A Lecce| Iside e la Wunderkammer della fertilità

ISIDE E LA WUNDERKAMMER DELLA FERTILITA’

Progetto di arti visive, sonore e performative contemporanee

a cura di Dores Sacquegna

PALAZZO VERNAZZA, Vico Vernazza 8, Lecce

Aperto tutti i giorni: 17:30-20:30h      TEL: 349 37 20 659-

OPENING 2 MARZO ORE 18,00

 

Palazzo Vernazza, dimora signorile del’500 a Lecce, fornisce lo spunto per un progetto interdisciplinare diversificato tra mito e contemporaneità e che omaggia la storia di una città e del suo territorio circostante. Dopo un lungo restauro della location, gli archeologi hanno portato alla luce i resti del Tempio di Iside e del Purgatorium, un battistero pagano dedicato alle abluzioni di culto e alle purificazioni dei seguaci prima di accedere al tempio. “Iside e la Wunderkammer della fertilità”, è un evento unico nel suo genere e che offre alla città di Lecce nuove modalità di apprendimento delle pratiche ed esperienze artistiche contemporanee, attraverso un colloquio inscindibile tra arte visiva, sonora e performativa, curato da Dores Sacquegna, curatrice e Art Director di Primo Piano LivinGallery di Lecce. L’evento realizzato per Itinerario Rosa 2016 (percorso al femminile giunto alla 18a edizione) e patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce, propone un dialogo tra spazio istituzionale e pubblico, tra artisti e curatore, nell’intenzione di creare valide connessioni ed una rete di turismo culturale privilegiata.

NIKOS KORNILIOS_Matriarchy_2014
NIKOS KORNILIOS_Matriarchy_2014

 

Su Iside dea egiziana – venerata in tutto il bacino del Mediterraneo come dea della fertilità, dell’abbondanza, della natura e protettrice dei naviganti – si innesta questo progetto visionario che scandaglia enigmi e concetti filosofici del pensiero greco, latino ed egizio per restituire al visitatore un percorso sensoriale in un sito rituale e labirintico, in un luogo senza tempo dove regna ancora il mito di Iside, e dove suoni e voci echeggiano da una sala all’altra, e dove colori e luci ancestrali riportano nel grembo materno alla ricerca di se stessi. Facendo tesoro di questa storia antica e sotto la regia della curatrice, gli artisti invitati alla rassegna si interfacciano con il mito di Iside, divenendo essi stessi custodi e guerrieri di un affascinante tableaux. Palazzo Vernazza diventa così, un centro di benessere per la mente ed il corpo, dove ciascuno liberamente accede e si alimenta di stimoli sensoriali e percettivi.

Il percorso iniziale è l’”Apodyterium” incentrato sul concetto visuale, rituale e misterico della Dea quale simbolo della fertilità, natura, abbondanza, agricoltura con le opere-doni degli artisti della sezione “Atlante della Fertilità”. Seguono canti e danze quale rito di Purificazione con il Coro A.M.Family diretto da Elisabetta Guido, cantante ed autrice jazz, la quale presenterà in anteprima nazionale un brano tratto dal suo ultimo cd “The good storyteller” in uscita a breve per Dodicilune Records. Dal “Podyterium” all’”Anti-Tepidarium”, attraverso un percorso luminoso ed effervescente dove ci si libera da ogni cosa che possa richiamare la realtà quotidiana per incontrare gli enigmi celati nelle maglie della memoria e che si riconoscono come frammenti nelle opere degli artisti in mostra.

CATERINA ARCURI_terreno incorporeo,sublime infinito_2016
CATERINA ARCURI_terreno incorporeo,sublime infinito_2016

 

Passaggi segreti e cunicoli, tappeti umani che plasmano lo spazio, installazioni luminose che abitano l’aria, video-story sui concetti di società, sessualità, politica, maternità, uguaglianza e non-violenza, portano il visitatore verso il “Tepidarium” che rievoca il concetto di acqua come rinascita e trasformazione, come viaggio e oblio sino ad arrivare all’”Hammam”, il luogo dove Massimiliano Manieri e Michaela Stifani attendono immobili in un contenitore che li contiene nella performance “Human Box” con la partecipazione sonora del musicista salentino Giorgio Distante.

Il percorso continua con oggetti simbolici, tavoli imbanditi e cinema per immergersi totalmente nelle abluzioni di culto visionarie in mostra per poi tornare ciascuno sui propri passi nel “Motus Floris” di Richard Ashrowan e assistere alle performance sonore dei SalentAutori che comprende gli artisti “Alea”, il duo “Blumia”, il duo “The Bravo“, il duo “The light time” e “Cecilia Ramone”.

 

AUTORI IN MOSTRA

VISUAL ART & CINEMA: Giovanni Alfonsetti|Italia; Laetitia Ambroselli|Francia; Caterina Arcuri|Italia;Richard Ashrowan|Scozia; Lara Bobbio|Italia; Loredana Campa|Italia; D&S|Italia; Pina Della Rossa|Italia; Giulio De Mitri|Italia; Angioletta De Nitto|Italia; Cor Fafiani|Olanda;Fosca|Italia; Chiara Fersini|Italia; Silvia Maria Guarnieri|Italia; Marcello Gobbi|Italia; Irma Hinghofer-Szalkay|Austria; Milena Jovicevic|Montenegro; Nikos Kornilios|Grecia; Giovanni Lamorgese & Davide Curci|Italia; Margherita Levo Rosenberg|Italia; Concetta Masciullo|Francia; Katarina Norling|Svezia; Eva Orszagh|Polonia; Adriano Radeglia|Italia; Lucia Rotundo|Italia; Lorella Salvagni|Italia; Andria Santarelli|Francia; Rosemarie Sansonetti|Italia; Vito Sardano|Italia; Delia Sforza|Italia; Tarshito|Italia; Antonella Zito|Italia.

PERFORMANCE & MUSICA: Massimiliano Manieri & Michaela Stifani|Italia; Giorgio Distante|Italia; SalentAutori|Italia; Elisabetta Guido & Coro A.M. FAMILY|Italia; Cecilia Ramone|Italia.

Catalogo Edizioni Primo Piano (presto anche online, info:primopianogallery@gmail.com)

PRIMO PIANO LIVINGALLERY invito

Sponsor tecnico|Catering: www.vinileuci.it

Vini Leuci, Antica casa vinicola di Guagnano (Le)

PRIMO PIANO LIVINGALLERY

Progeti & Servizi per l’Arte Contemporanea

www.primopianogallery.com

www.primopianoatelier.com

Lecce. Il grembiule tra simbolismo e narrazione

Itinerario Rosa

XIV Edizione

Città di Lecce

Assessorato alla Cultura

presenta

 

dal 21 al 25 marzo 2012

94 gradini. Il grembiule tra simbolismo e narrazione

Complesso dei Teatini

C.so Vittorio Emanuele

Lecce

ingresso libero

17-21 h

artisti presenti:

Maria Grazia Anglano, Mauro Amato, Francesca Ascalone, Paola Bitelli, Floriana Brunetti, Luigi Cannone, Daniela Cecere, Enrica Cesano, Francesca Cucurachi, Eliabò, Mirko Gabellone, Rosanna Gesualdo, Lucy Ghionna, Monica Lisi, Patrizia Macchia, Alessandro Matteo, Massimiliano Manieri, Luca Nicolì, Romina Tafuro.

ore 18.30intervento-  “Vecchi e nuovi grembiuli” con  Tommaso Ariemma (filosofo)

ore 19.30- performance: “ Lei, con un grembiule, i suoi seni nel mezzo “di Massimiliano Manieri

23 marzoore 19.00- performance – “La Tetta” de  I parolai di via Adda

25 marzo ore 18.00– balletto- Un grembiule di parole- allievi del Corpo Parlante, Scuola di danza Alessandra Pallara

ore 19.00– incontro “Il grembiule tra simbolismo e narrazione”.    Intervengono Elisa Albano (psicologa) Valentina Vantaggiato (giornalista) e gli Artisti in mostra Coordina Ambra Biscuso

 

Libri/ Porca Miseria. Storia da salumeria

Lupo Editore

NUBES – Ass. Culturale

Salumeria Cosimo Negri

22 Luglio 2011 – Ore 21,30

Piazzetta Mazzini – Copertino (LE)

“PORCA MISERIA. STORIE DA SALUMERIA”

Pane, vino e tanti racconti.

 

Special Guest: MINO DE SANTIS IN CONCERTO ACUSTICO

Venerdì 22 Luglio alle ore 21.30, presso la Piazzetta Mazzini a Copertino (LE), Lupo Editore in collaborazione con l’Associazione Culturale NUBES e la Salumeria Cosimo Negri, organizza “Porca Miseria. Storia da salumeria”, un’inedita formula che coniuga la lettura dal vivo e il racconto di storie per riflettere sul clima di austerità e di tagli alla cultura.

Lupo Editore inviterà gli scrittori presenti a raccontare la propria storia

Massimiliano Manieri, scrittore e performer salentino

Massimiliano Manieri (1968) è scrittore e performer. Nella vita progettista di disegno industriale.

Inizia intorno ai primi anni 90 l’attività di nomade dicitore grazie a collaborazioni con progetti di letture itineranti come il Poet-Bar. Qui emerge la sua capacità di strutturare tonalmente il suo approccio al racconto, i suoi scritti cominciano ad essere raccolti in collane di racconti e testi poetici.

La sua curiosità nel contempo lo spinge verso altre forme d’approccio alle metafore poetiche che trovano posto nelle sue pagine inchiostrate. Nascono i primi tentativi di performance dove il gesto, il movimento (…o la totale immobilità) traducono l’idea ora compattata dell’artista.

Collaborazioni con associazioni culturali (Raggio Verde, C-Arte), laboratori teatrali (Fondo Verri), gallerie d’arte (A&A Arts Gallery, Grifone, Primo Piano LivinGallery, Ass. Bollenti Spiriti) danno possibilità alla personalità di Massimiliano di spaziare più apertamente tra i nuovi territori che lo stesso raggiunge nella sua corsa verso una idea più radicale di performance

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!