Quale focolaio di Xylella fa più paura?

Quale focolaio di Xylella fa più paura?

Xylella time … di Piero Sumerano   Il focolaio di xylella a Ostuni fa paura ? Fa più paura di quello di Oria? Di Torchiarolo, di San Donaci, di Trepuzzi, di Squinzano, di Veglie o di Gallipoli? Fa più paura perché è più vicino alla terra di Bari? L’olivicoltura della Puglia ha lo stesso valore…

Nell’autunno salentino, lenzuola sopra la terra rossa

Nell’autunno salentino, lenzuola sopra la terra rossa

di Rocco Boccadamo In gergo comune, la gente suole definire “teli o reti” gli utili accessori o suppellettili impiegati nell’ambito e ai fini della raccolta delle olive. A me, però, viene in mente, non a caso, di appellarli “lenzuola”. Il riferimento attiene a una realtà operativa concreta, non solo vigente lungo queste amene plaghe del…

Festival del Paesaggio per due giorni a San Cesario di Lecce
Quella pineta da Torre S. Andrea fin quasi ad Otranto

Quella pineta da Torre S. Andrea fin quasi ad Otranto

di Renato Delfiol Da Torre S. Andrea fin quasi ad Otranto la costa adriatica è coperta, come si sa, da una pineta, che ricade sotto il Comune di Otranto, correndo il confine di Melendugno poco prima del suo inizio, al margine dell’abitato di S. Andrea. La pineta non è quella originaria che probabilmente fin da…

Mezzelune fertili nell’orto dei TU’RAT

Mezzelune fertili nell’orto dei TU’RAT

    di Daniela Liviello Il Salento è territorio ad alto rischio desertificazione ma è percorso da venti che, attraversando il Mediterraneo, si caricano di umidità preziosa per imbevere i terreni aridi. I TU’RAT, costruzioni arcaiche in pietra a secco, dati orientamento e forma a mezza luna, catturano il vapore dei venti di libeccio e…

Xylella nel Salento. Facciamo il punto della situazione con l’agronomo Giancarlo Leuzzi

Xylella nel Salento. Facciamo il punto della situazione con l’agronomo Giancarlo Leuzzi

A colloquio con Giancarlo Leuzzi* 1 – Facciamo il punto della situazione Xylella nel feudo di Monteroni. Qual è la fotografia di quello che sta accadendo e secondo lei cosa si dovrebbe fare quanto prima. Nel feudo di Monteroni il batterio Xylella fastidiosa ha fatto il suo ingresso da sud, attraverso il territorio di Copertino…

Bandiere Blu 2016. Il mare del Salento è sempre più blu

Bandiere Blu 2016. Il mare del Salento è sempre più blu

    di Giuseppe Massari Castro, Otranto, Melendugno e Salve hanno ricevuto per il 2016 l’ambito riconoscimento assegnato dalla Fondazione Europea per l’Educazione Ambientale. Il Programma Bandiera Blu, comunque, premia tutte quelle località marine che si sono impegnate nella promozione del territorio a salvaguardia dell’ambiente, secondo criteri di assegnazione che vanno dalla qualità delle acque di…

Le pozzelle di Zollino

Le pozzelle di Zollino

  Il progetto di innovazione sociale In-Culture, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Zollino, ha presentato ieri 13 maggio, nella Sala Consiliare del Comune di Zollino (Le), il volume “Conservare l’acqua. Le pozzelle di Zollino tra memoria storica e indagini scientifiche“, realizzato nell’ambito delle attività di ricerca del progetto In-Cul.Tu.Re. La pubblicazione raccoglie i risultati degli studi…

Riconosciuto il ruolo della Biblioteca di Sarajevo nella baia di Porto Miggiano

Riconosciuto il ruolo della Biblioteca di Sarajevo nella baia di Porto Miggiano

Riceviamo dal presidente  dell’associazione Arci-Biblioteca di Sarajevo Lucio Montinaro Maglie, 03 Maggio 2016 Con grande soddisfazione informiamo che nell’udienza odierna del processo penale in corso presso il Tribunale di Lecce relativo alla lottizzazione della baia di Porto Miggiano (Santa Cesarea Terme), il giudice ha disposto l’ammissione di parte civile dell’associazione politico-culturale “Arci-Biblioteca di Sarajevo” assistita dall’avvocato…

Porto Selvaggio, perla del Salento, gradito e consigliato da The Telegraph

Porto Selvaggio, perla del Salento, gradito e consigliato da The Telegraph

di Giuseppe Massari I consigli di viaggio proposti dall’autorevole quotidiano inglese The Telegraph, che indica 21 destinazioni italiane, tra le quali il parco di Porto Selvaggio-Palude del Capitano di Nardò, che mantiene alta la bandiera della Puglia, insieme al Gargano, non sono da sottovalutare, considerato che, questo territorio, fortunatamente e coraggiosamente, è stato preservato da…

Ai tempi delle lumachine di terra

Ai tempi delle lumachine di terra

di Mimmo Ciccarese   Nel passato, durante le giornate di primavera, gli abitanti di una ridente località di Terra D’Otranto, si alzavano di buonora, per raggiungere in bicicletta i territori dell’Arneo, in località Monteruga, per raccogliere l’origano e le cuzzeddhe (euparypha pisana). Al loro rientro, con il cesto colmo di cuzzeddhe, il passaggio obbligato dalla…

Sputacchina e piano di contrasto alla Xylella

Sputacchina e piano di contrasto alla Xylella

di Valentino Traversa*   Pochi giorni fa mi è capitato di vedere, vicino ad un oliveto regolarmente arato, anche una larga fascia di erba gialla su parte di un pendio acclive, effetto di un diserbante ad ampio spettro. Chiaramente un’applicazione del piano di contrasto alla Xylella, salvo il fatto che tale pedissequa applicazione non teneva…

31 marzo 2016. Renata Fonte ha vinto

31 marzo 2016. Renata Fonte ha vinto

di Pino de Luca E’ quasi l’una di notte, il jet leg dell’ora legale mi ha scombussolato. Metto insieme i pezzi del prossimo articolo del venerdi. Sono contento, molto contento di come alcuni pezzi di Salento, in particolare uno che non disvelo, stiano crescendo in manera prorompente, quasi sia stato levato un tappo che li…

Il Salento e le sue masserie

Il Salento e le sue masserie

  di Felicita Cordella La storia delle masserie è legata a quella travagliata dell’Italia Meridionale, storia di miseria, di sopraffazione, d’ignoranza. Il nome masseria deriva da “massa” ( in latino blocco, unità), con cui si denominarono, tra il XIV e il XV sec, vasti complessi fondiari formati da consistenti aggregati rustici di proprietà di Signori…

Il Salento dei tumori e la “decarbonizzazione”: un nodo sempre più intricato per Emiliano

Il Salento dei tumori e la “decarbonizzazione”: un nodo sempre più intricato per Emiliano

  di Pier Paolo Tarsi   C’è del marcio nel Salento, c’è da molto tempo ad esser proprio pignoli, il fatto nuovo è che adesso… c’è del marcio nel Salento! Confusi? Tranquilli, si tratta solo di una normalissima esperienza di déjà-vu oppure, peggio, il preludio di un eterno ritorno. È la stessa sensazione alla quale…

19 febbraio 2016 – Venerdì

19 febbraio 2016 – Venerdì

  di Pino de Luca Le notizie di oggi sono due e riguardano entrambe la Puglia. Sembra che in Salento crescano i tumori e che in Puglia ci siano le mafie. Così dicono autorevoli Istituzioni. Inoltre, udite udite, a Brindisi si istituisce il Registro Tumori. Credo che la colpa delle brutte malattie sia da ricercare…

Il Salento e… la polvere nascosta sotto il tappeto

Il Salento e… la polvere nascosta sotto il tappeto

di Pier Paolo Tarsi Ai pugliesi, e in particolare ai salentini (li osservo da anni, fidatevi di quello che dico), piace vivere nel meraviglioso mondo di Amelie. Gli addetti ai lavori lo sanno bene, li hanno compresi bene e fanno di tutto per tenerli in quel recinto incantato e carezzevole come fruitori e amplificatori di…

Artis Puglia: nuovo modello di sviluppo turistico

Artis Puglia: nuovo modello di sviluppo turistico

In Puglia si fa strada un nuovo modello di sviluppo turistico per far crescere il Salento. Artis Puglia ha unito pubblico e privato. Per promuovere il territorio su scala internazionale creato l’asse Salento-Turchia. di Giuseppe Massari Artis Puglia unisce e rappresenta una condivisione d’intenti ben precisa: far crescere il Salento. Per questo si sono messi…

Costruzioni a secco che caratterizzano fortemente il nostro territorio

Costruzioni a secco che caratterizzano fortemente il nostro territorio

di Pier Paolo Tarsi Avere un tesoro…e non saperlo! Le pagghiare o pajare o furnieddhi sono delle costruzioni a secco che caratterizzano fortemente il nostro territorio tanto quanto i sacri ulivi, dai quali sono spesso circondati, anche nel nostro immaginario. Costituiscono un patrimonio storico, culturale e paesaggistico di cui non siamo spesso consapevoli noi stessi….

Una mostra itinerante nel Salento per imparare a scoprire la relazione con tutto il creato

Una mostra itinerante nel Salento per imparare a scoprire la relazione con tutto il creato

di Daniela Rubino I Frati Minori del Salento, insieme alle Clarisse, ai Giovani Francescani, all’ordine Francescano Secolare, con la collaborazione di numerose associazioni e persone di buona volontà, presentano la Mostra Itinerante Dinamica Laudato si’, a ingresso libero, spronati dalla Lettera Enciclica Laudato si’, del Santo Padre Francesco, sulla Cura della Casa Comune (Dato a…

Carrubi e carrube nel Salento (II parte)

Carrubi e carrube nel Salento (II parte)

di Massimo Vaglio Per quanto riguarda il Salento, la còrnula, così vengono appellati tanto l’albero quanto il frutto di questo albero, si trova  diffusa prevalentemente in esemplari isolati, alcuni dei quali di dimensioni davvero monumentali, ma la sua presenza per quanto attualmente numericamente limitata  non sfugge certo alla vista, soprattutto in estate, quando questi alberi,…

Il carrubo, quel nostro nobile, storico e generoso amico (I parte)

Il carrubo, quel nostro nobile, storico e generoso amico (I parte)

di Massimo Vaglio Il carrubo (Ceratonia siliqua L.) è una pianta sempreverde, che raggiunge comunemente i 10-12 metri, di altezza, molto imponente, è caratterizzata da una folta chioma espansa dal colore verde scuro costituita da foglie composte arrotondate, glabre, lucenti e coriacee. Botanicamente, il carrubo appartiene alla famiglia delle Leguminoseae (sottofamiglia Ceasalpinaceae) e al genere…

TAP. Stiamo concedendo un prezioso tratto di costa…

TAP. Stiamo concedendo un prezioso tratto di costa…

di Sergio Blasi “Come da abitudine Tap continua a intrattenere con il territorio salentino una relazione costruita su promesse da marinaio. I lavori per la costruzione del gasdotto non coinvolgeranno nessuna azienda pugliese, e questo nonostante le promesse e le rassicurazioni che all’inizio della vicenda venivano rilanciate a livello locale dai tanti fautori dell’approdo a…

Preghiera di un olivocultore

Preghiera di un olivocultore

  Dammi la capacità di invecchiare come un olivo. Dammi la libertà dell’olivo che non ha bisogno di molto per vivere (anonimo olivocultore umbro, su segnalazione di Oliofficina)

Non c’è nulla di umano che non sia stato già creato da Madre Natura

Non c’è nulla di umano che non sia stato già creato da Madre Natura

di Armando Polito (Foto di Andrea Gravante scattata il 15 aprile 2015 a Ruffano, tratta da  http://leccesette.it/dettaglio.asp?id_dett=26500&id_rub=248 E, volendo esagerare, siccome l’arte, secondo una dette tante nostre definizioni, è interpretazione o deformazione della realtà, la Natura anche in questo si mostra a noi superiore, obbligandoci a ruotare a destra di 90° la sua immagine (la prima) per…

Gli Ulivi e la Pietra

Gli Ulivi e la Pietra

GLI ULIVI E LA PIETRA. SALENTO E BAROCCO  LECCESE NELLA PROSPETTIVA UNESCO A LECCE  E TARANTO UN CONVEGNO DI STUDIOSI E  DI LIONS DI PUGLIA di Ermanno Inguscio Grande fermento in tutto il Salento in una due giorni, il 25 e 26 novembre 2015, dedicata allo studio della pietra leccese e alla tutela dei secolari…

Appello accorato per gli ulivi del Salento

Appello accorato per gli ulivi del Salento

Riceviamo e pubblichiamo: a cura di Forum Ambiente Salute   I cittadini delle provincie di Lecce, Brindisi e Taranto in coordinamento permanente per la difesa degli ulivi rivolgono un Appello accorato a tutti i Consiglieri regionali per una forte levata di scudi a difesa degli ulivi del Salento. Si sospenda immediatamente la mattanza inutile degli…

Olivicoltori salentini pronti a ricorrere alla Corte di Giustizia europea

Olivicoltori salentini pronti a ricorrere alla Corte di Giustizia europea

La Voce dell’Ulivo vuole che venga eliminato il divieto di reimpianto di olivi nel Salento. Secondo l’associazione: “nessuna efficacia nei confronti del contenimento del batterio e soprattutto unica al mondo per ciò che riguarda gli organismi da quarantena”   Per eliminare il divieto di reimpianto siamo pronti a ricorrere alla Corte di Giustizia Europea, perché…

Il ceppo salentino di Xylella attacca gli olivi ma non la vite

Il ceppo salentino di Xylella attacca gli olivi ma non la vite

Si sono conclusi i test di patogenicità di Xylella fastidiosa per il genere Vitis, con il risultato definitivo che il ceppo rinvenuto a Lecce e denominato CoDiRO non contamina la vite I test, effettuati dall’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (IPSP) del CNR e dal Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti…

Xylella fastidiosa è il vero e unico problema degli olivi del Salento?

Xylella fastidiosa è il vero e unico problema degli olivi del Salento?

Le analogie tra Xylella fastidiosa e la flavescenza dorata della vite. L’esperienza in viticoltura ci può insegnare che un eccesso di trattamenti chimici non sortisce l’effetto sperato. Nel Salento contro Philaenus spumarius, la cicalina che porta il batterio di olivo in olivo, si può intervenire con sostanze repellenti   Emergenze sanitarie causate dall’importazione accidentale di…

Mitilo Salentino e le sue scrasce. Come far parlare la natura salentina su Facebook

Mitilo Salentino e le sue scrasce. Come far parlare la natura salentina su Facebook

di Oreste Caroppo IN TERMINI NATURALISTICI VI E’ UN ALTRO IMPORTANTE “MIRACOLO CULTURALE” PARTITO DAL SALENTO in questi mesi e che sta già ampiamente valicando i confini salentini, diffondendo la sua costruttiva filosofia rinaturalizzante ovunque: parliamo della massima nobilitazione delle erbe spontanee, la loro riscoperta, il ritorno a prestare ad esse massima attenzione, il risveglio…

Cemento e “cuasette” sono il futuro?

Cemento e “cuasette” sono il futuro?

di Giacomo Cazzato Quando alla fine dell’Ottocento Cosimo De Giorgi visitava il Capo di Leuca, nei suoi Bozzetti di viaggio sarebbe stato bello capire cosa percepiva di quello che oggi a brandelli rimane. Gli effetti sensoriali di appagamento del promontorio del Calino o di Torre Sant’Emiliano ribaltiamoli nella loro dimensione interna ed agricola che appena…

Salento: storia di una crescita negata

Salento: storia di una crescita negata

di Leonardo Gatto   Leggere fa bene. Leggere invece che guardare la tv, solitamente fa ancora meglio. Leggere con l’obiettivo di capire cosa ci succede intorno accrescendo la percezione del reale, in fondo, sarebbe il massimo. Leggere la quotidianità salentina cogliendone criticità e punti di forza, nel  tentativo di invertire la rotta rispetto a quello…

La mutilazione dell’ulivo

La mutilazione dell’ulivo

di Maria Grazia Presicce   Urlavano i rami le foglie, urlava la terra, urlava tutto il creato ma chi mozzava non sentiva. Troncava troncava con fare frenetico e il fragore assordante della sega, che affondava bramosa i suoi denti nei tronchi, copriva urla e lamenti. E le zanne taglienti s’accanivano irruenti e incoscienti squarciavano. Accaniti…

Secoli tra gli ulivi

Secoli tra gli ulivi

Da “Secoli tra gli ulivi”, il capolavoro di Fernando Manno: “L’orizzonte Da secoli, da millenni forse, i salentini ordinano pietre in città, ordinano pietre in campagna. E ne hanno fatto i due volti della loro terra, quello splendido e fulvo della città e quello faticato e paziente delle campagne. Sotto l’inganno fastoso della natura e…

Il popolo degli ulivi in festa a Veglie, musiche danze confronti buon cibo e vino

Il popolo degli ulivi in festa a Veglie, musiche danze confronti buon cibo e vino

di Paolo Rausa   I miei riferimenti spazio-temporali, storico-artistici, ora hanno lasciato il tempo ad un altro elemento di orientamento: le mappe dove gli untori hanno lasciato il segno della sfida. Una croce rossa, una x, il simbolo della xylella, come la discesa di Carlo VIII in Italia. Solo che qui rischiano sul serio gli…

Se gli ulivi del Salento saranno capaci di sopravvivere è colpa loro

Se gli ulivi del Salento saranno capaci di sopravvivere è colpa loro

di Pino de Luca Non li conoscono in tanti, ma se gli ulivi del Salento saranno capaci di sopravvivere è colpa loro. Li segnalo a tutti quelli che immaginano il Salento come una terra priva di alberi, una sorta di savana desolata sulla quale far passare tubi, installare pannelli, centrali a biomasse, cave di rifiuti…

Xylella in Francia…

Xylella in Francia…

di Pino de Luca   E dunque la Xylella è in Francia (e questo mi rende ancora meno felice). E’ lecito pensare che le “fasce di rispetto” sono pura idiozia? E’ lecito pensare che se non basta l’Oeano Atlantico ad isolare figuriamoci se possono farlo le eradicazioni selvagge? Su questa vicenda possiamo usare un po’…

Il popolo degli ulivi c’è, ieri a Veglie nessun albero tagliato

Il popolo degli ulivi c’è, ieri a Veglie nessun albero tagliato

di Paolo Rausa   Il presidio del popolo degli ulivi è consistente, più di un centinaio di aficionados, tanto da consigliare il commissario straordinario per l’emergenza xylella, Giuseppe Silletti, di interporre una tregua, dopo le prime ‘eradicazioni’ di ieri a Oria, nel brindisino. C’è determinazione fra gli ambientalisti, agricoltori, salutisti, artisti e tutti gli altri…

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!