Il Pešce te friscu: la Cernia di fondale da Otranto a Gallipoli

Il Pešce te friscu: la Cernia di fondale da Otranto a Gallipoli

  di Igor Agostini Fra le varie specie di pesci denominati ‘cernie’, ce n’è una, capace di raggiungere dimensioni ragguardevoli e caratterizzata da una grossa bocca e da una pelle estremamente dura, che la nostra lingua designa usualmente col nome di Cernia di fondale o americana, in conformità al nome scientifico (Polyprion americanus, Bloch &…

La collezione dei fossili di Pippi Ciullo a Vitigliano

La collezione dei fossili di Pippi Ciullo a Vitigliano

DALL’ATTIVITÁ DI CAVA ALLA VALORIZZAZIONE MUSEALE: LA COLLEZIONE DEI FOSSILI DI PIPPI CIULLO A VITIGLIANO di Cristina Caiulo*, Stefano Margiotta **   Introduzione Il Museo dei fossili di Vitigliano, frazione di Santa Cesarea Terme, raccoglie l’opera di un instancabile esploratore della sua terra, il salentino Pippi Ciullo. Si deve alla sua curiosità ed alla sua…

Alle fonti dell’Idume: idronimo inventato?

Alle fonti dell’Idume: idronimo inventato?

di Armando Polito   Procederò in ordine cronologico, cominciando dalla Bibbia: Gioele, II, 4, 19: Αἳγυπτος εἰς ὰφανισμοὸν ἔσται καὶ ἡ Ἰδουμαία εἰς πεδίον ἀφανισμοῦ ἔσται (L’Egitto andrà incontro alla desolazione e Idumea si tramuterà in  arido deserto). Lo stesso  toponimo ricorre anche in Malachia (I, 4), Geremia (XXX, 11), Ezechiele, XXV, 12 e XXXV,…

Otranto. La masseria Cippano e il suo stemma trafugato

Otranto. La masseria Cippano e il suo stemma trafugato

di Marcello Gaballo Chi ci segue ormai sa bene che è nostra prassi riprendere periodicamente dei post già pubblicati in questi sei anni, pubblicizzandoli attraverso i social. Così è stato anche per il bel contributo di Alice Russo apparso nel 2015: http://www.fondazioneterradotranto.it/2015/03/24/le-masserie-tra-vita-agreste-e-vita-militare-lesempio-di-masseria-cippano/ che è stato riletto da tanti, tra cui anche Michele Bonfrate. E’ stato lui…

Lupi e lupare nell’Arneo

Lupi e lupare nell’Arneo

di Fabrizio Suppressa Ha destato notevole meraviglia la notizia, apparsa su testate locali e nazionali[1], del ritorno del lupo nel Salento e più in particolare nell’Arneo. È sembrato quasi di tornare indietro nel tempo, quando un anonimo giornalista de “La Provincia di Lecce” il 12 marzo 1911 riportava il seguente dispaccio:   “Avetrana, 10 marzo….

I laghi Alimini nell’atlante del Pacelli (1803)

I laghi Alimini nell’atlante del Pacelli (1803)

di Armando Polito Già in altre occasioni mi sono occupato sotto il profilo toponomastico dei Laghi Alimini1 ma questa volta voglio proporre sul tema la preziosa testimonianza che Giuseppe Pacelli ci ha lasciato del suo atlante, del quale ho in precedenza riprodotto alcune sezioni2.  carta 47v Descrizione della Limini di Otranto. Dalla Città di Otranto…

Le specchie di Calone e Cerrate

Le specchie di Calone e Cerrate

numero de Il delfino e la Mezzaluna   Sabrina Landriscina, Le specchie di Calone e Cerrate: storia degli studi e nuove acquisizioni sul contesto topografico  in Il delfino e la Mezzaluna, Periodico della Fondazione Terra d’Otranto, anno V, nn° 6-7, 2018, pp. 181-196.   ITALIANO Un esame comparato delle fonti cartografiche, d’archivio e bibliografiche, completato…

Il Pesce marmo (Pèšce mármuru) e la Cernia bianca a Otranto

Il Pesce marmo (Pèšce mármuru) e la Cernia bianca a Otranto

di Igor Agostini Quando in italiano, genericamente, si parla di Cernia, si pensa ad una specie ittica ben precisa: la cosiddetta Cernia bruna, il cui nome scientifico è Epinephelus marginatus (Lowe, 1834), purtroppo oggi sempre più rara a motivo della pressione esercitata da parte della pesca, in tutte le sue forme. In realtà, però, la…

Coltivazione di ulivi tra Andalusia e Terra d’Otranto in un importante studio accademico

Coltivazione di ulivi tra Andalusia e Terra d’Otranto in un importante studio accademico

Transizione socio-ecologica dell’oliveto nel lungo periodo in Italia e Spagna (1750-2010)[1]  di Gianpiero Colomba In questo articolo cerchiamo di spiegare brevemente il livello di multifunzionalità e di produzione dell’oliveto, ovvero la sua resa agronomica, e di ricostruire l’evoluzione di alcuni indicatori biofisici basati sulla proposta metodologica del metabolismo agrario, come per esempio l’indicatore di efficienza energetica…

Ischitella e i suoi ulivi

Ischitella e i suoi ulivi

Lo scienziato Michelangelo Manicone polemico con l’abate Giovanni Longano sui boschi di Ischitella di Michele Eugenio Di Carlo Sull’agricoltura di Ischitella l’abate Giovanni Longano, molisano di Ripalimosani, si era tenuto sul vago, menzionandone gli uliveti, mentre l’altro grande molisano, Giuseppe Maria Galanti di Santa Croce di Morcone, l’anno seguente, il 1791, vi aveva inserito la…

Pino Salamina e la Grotta dei Cervi a Porto Badisco: un ricordo

Pino Salamina e la Grotta dei Cervi a Porto Badisco: un ricordo

di Armando Polito Nessuno come Foscolo ha celebrato quella religione tutta laica della sopravvivenza oltre la morte di coloro che sono stati protagonisti di alte gesta. Di fronte a queste espressioni la nostra povera mente corre subito alle imprese militari, senza che si lasci sfiorare dalla necessità di considerare quante vite umane è costata la…

Lutrinu e lustrinu: Nardò chiama, Napoli risponde; si spera … (1/2)

Lutrinu e lustrinu: Nardò chiama, Napoli risponde; si spera … (1/2)

di Armando Polito     Se qualcuno mi avesse chiesto di dare un sottotitolo, avrei senz’altro proposto: La scientificità dei salentini e la scientificità/fantasia dei napoletani. Subito dopo, però, avrei aggiunto di non prenderlo/prendermi alla lettera, almeno per quanto riguarda la presunta nostra scientificità, visto che nessuno oserebbe mettere in dubbio la fantasia dei napoletani….

I gelsi dell’Incoronata: mi piace ricordarli così (3/3)

I gelsi dell’Incoronata: mi piace ricordarli così (3/3)

di Armando Polito La rappresentazione grafica completa più antica  della favola di Piramo e Tisbe che io conosca è nel foglio 47r di un manoscritto del 1289 custodito nella Biblioteca Nazionale di Francia (Ms. lat. 15158). A testimonianza della popolarità ininterrotta nel tempo della favola va detto, facendo un balzo indietro di parecchi secoli, che…

I gelsi dell’Incoronata: mi piace ricordarli così (2/3)

I gelsi dell’Incoronata: mi piace ricordarli così (2/3)

di Armando Polito Due tavole distinte, invece, illustrano il tema in un’edizione uscita per i tipi di Giovanni di Tornes a Lione nel 1559. Le due tavole che seguono sono dell’incisore tedesco Virgil Solis (1514-1562), a corredo di un’edizione delle Metamorfosi a cura di Johannes Posth (1537-1597) uscita per i tipi di Corvino, Feyrabent ed…

I gelsi dell’Incoronata: mi piace ricordarli così (1/3)

I gelsi dell’Incoronata: mi piace ricordarli così (1/3)

di Armando Polito Quando ci lascia una persona cara è quasi d’obbligo l’uso dell’espressione che nel titolo si legge dopo i due punti. In fondo, forse, è anche un modo per esorcizzare l’idea della morte affidando al ricordo i tratti, anche somatici, più belli del defunto. Per i più sensibili questo vale anche se la…

Il Museo del Bosco a Supersano

Il Museo del Bosco a Supersano

di Paolo Vincenti A Supersano, nel dicembre 2011, è nato il MUBO, ossia il Museo del Bosco. E’ un progetto che viene da lontano e nasce dalla acquisita consapevolezza da parte dei supersanesi della eccezionale portata storica di cui il proprio comune è depositario. Un progetto che inizia moltissimi anni fa quando gli studiosi locali…

Il “Bignamino del Salento per turisti”

Il “Bignamino del Salento per turisti”

di Pier Paolo Tarsi Il “Bignamino del Salento per turisti”. Eccolo per voi. Fatene buon uso, io tanto vado in montagna quest’anno, orcozio.   Verso est Per iniziare, da Lecce potrete raggiungere in poco tempo le splendide scogliere quanto le rinomate spiagge di San Foca, della poetica e messapica Roca, dell’animata Torre dell’Orso, della delicata…

Scadenza per limitare la Xylella

Scadenza per limitare la Xylella

  a cura del Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati della Provincia di Lecce Il Collegio dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati della provincia di Lecce ricorda che entro e non oltre il 30 aprile 2017 bisogna aver effettuato le lavorazioni meccaniche superficiali (aratura, trinciatura, fresatura) di tutti i terreni…

A proposito di TAP e no TAP

A proposito di TAP e no TAP

  di Marco Basile A scanso di equivoci (dato che qualcuno – come direbbe Montalbano – mi sta massacrando i cabasisi in pvt) NON sono a prescindere contro TAP e NON sono preoccupato dello spostamento temporaneo di qualche centinaio di ulivi. Tuttavia: 1) non mi sembra giusto che TAP arrivi in un luogo di particolare…

Dobbiamo tutti imparare dai mistici

Dobbiamo tutti imparare dai mistici

  di Pier Paolo Tarsi Oggi mi è capitato di ascoltare le confessioni e gli sfoghi tutti comprensibili e tutti ragionevoli di cinque persone diverse: un collega di lavoro, un imprenditore dedito al lavoro da una vita e come tanti della sua categoria stanco di lottare, un politico, un ragazzo, un conoscente; tutti i loro…

Copertino a tutela dell’ambiente

Copertino a tutela dell’ambiente

La raccolta fondi cittadini per l’acquisto di telecamere mobili contro l’abbandono dei rifiuti nelle periferie non decolla? Basta non arrendersi! I copertinesi che ci tengono alla tutela dell’ambiente rilanciano infatti con determinazione, presentando nuove iniziative per incentivare la raccolta anche nel mese di marzo! Un rapido resoconto: finora sono stati raccolti 1360 euro dei 4600…

Omaggio ad Antonio Baldari

Omaggio ad Antonio Baldari

Omaggio ad Antonio Baldari, una tre giorni all’Arci di Galatone (Le) per ricordare l’uomo e l’artista, strenuo difensore della terra salentina di Paolo Rausa L’Arci Rosa Luxemburg, a Galatone, nell’entroterra salentino di Gallipoli, la bella, il 27 28 e 29 dicembre dedica una serie di iniziative per ricordare Antonio Baldari, grande combattente per la libertà…

Quale focolaio di Xylella fa più paura?

Quale focolaio di Xylella fa più paura?

Xylella time … di Piero Sumerano   Il focolaio di xylella a Ostuni fa paura ? Fa più paura di quello di Oria? Di Torchiarolo, di San Donaci, di Trepuzzi, di Squinzano, di Veglie o di Gallipoli? Fa più paura perché è più vicino alla terra di Bari? L’olivicoltura della Puglia ha lo stesso valore…

Nell’autunno salentino, lenzuola sopra la terra rossa

Nell’autunno salentino, lenzuola sopra la terra rossa

di Rocco Boccadamo In gergo comune, la gente suole definire “teli o reti” gli utili accessori o suppellettili impiegati nell’ambito e ai fini della raccolta delle olive. A me, però, viene in mente, non a caso, di appellarli “lenzuola”. Il riferimento attiene a una realtà operativa concreta, non solo vigente lungo queste amene plaghe del…

Festival del Paesaggio per due giorni a San Cesario di Lecce
Quella pineta da Torre S. Andrea fin quasi ad Otranto

Quella pineta da Torre S. Andrea fin quasi ad Otranto

di Renato Delfiol Da Torre S. Andrea fin quasi ad Otranto la costa adriatica è coperta, come si sa, da una pineta, che ricade sotto il Comune di Otranto, correndo il confine di Melendugno poco prima del suo inizio, al margine dell’abitato di S. Andrea. La pineta non è quella originaria che probabilmente fin da…

Mezzelune fertili nell’orto dei TU’RAT

Mezzelune fertili nell’orto dei TU’RAT

    di Daniela Liviello Il Salento è territorio ad alto rischio desertificazione ma è percorso da venti che, attraversando il Mediterraneo, si caricano di umidità preziosa per imbevere i terreni aridi. I TU’RAT, costruzioni arcaiche in pietra a secco, dati orientamento e forma a mezza luna, catturano il vapore dei venti di libeccio e…

Xylella nel Salento. Facciamo il punto della situazione con l’agronomo Giancarlo Leuzzi

Xylella nel Salento. Facciamo il punto della situazione con l’agronomo Giancarlo Leuzzi

A colloquio con Giancarlo Leuzzi* 1 – Facciamo il punto della situazione Xylella nel feudo di Monteroni. Qual è la fotografia di quello che sta accadendo e secondo lei cosa si dovrebbe fare quanto prima. Nel feudo di Monteroni il batterio Xylella fastidiosa ha fatto il suo ingresso da sud, attraverso il territorio di Copertino…

Bandiere Blu 2016. Il mare del Salento è sempre più blu

Bandiere Blu 2016. Il mare del Salento è sempre più blu

    di Giuseppe Massari Castro, Otranto, Melendugno e Salve hanno ricevuto per il 2016 l’ambito riconoscimento assegnato dalla Fondazione Europea per l’Educazione Ambientale. Il Programma Bandiera Blu, comunque, premia tutte quelle località marine che si sono impegnate nella promozione del territorio a salvaguardia dell’ambiente, secondo criteri di assegnazione che vanno dalla qualità delle acque di…

Le pozzelle di Zollino

Le pozzelle di Zollino

  Il progetto di innovazione sociale In-Culture, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Zollino, ha presentato ieri 13 maggio, nella Sala Consiliare del Comune di Zollino (Le), il volume “Conservare l’acqua. Le pozzelle di Zollino tra memoria storica e indagini scientifiche“, realizzato nell’ambito delle attività di ricerca del progetto In-Cul.Tu.Re. La pubblicazione raccoglie i risultati degli studi…

Riconosciuto il ruolo della Biblioteca di Sarajevo nella baia di Porto Miggiano

Riconosciuto il ruolo della Biblioteca di Sarajevo nella baia di Porto Miggiano

Riceviamo dal presidente  dell’associazione Arci-Biblioteca di Sarajevo Lucio Montinaro Maglie, 03 Maggio 2016 Con grande soddisfazione informiamo che nell’udienza odierna del processo penale in corso presso il Tribunale di Lecce relativo alla lottizzazione della baia di Porto Miggiano (Santa Cesarea Terme), il giudice ha disposto l’ammissione di parte civile dell’associazione politico-culturale “Arci-Biblioteca di Sarajevo” assistita dall’avvocato…

Porto Selvaggio, perla del Salento, gradito e consigliato da The Telegraph

Porto Selvaggio, perla del Salento, gradito e consigliato da The Telegraph

di Giuseppe Massari I consigli di viaggio proposti dall’autorevole quotidiano inglese The Telegraph, che indica 21 destinazioni italiane, tra le quali il parco di Porto Selvaggio-Palude del Capitano di Nardò, che mantiene alta la bandiera della Puglia, insieme al Gargano, non sono da sottovalutare, considerato che, questo territorio, fortunatamente e coraggiosamente, è stato preservato da…

Ai tempi delle lumachine di terra

Ai tempi delle lumachine di terra

di Mimmo Ciccarese   Nel passato, durante le giornate di primavera, gli abitanti di una ridente località di Terra D’Otranto, si alzavano di buonora, per raggiungere in bicicletta i territori dell’Arneo, in località Monteruga, per raccogliere l’origano e le cuzzeddhe (euparypha pisana). Al loro rientro, con il cesto colmo di cuzzeddhe, il passaggio obbligato dalla…

Sputacchina e piano di contrasto alla Xylella

Sputacchina e piano di contrasto alla Xylella

di Valentino Traversa*   Pochi giorni fa mi è capitato di vedere, vicino ad un oliveto regolarmente arato, anche una larga fascia di erba gialla su parte di un pendio acclive, effetto di un diserbante ad ampio spettro. Chiaramente un’applicazione del piano di contrasto alla Xylella, salvo il fatto che tale pedissequa applicazione non teneva…

31 marzo 2016. Renata Fonte ha vinto

31 marzo 2016. Renata Fonte ha vinto

di Pino de Luca E’ quasi l’una di notte, il jet leg dell’ora legale mi ha scombussolato. Metto insieme i pezzi del prossimo articolo del venerdi. Sono contento, molto contento di come alcuni pezzi di Salento, in particolare uno che non disvelo, stiano crescendo in manera prorompente, quasi sia stato levato un tappo che li…

Il Salento e le sue masserie

Il Salento e le sue masserie

  di Felicita Cordella La storia delle masserie è legata a quella travagliata dell’Italia Meridionale, storia di miseria, di sopraffazione, d’ignoranza. Il nome masseria deriva da “massa” ( in latino blocco, unità), con cui si denominarono, tra il XIV e il XV sec, vasti complessi fondiari formati da consistenti aggregati rustici di proprietà di Signori…

Il Salento dei tumori e la “decarbonizzazione”: un nodo sempre più intricato per Emiliano

Il Salento dei tumori e la “decarbonizzazione”: un nodo sempre più intricato per Emiliano

  di Pier Paolo Tarsi   C’è del marcio nel Salento, c’è da molto tempo ad esser proprio pignoli, il fatto nuovo è che adesso… c’è del marcio nel Salento! Confusi? Tranquilli, si tratta solo di una normalissima esperienza di déjà-vu oppure, peggio, il preludio di un eterno ritorno. È la stessa sensazione alla quale…

19 febbraio 2016 – Venerdì

19 febbraio 2016 – Venerdì

  di Pino de Luca Le notizie di oggi sono due e riguardano entrambe la Puglia. Sembra che in Salento crescano i tumori e che in Puglia ci siano le mafie. Così dicono autorevoli Istituzioni. Inoltre, udite udite, a Brindisi si istituisce il Registro Tumori. Credo che la colpa delle brutte malattie sia da ricercare…

Il Salento e… la polvere nascosta sotto il tappeto

Il Salento e… la polvere nascosta sotto il tappeto

di Pier Paolo Tarsi Ai pugliesi, e in particolare ai salentini (li osservo da anni, fidatevi di quello che dico), piace vivere nel meraviglioso mondo di Amelie. Gli addetti ai lavori lo sanno bene, li hanno compresi bene e fanno di tutto per tenerli in quel recinto incantato e carezzevole come fruitori e amplificatori di…

Artis Puglia: nuovo modello di sviluppo turistico

Artis Puglia: nuovo modello di sviluppo turistico

In Puglia si fa strada un nuovo modello di sviluppo turistico per far crescere il Salento. Artis Puglia ha unito pubblico e privato. Per promuovere il territorio su scala internazionale creato l’asse Salento-Turchia. di Giuseppe Massari Artis Puglia unisce e rappresenta una condivisione d’intenti ben precisa: far crescere il Salento. Per questo si sono messi…

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com