Lotte contadine a Taurisano

di Sonia Venuti

Fatalismo, servilismo, insolenza, malcostume, ipocrisia, si radicarono nella popolazione Taurisanese, così come in tutta la popolazione meridionale, nell’arco dei due secoli di dominazione spagnola, determinando la disgregazione della vita comunitaria e gravissimi ritardi sociali, e favorendo la formazione di una mentalità querula basata sulla remissività, sulla rinuncia, sulla rassegnazione, che sarebbero sfociate in seguito nel clientelismo e nell’assistenzialismo da una parte e nella reazione malavitosa dall’altra.

Nonostante quest’atteggiamento così radicato soprattutto nelle masse contadine, anche Taurisano recepì i primi sussulti di idee liberali, che si facevano strada in tutto il territorio italiano, dopo l’abolizione della legge sulla feudalità , portando alla condanna di un gruppo di Taurisanesi per società segrete e moti carbonari, tra cui due ecclesiastici.

Alla fine del’800 e inizio ‘900, l’aspetto sociale del paese iniziava a trasformarsi, con l’avvento di una nuova borghesia che essendo in possesso di capitali liquidi frutto del commercio di olio vino e fibre tessili, andava direttamente in conflitto con le tradizionali famiglie degli agrari nelle lotte per l’assunzione del controllo della pubblica amministrazione, ricorrendo a volte a

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!