Libri| Parole sante. Versi per una metamorfosi

parole-sante1

Daniela Liviello

“ma ormai

senz’ombra

senza pietra come

come farò a sapere

dove sono, fino a che punto sono morto

o vivo…..”       Vittorio Bodini

 

Il fuoco è spento, il vento si è quietato, l’alba si stiracchia, si stropiccia gli occhi.

Saliamo sulla pietra più alta per guardare il nostro campo, cosa resta dopo l’ennesimo incendio doloso.

E’ tanto amato questo campo, questa terra che rinasce scostando le tende grigie di fumo. Riprende a scorrere la linfa, riprende l’affanno delle formiche, le mani tornano a ricomporre un’armonia di pietra.

Anche quest’anno 2016 i versi si raccolgono in antologia. “Versi per una metamorfosi”. Kurumuny edizioni.

Il ricavato della distribuzione dell’ antologia 2015 è diventato ulivo: nell’orto sono state messe a dimora ottanta piante della specie ogliarola.

Ventidue poeti di ogni regione hanno composto ispirandosi ad un verso tratto dal “Canzoniere della morte” di Salvatore Toma, il poeta di Maglie: A me Dio piace indovinarlo//in una pietra qualunque.

E a noi piace pensare che Salvatore Toma abbia sorriso da lassù ascoltando le voci dei poeti che a lui si sono richiamati.

Kurumuni| XV edizione del Primo Maggio

kurumuni

Kurumuny in collaborazione con l’Associazione Ambrò e con il patrocino del Comune di Martano presenta

la XV edizione del Primo Maggio

 

L’edizione 2016 è dedicata a Lucia Assunta De Pascalis, grande interprete del canto popolare di tradizione orale del Salento; protagonista e promotrice di tutte le precedenti edizioni della festa del Primo Maggio a Kurumuny.

Ingresso per tessera sociale di 5,00 euro valida per la sola giornata del Primo Maggio.

Una lunga giornata che comincerà con le prime luci del mattino e proseguirà fino al tramonto, tra musica, arte, solidarietà, libri, vino, pane e carne arrosto. Sin dalla prima edizione, l’intento è stato quello di legare la memoria a un avvenimento che presenta tutti i requisiti di una grande festa popolare in cui si celebra la fatica quotidiana dei lavoratori. Festa del lavoro e dei lavoratori che naturalmente si apre sino a comprendere il tema della multiculturalità, dei diritti dell’altro, la necessità della salvaguardia delle radici. Da qui sono passate migliaia di persone e centinaia di musicisti, scrittori, danzatori e danzatrici, cantanti, intellettuali, politici e il premio Nobel per la Pace Rigoberta Menchú.

Come sempre il pranzo è autogestito dai singoli partecipanti mentre l’organizzazione offre vino e pane (finché ce n’è) e mette a disposizione di tutti bracieri per gli arrosti.

Tra gli ospiti di questa edizione

ARTISTI PER IL PRIMO MAGGIO

Alcuni dei protagonisti della musica popolare di riproposta si ritroveranno per un viaggio nella musica di tradizione orale del Salento; un omaggio alla memoria dei grandi cantori testimoni della cultura contadina.

NINFA GIANNUZZI, RACHELE ANDRIOLI, SIMONA GUBELLO E MELI HAJDERAJ in Rosamarino anteprima

Rosamarino, così in passato veniva chiamata la pianta di rosmarino: una delle spezie più antiche e comuni, diffusa in tutto il Mediterraneo. Ed è proprio dal patrimonio ritmico-sonoro di quest’area che il progetto discografico trae ispirazione, attraverso le voci di quattro diverse interpreti capaci di creare una vera e propria architettura vocale. Con Rosamarino entriamo in un mondo inedito, fatto di forti suggestioni emotive e quasi ‘paesaggistico-olfattive’; ogni brano è capace di conservare la propria radice di appartenenza, ma al tempo stesso diventa nuovo grazie a un uso sapiente del canto che trova nell’elettronica una fine cesellatura. Progetto realizzato e promosso con il sostegno di Puglia Sounds Record 2016, in uscita a metà maggio.

 

MASCARIMIRÌ in Pizzica dance hall partyanteprima

Un Dj/live set targato Mascarimirì dove la musica salentina incontra il Sound System per avvicinarsi ai codici musicali contemporanei offrendo un spettacolo tutto da ballare, all’insegna della circolarità che lega tamburrello vinile e CD. Progetto realizzato e promosso con il sostegno di Puglia Sounds Record 2016, in uscita a metà maggio.

 

MANIFATTURA CLANDESTINA

La band nasce nel 2005 dall’esigenza di conciliare musica e impegno sociale. A ritmo di folk il gruppo suona e canta il quotidiano e il sogno di un mondo migliore possibile. La formazione è composta da Fly alla voce e chitarra ritmica, Marikko alla batteria, Massimiliano Pasca al basso, Daniele Papadia alla chitarra solista, Demo alle tastiere ed Emanuele Massafra al violino.

 

SOMBRA NEGRA, uno sguardo al Sud America

Un sound che ci porta tra Spagna e Sud America. Flamenco e pachanga costituiscono il pretesto per un ritmo caldo e coinvolgente fatto di sonorità contemporanee. Il set percussivo di Tommaso Di Marzio si fonde con la chitarra flamenca di Stefano Calò e la voce suadente di Simona Cava.

 

DA ZERO WEBRADIO STEF NUTZ IN DJ SET

Conduttore della trasmissione “Borderò” su ZeroWebRadio proporrà pezzi pop, classic rock e surf degli anni 60/70/80/90.

Il programma può essere suscettibile di variazioni.

 

* * *

IL PESO DELLA CULTURA – Leggo per legittima difesa. (Woody Allen)

In occasione della festa del Primo Maggio sarà possibile acquistare una sporta di libri al chilo. Il peso dei libri è il simbolo della certezza fisica e materiale del peso della conoscenza e dell’informazione, perché chi legge ha una marcia in più, perché leggere rende liberi, perché i libri diventino compagni irrinunciabili.

 

MOSTRA FOTOGRAFICA

ALLA PERIFERIA DELL’IMPERO. Viaggio fotografico nel Salento del Ventennio

Immagini che ricompongono vent’anni di storia del Salento all’interno della più grande storia nazionale e internazionale. Dal tormentato primo dopoguerra alla violenza del nascente regime fascista, dalle diverse fasi della dittatura fino alle drammatiche vicende della guerra: gli scatti raccolti e messi in mostra – supportati da documenti inediti privati e d’archivio, testimonianze orali, estratti della stampa dell’epoca – aprono uno sguardo vivido e partecipe sull’enormità della tragedia che accomunò milioni di esseri umani.

 

La foto del manifesto è di Raffaele Ballirano, vincitore della quarta edizione del concorso “Uno scatto per il Primo Maggio”. La giuria composta da Valeria Potì, Carlo Elmiro Bevilacqua e Luigi Chiriatti, ha premiato il fotografo con la seguente motivazione: «Scegliendo questa foto la giuria ha inteso guardare al mondo del lavoro in termini positivi e propositivi, affidando dunque all’immagine selezionata il compito di raccontare il lavoro come sacrificio che produce risultati, cogliendo un particolare dell’arte della panificazione, proprio quando la cronica assenza di occupazione assume risvolti drammatici. Siamo al cospetto di un mestiere antico, quello del panettiere, che richiede profonda dedizione e sacrificio, pazienza e amore, anche in considerazione dei turni e dei tempi di svolgimento che questo comporta. Questi gli ingredienti migliori per ottenere buon pane e, forse, per ripensare a un futuro dove lavoro e dignità del lavoratore assumano la centralità che meritano così come cita l’articolo primo della nostra costituzione.»

Le immagini più significative dei partecipanti al concorso sono raccolte nel booklet sfogliabile qui.

 

COME ARRIVARE

Kurumuny è sita nelle campagne di Martano (nei pressi dell’uscita per Castrignano de’ Greci). Le ultime due vie mappabili sono via Atene e via Don Mauro Cassoni.

 

Qui sotto è disponibile il modulo di iscrizione, necessario per il tesseramento.

Stampando, compilando e consegnando all’ingresso il modulo d’iscrizione eviti la coda.

 

MODULO ISCRIZIONE

Info:

www.kurumuny.it

info@kurumuny.it | 3299886391 | 0832801528

https://www.facebook.com/Kurumuny

Una rassegna di incontri, musica e letteratura al chiaro di luna

sentieri

SENTIERI A SUD

 Rassegna di incontri, musica e letteratura al chiaro di luna

 3 | 9 | 17 e 3o luglio 2015

 

Località Kurumuny (Martano)

 

Torna puntuale ogni estate “Sentieri a Sud”, la rassegna dedicata alle produzioni e agli attraversamenti culturali, tra musica e poesia, documentario e racconto, cultura antica ed evoluzioni moderne: uno spazio di confronto in un luogo ricco di storia e di storie.

 

“Sentieri a Sud” nasce con l’idea di offrire, in uno spazio fisico e un luogo dell’anima, idee e visioni su una terra che è lembo estremo ma anche crocevia di popoli; raccontare un territorio mutato, percorso da numerose correnti che cercano espressione.

 

Ci piace pensare che questa rassegna sia una chiave di lettura, un modo per entrare in una terra in punta di piedi, a scoprirne criticità e bellezze. La ricerca di uno sguardo altro, attraverso le nuove voci di questa “isola sonante”. Il Salento è finis terrae e può offrire orizzonti, luci, profumi, sapori e calore umano anche attraverso una rassegna di musica e letteratura al chiaro di luna.


Primo sentiero

Venerdì 3 luglio ore 21.00

• Tra racconto e musica.

Incontro-intervista con Antonio Castrignanò, a cura di Azzurra De Razza.

 

A seguire, live con

Antonio Castrignanò (voce e percussioni), Andrea Doremi (tuba), Rocco Nigro (fisarmonica) e Gianluca Longo (mandola).

Mara la fatìa. Storie di pizziche, tarante e tarantelle è il primo lavoro da solista di Antonio Castrignanò. Il progetto è ispirato a un Salento arcaico imbastito tra scorci di vita quotidiana da cui emergono fatiche, lavoro ma anche amori, speranze e sogni. A cinque anni di distanza, l’album continua a raccontare storie “vecchie” ma senza tempo che narrano sofferenze e privazioni, sfruttamento e lavoratori senza dignità, soggetti cui sorprendentemente i canti sembrano adattarsi, quasi il mondo non fosse mai cambiato. Sbrogliando i legami con un passato cristallizzato, Castrignanò mette la tradizione in movimento, nutrendola con contenuti inediti, ricamandoli con uno stile “antico” dalla matrice territoriale riconoscibile, lo stesso che ha appreso spontaneamente cantando e suonando con gli anziani del suo paese: sarà per questo amore carnale per il Salento che Mauro Pagani lo ha definito “ambasciatore e servitore orgoglioso” della sua terra.

Antonio Castrignanò, musicista salentino, voce e tamburo de La Notte della Taranta, ha suonato e collaborato con artisti come Stewart Copeland, Mauro Pagani, Giuliano Sangiorgi, Negramaro, The Chieftains, Goran Bregovic, Ballakè Sissoko, Ludovico Einaudi, Marcan Dede. Tra i personaggi simbolo della riscoperta tradizione musicale del Salento, musicista eclettico, ha composto le musiche per numerosi film, tra cui la colonna sonora di Nuovomondo del regista Emanuele Crialese. Fomenta, il suo nuovo progetto discografico, è un’ulteriore svolta nella sua già eclettica proposta artistica che lo vede coinvolto nelle incursioni elettroniche maturate insieme al produttore e dj turco Mercan Dede.

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Secondo sentiero

 

Giovedì 9 luglio ore 21.00

• Presentazione del libro con cd musicale

Guerra, fichi e balli.

 

Nel corso della serata, contributi e testimonianze di Rocco Nigro, Renato Grilli e Luigi Chiriatti.

 

A seguire, performance live con Renato Grilli (voce narrante) e musica dal vivo di Rocco Nigro (fisarmonica) e Francesco Massaro (clarinetti).

 

Esposizione e proiezione delle tavole di Marco Cito e performance di danza con Laura De Ronzo.

 

Terzo sentiero

Venerdì 17 luglio ore 21.00

• Concerto di presentazione del disco La Rocha.

Intervista alla band a cura di Ennio Ciotta.

Proiezione del videoclip Un re, regia di Lucio Toma.

 

Quarto sentiero

Giovedì 30 luglio ore 21.00

Dalla sofferenza all’affermazione del sé.

Il tarantismo mezzo secolo dopo Ernesto de Martino.

• Anteprima del libro Interviste sul tarantismo, di Sergio Torsello

A seguire, performance live con gli artisti del collettivo Pizzica pizzica roots music from Salento.

 

L’evento si svolgerà in collaborazione con le associazioni suDanzare e SoniBoni che terranno nel pomeriggio, in località Kurumuny, conferenze e workshop conclusivi del progetto “Tarantella, danza del Mediterraneo”.

 

Gli incontri sono a ingresso libero

COME ARRIVARE

* * *

www.kurumuny.it | info@kurumuny.it

Tel e Fax 0832 801528 | mob. 3299886391

Sentieri a Sud

Kurumuny
presenta
SENTIERI A SUD
Rassegna di incontri, letteratura, visioni
e musica al chiaro di luna

 
 
Sentieri a Sud è un’occasione per ritrovarsi al di là dei rumori della quotidianità, per sentire ancora il Sibilo Lungo della terra e condividere momenti intensi, fatti di poesia, letteratura, canto e musica, modalità espressive legate profondamente alla terra e ai suoi uomini.
Quattro incontri in compagnia di artisti, scrittori, registi, ricercatori spaziando attraverso arte, storia, politica, musica e visioni: uno scambio che è anche relazione, in un luogo altro, quasi ai margini, un luogo dell’anima che però diventa realtà concreta.
La partecipazione è aperta a tutti e l’ingresso è gratuito.
 
 
quarto sentiero – la festa
12 agosto ore 21.00
 
Presentazione del libro con cd musicale
  Uccio Bandello – la voce della tradizione
 
Il lavoro, un omaggio a uno dei più grandi cantori del Salento a più di dieci anni dalla sua scomparsa, è anche motivo per ripensare a queste grandi figure – alberi di canto – e al ruolo di primissimo piano che hanno ricoperto.
 
Prenderanno parte alla presentazione gli autori degli interventi di cui si compone il book-let:
Tonio Bandello (figlio di Uccio); Luigi Chiriatti (curatore del volume); Flavia Gervasi (dottoranda presso l’università di Montreal); Sergio Torsello (Responsabile scientifico Istituto Diego Carpitella).
 
A seguire intervento musicale a cura dei cantori di Martano.

 
Il Libro
Per capire la storia di un popolo bisogna conoscerne il ritmo, la musica, la

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!