Orchidee del Salento/ Ophrys apifera

ph Roberto Gennaio

 

Ophrys apifera,  una orchidea spontanea non comune che fiorisce nel Salento da metà aprile fine a maggio inoltrato.

Il suo habitat elettivo sono le zone umide.

Il Salento di Francesco/ Orchidee salentine 4

Serapias cordigera (L.): genere spiccatamente mediterraneo, il nome Serapias fu dato da Diocoride a una non meglio identificata orchidea dalle presunte proprietà afrodisiache in riferimento a Serapis (Serapide), dio dell’antico Egitto il cui culto era propiziatorio per la fertilità. La cordigera

Il Salento di Francesco/ Orchidee salentine 3

Anacamptis coriophora (L.) subsp. fragrans (ph. Francesco Lacarbonara)

Anacamptis coriophora (L.) subsp. fragrans: il nome Anacamptis viene fatto derivare dal verbo greco “anacámptein”; chi lo traduce con “incurvare, ripiegare” vede l’origine della parola nella forma dei tepali incurvati in alto, chi invece traduce con “piegare verso l’alto” attribuisce l’origine del nome Anacamptis alle due lamelle rialzate e piegate verticalmente alla base del labello in A. pyramidalis. Nel vecchio inquadramento al genere Anacamptis veniva assegnata una sola specie per l’Italia, per l’appunto l’A. pyramidlis (L.), ma in seguito alla riorganizzazione del genere Orchis, diversi taxa già assegnati a questo sono confluiti in Anacamptis, che comprende adesso una trentina di specie, tra cui l’A. coriophora (L.). Il nome specifico coriophora deriva dalle parole greche “kóris” (cimice) e “phéro” (porto), alla lettera quindi: “portatrice di cimici”, ma la pianta ha a che fare con le cimici solo per lo sgradevole odore dei fiori nell’entità tipo (nella vecchia nomenclatura era indicata anche con il sinonimo di Orchis cimicina (Crantz), it. Cimiciattola, Orchidea cimicina) diffusa in Europa centrale e orientale, zone basse della Regione alpina. In Italia la sottospecie tipo è presente al Nord, mentre nella penisola predomina la più xerofila subsp. fragrans (Pollini), i cui piccoli fiori, da verdastri a porporini, emanano un gradevole odore di vaniglia (da cui il nome). La subsp. coriophora ama i prati freschi e umidi e un suolo debolmente acido, mentre la nostra fragrans preferisce terreni basici, luoghi secchi, prati magri, cespuglieti, radure, margini di strade e sentieri. Fiorisce tra aprile e gli inizi di giugno ad altitudini comprese tra il livello del mare e i 1500 m circa.

Libri/ Orchidee del Salento

Orchidee del Salento

Autori: Roberto Gennaio, Piero Medagli, Livio Ruggiero

Edizioni del Grifo, Lecce; formato cm 21×30      € 40

In questo volume, di 182 pagine con oltre 400 fotografie a colori, gli Autori, Roberto Gennaio del Dipartimento di Lecce dell’ARPA e Piero Medagli e Livio Ruggiero dell’Università del Salento, illustrano le 40 specie, oggi note, di orchidee spontanee del Salento, fornendo indicazioni sui periodi di fioritura e sulla loro rarità. La descrizione è preceduta da una dettagliata introduzione sulle generalità riguardanti la biologia delle orchidacee italiane e la necessità di una legge regionale che ne salvaguardi la presenza, spesso minacciata, nel nostro territorio. Sono inoltre descritti i numerosi ibridi, le varietà di colore e le interessanti malformazioni, rinvenuti fino ad oggi nel territorio salentino.

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!