Parliamo con il regista pugliese Carlo Fenizi

Carlo Fenizi e Julieta Marocco

 

di Gianni Ferraris

 

Parliamo con il regista Carlo Fenizi. Dalle sue note biografiche scopriamo che: nasce in Puglia, a Foggia, nel 1985. A Roma studia Letteratura e Cinema e si laurea in Letteratura e Lingua, Studi Italiani ed Europei, con il massimo dei voti, presso la facolta’ di Lettere e Filosofia dell’Universita’ di Roma La Sapienza. Ha frequentato a Firenze la scuola di cinema Immagina. E’ autore di cortometraggi e video arte. Nel 2008, in Spagna, dirige il suo primo film La luce dell’ombra, un lungometraggio dal taglio noir, di cui e’ anche autore.  Nel 2010 realizza il documentario Lo sguardo libero. Nel 2011 scrive e dirige la commedia fiabesca Effetto Paradosso, il suo secondo film prodotto dalla Cpm film. Collabora con le scuole in progetti di formazione cinematografica. Parla, pensa e sogna in spagnolo. Dipinge.  (dal sito: www.carlofenizi.com).

 

Sei giovanissimo, 27 anni e già due film”

“Non sarebbe strano in altri paesi. Qui da noi un giovane regista ha 40 anni, un ventisettenne è un bambino”.

“Effetto paradosso è un termine medico”

“Si, è l’effetto opposto di un farmaco rispetto alle aspettative.

“C’è Puglia nel tuo film”

Ho tentato di dare un’immagine magica e diversa della Puglia. Il meridione è visto come provinciale, malavitoso, tradizionalista, chiuso. Abbiamo rovesciato l’impianto, il paese del film è un piccolo mondo al femminile, una micro nazione che addiritura rivendica indipendenza. In realtà le forme meridionali ci sono, quello che è stato stravolto è il contenuto”.

“Gli attori sono esordienti?”

“No, l’unico alla prima esperienza è Konrad Ianussi”.

 

konrad Iarussi e Julieta Marocco

“L’uscita per quando è prevista?”

“Molto ravvicinata, la prima sarà a Foggia il 28 settembre, le altre date le ufficializzeremo appena ne avremo certezza”.

“Le musiche?”

“Sono state fatte dal gruppo TERRANIMA, che stimo moltissimo, appositamente per il film”. (http://www.terranima.it)

“Il paese del film non ha nome, però la location scelta è Orsara di Puglia”

“Volevo un paese del foggiano, i luoghi anche qui, come nel resto della Puglia,  sono stupendi. La scelta è caduta su Orsara perché l’amministrazione ci ha accolti  benissimo e perché il paese ha avuto nel tempo restauri conservativi che ne hanno mantenuto le caratteristiche, penso sia stata una buona scelta”.

“Apulia Film Commission ha finanziato il tuo film?”

“Apulia ha appoggiato il film da un punto di vista tematico e formale. Non abbiamo potuto, per motivi burocratici, partecipare al bando per i finanziamenti, però è piaciuto il prodotto finito e Apulia Film Commission ci ha dato il patrocinio gratuito e lo distribuirà nel “circuito d’autore”. Il produttore è la C.P.M. film di Firenze con la quale ho collaborato dal mio primo film”

 

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!