Nardò. Una raccolta di canti di Nicola Manieri Elia

nicola manieri elia
di Nicola Manieri Elia
Una raccolta di canti intonati con malcelata nostalgia alla terra natìa e a quel relativo mondo lontano delle proprie origini, mondo appena conosciuto, nei primi anni dell’infanzia, mentre si inabissava perdutamente, nei flutti inesorabili del tempo, del progresso, del divenire.
A testimonianza di quel mondo che ci ha generati e formati, per poi così silenziosamente e discretamente lasciare il posto ai “Successori”, sono nate queste mie impressioni e riflessioni in versi dialettali, in cui il motivo principale della scelta del vernacolo corrisponde all’oggetto delle composizioni medesime: cioè quello di rievocare tutto quel mondo della Vita di allora con l’Idioma ad essa collegato.
Un secondo, ma non secondario, motivo della scelta di questo idioma, è dato dalla speranza di riuscire a cogliere e trasmettere, con questi versi, tutta quella “musicalità” che si può avvertire come “celata nel nostro dialetto”: una lingua apparentemente così dura nelle parole, dagli accenti decisi e poco flessibili, parole volte ad esprimere concetti per una vita, come quella di una società agraria di un tempo, caratterizzata dall’essenzialità degli atti quotidiani. Atti basati su “Certezze…schiette e indiscutibili” (dure come le nostre rocce “Cuezzi”), che poco avevano da spartire con virtuosismi poetici o di pensiero, ritenuti in quei tempi ed in quella vita, di nessuna praticità se non addirittura destabilizzanti.
 Cogliere ora quella musicalità nascosta in questa lingua apparentemente così dura, è per me come riscoprire tutta quella poesia altrettanto presente e nascosta nella vita di allora che, anche se rigida nella forma, comunque sana e schietta nella sostanza, e… sotto sotto piena di tanta umanità e tenerezza che forse oggi nemmeno si riesce ad immaginare: “la vita dei nostri padri”.
  E’ nel ricordo di questi ultimi che, vorrei mantenere vivo nella memoria quel loro-nostro mondo di origine con tutti i suoi pregi e difetti, quale base imprescindibile del successivo mondo culturale e sociale, base sempre degna di rispetto e di amorevole ricordo.

 

Titolo: “Passò lu Tiempu

Autore: Nicola Manieri Elia

Europa Edizioni; Collana: Edificare Universi

Pagine: 120

Prezzo: 15,90; Ebook: 5,49; Isbn: 9788868547387 

Condividi su...

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: cognome, email e nome
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com