Il delfino e la mezzaluna – anno VI – n° 8

Il delfino e la mezzaluna – anno VI – n° 8

Anche per il 2019 la Fondazione Terra d’Otranto, grazie alla collaborazione di numerosi studiosi, ha dato alle stampe un nuovo numero de Il delfino e la Mezzaluna. L’ottavo volume di una rivista che, oramai da circa sei anni, offre pagine di approfondimento su vari argomenti legati con la storia, la cultura, l’arte e, più in…

Dialetti salentini: pindinu

Dialetti salentini: pindinu

di Armando Polito La voce di oggi trova una doppia corrispondenza nelle italiane pendio e pendino. Con la prima la corrispondenza è perfetta dal punto di vista semantico, essendo pindinu usato a significare una pendenza più o meno accentuata del terreno, nonché nella locuzione proverbiale l’acqua vae sempre allu  pindinu (l’acqua scorre sempre verso la…

Cuddura e collirio: che ci azzecca?

Cuddura e collirio: che ci azzecca?

di Roberto Panarese Essendomi interrogato come ogni buon salentino sull’origine e sul significato della parola “cuddura”, ho chiesto anche un parere alla Prof.ssa Maria Luisa Agati (già docente di Codicologia all’Università Tor Vergata di Roma e Specialista in Paleografia Greca presso la Scuola Vaticana di Paleografia, Archivistica e Diplomatica) e questo è quanto mi ha riferito: “In greco…

I due grandi crocifissi di Presicce

I due grandi crocifissi di Presicce

di Andrea Erroi   Presicce città d’arte. Credo che questo più di altri epiteti identifichi a pieno il piccolo centro del basso Salento, che sorprende il visitatore per la bellezza del suo borgo, le sue chiese, la quantità e la qualità di opere d’arte in esse racchiuse. La parrocchiale, una delle più belle chiese tardo…

Il “ritorno al futuro” del Salento sostenibile: muretti a secco e pajare

Il “ritorno al futuro” del Salento sostenibile: muretti a secco e pajare

Il “ritorno al futuro” del Salento sostenibile: muretti a secco e pajare. Dall’innovazione turistica degli anni settanta alla nuova/vecchia risorsa del turismo rurale: “Il Borgo” di Cristina Manzo   Tu non conosci il Sud, le case di calce da cui uscivamo al sole come numeri dalla faccia d’un dado. Vittorio Bodini1     Fu nelle…

Viaggiatori tedeschi nel Sud Italia

Viaggiatori tedeschi nel Sud Italia

di Paolo Vincenti L’interesse dei tedeschi per il sud Italia parte da lontano. Già nel Cinquecento, Paul Schede detto Melissus (1539-1602) parlò di Rudiae negli Epigrammata in urbes Italiae del 1585 (1). Johann Heinrich Bartels (1761-1850) visita il Sud ma solo la Calabria e la Sicilia, verso la fine del Settecento, e documenta il suo…

Libri| La Figlia legittima di Emilio Chirilli

Libri| La Figlia legittima di Emilio Chirilli

  13 aprile 2019, ore 18:00 – presentazione a cura del Club Rotary di Brindisi Valesio, presso Sala Gandhi, Grande Albergo Internazionale di Brindisi     Dopo l’apprezzato esordio con Il Concilio del Cadavere (Il Calamaio, 2003), testo drammatico in tre atti ispirato al celebre processo del IX secolo nei confronti di papa Formoso di…

Il dipinto barocco dell’Addolorata nel Museo d’Arte Sacra di Mesagne

Il dipinto barocco dell’Addolorata nel Museo d’Arte Sacra di Mesagne

Mercoledì 10 aprile 2019, alle ore 18:30, presso la chiesa di San Leonardo in Via Santacesaria n. 8 a Mesagne, si terrà un incontro dal titolo “Il dipinto barocco dell’Addolorata nel Museo d’Arte Sacra di Mesagne“. Introduce il parroco della chiesa matrice don Gianluca Carriero; relazioneranno, Katiuscia Di Rocco, direttore Biblioteca Pubblica Arcivescovile “Annibale De Leo“,…

La Vergine Addolorata nei riti della Settimana Santa e il ruolo delle Confraternite (II parte)

La Vergine Addolorata nei riti della Settimana Santa e il ruolo delle Confraternite (II parte)

Le Confraternite e riti della Settimana Santa in Terra d’Otranto di Vincenza Musardo Talò Da sempre protagoniste privilegiate e impegnate a tutelare e valorizzare la devotio fidelium verso l’Addolorata, soprattutto nella lunga Quaresima, sono rimaste soprattutto le Confraternite laicali. Anche a Taranto le antiche confraternite sono ancora cariche di una storia intimamente intrecciata alle variegate…

Libri| Ritorno al Sud, di Vincenzo Borlizzi

Libri| Ritorno al Sud, di Vincenzo Borlizzi

di Marcello Buttazzo Di recente, nel 2019, è stato pubblicato da Congedo Editore il romanzo “Ritorno al Sud” di Vincenzo Borlizzi. L’autore è un giovane salentino, nato a Tricase, insegna in Francia, ha già pubblicato un libro in francese (“Trois questions sur le modelage des films”, 2015), e diversi articoli per riviste scientifiche o testi collettivi,…

La Vergine Addolorata nei riti della Settimana Santa e il ruolo delle Confraternite (I parte)*

La Vergine Addolorata nei riti della Settimana Santa e il ruolo delle Confraternite (I parte)*

di Vincenza Musardo Talò   A partire dall’anno Mille e in ogni luogo dell’Europa cattolica, il culto dell’Addolorata – elaborando un lento e lungo processo di umanizzazione di quanto in lei vi è di divino – si è radicato nella pietà popolare. Infatti, in virtù delle sue umanissime valenze simboliche, divenute paradigmatiche sia della cultura…

Libri| I giorni ed i versi di Franco Melissano

Libri| I giorni ed i versi di Franco Melissano

di Paolo Vincenti “I giorni ed i versi. Poesie” (2017), con il patrocinio della Società di Storia Patria per la Puglia, Sezione del Basso Salento, è la terza raccolta poetica di Franco Melissano. L’autore, apprezzato avvocato, vive ed opera a Corigliano d’Otranto ed è un appassionato cultore di memorie antiche. Dotato di una solida formazione…

Dialetti salentini: lliticare

Dialetti salentini: lliticare

di Armando Polito Se su llliticare avessi avuto da dire solo che corrisponde esattamente all’italiano litigare, questo post non avrebbe avuto ragione di esistere. Eccomi, invece, a descrivere le differenze nell’uso. Litigare, intanto, è rimasto tal quale in italiano dal latino, composto da litem àgere (alla lettera:fare, operare, portare avanti una lite, anche giudiziaria) Litigare…

Come eravamo? Innovazione e costruzione della proposta turistica nel Salento degli anni Settanta.

Come eravamo? Innovazione e costruzione della proposta turistica nel Salento degli anni Settanta.

di Cristina Manzo “Apparve il porto. Più da vicino, apparve al monte in cima di Pallade il delubro. Allor le vele colammo, e con le prove in terra demmo. È di ver l’Oriente un corvo seno in guisa d’arco, a cui di corda invece sta d’un lungo macigno un dorso avanti. Ove spumoso il mar…

Dialetti salentini: còcchia, ‘ccucchiare e scucchiare

Dialetti salentini: còcchia, ‘ccucchiare e scucchiare

di Armando Polito   La voce di oggi mi sembra emblematica della ricchezza semantica del dialetto rispetto alla lingua nazionale. Questa volta parto dal latino còpula, che significa legame. L’analoga voce italiana si è specializzata nel significato di unione sessuale, alias coito, conservando, però, quello originario nella marca grammaticale (copula, appunto) che contraddistingue il verbo…

Dialetti salentini: scàncaru e stàntulu

Dialetti salentini: scàncaru e stàntulu

di Armando Polito Sono due elementi fondamentali di qualsiasi porta. Scàncaru ha il suo corrispondente italiano in ganghero, che è dal greco tardo κάγχαλος (leggi càngalos) così attestato nel glossario  Esichio di Alessandria (V secolo): κάγχαλος κρίκος ὁ ἐπὶ ταῖς θύραις. Σικελοί (κάγχαλος anello sulle porte. Siciliani). Detto che κρίκος è forma epica di κίρκος…

Il Galateo e i brucolachi

Il Galateo e i brucolachi

di Armando Polito Il Galateo del titolo non è l’opera di monsignor Giovanni Della Casa (1503-1556) e neppure quel complesso di norme di buone maniere che, come nome comune, da esso trae origine. Si tratta, invece, dello pseudonimo, tratto dal centro (Galatone) in cui nacque, del più famoso umanista salentino: Antonio De Ferrariis (1444-1517). La…

Dialetti salentini: èrtula

Dialetti salentini: èrtula

di Armando Polito Va detto prima di tutto che la voce dialettale di oggi è usata, parlo per Nardò,  solo al plurale e solo nella locuzione ota li èrtule e sciàndile! (alla lettera: gira le bisacce e andiamocene!), invito rivolto anche ad un compagno immaginario quando non è il caso, per motivi vari, di trattenersi…

Dialetti salentini: sciana

Dialetti salentini: sciana

  di Armando Polito Sinonimo di umore, sciana è in uso in locuzioni del tipo osce sto ti sciana (oggi sto di umore giusto, ho voglia di fare) ma anche in unione all’aggettivo che ne definisce esplicitamente il valore positivo (sto ti bona sciana) o negativo (sto ti malesciana). Il derivato scianaru (prevalentemente e, come…

Tarantismo e musiche per le tarantate in un testo del 1819

Tarantismo e musiche per le tarantate in un testo del 1819

LE OSSERVAZIONI DI ANTOINE LAURENT CASTELLAN SUL TARANTISMO E LES AIRS DE LA TARENTULE (DA UN SUO VIAGGIO IN PUGLIA NEL 1797)   di Gianfranco Mele In un precedente articolo ho parlato di Antoine-Laurent Castellan, in riferimento ad una “versione del Mito di Aracne” presente su alcuni siti web, che in realtà non è altro…

Dialetti salentini: saccufàe

Dialetti salentini: saccufàe

di Armando Polito   Dimmi come mangi e ti dirò chi sei: non so quanto il popolare detto sia attendibile, ma è un dato di fatto che, sostituendo come con cosa, il campanilismo ha avuto a disposizione mille occasioni per lo sfottò, se non per la denigrazione. Per il Salento basterebbe ricordare i nomignoli degli…

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com