La nobiltà gallipolina nel Settecento

di Luigi Giungato

La vita pubblica di Gallipoli è stata contrassegnata, nel corso dei secoli, forse sin dal XV, dal predominio esercitato dal ceto della nobiltà, vera o presunta, appannaggio di poche famiglie che hanno gestito tutte le vicende politico-amministrative.

Nella seconda metà del XVIII secolo, quando le nuove dottrine politiche cominciarono a diffondere in Europa gli importanti principi della libertà e dell‘eguaglianza, tutti i livori di casta che col tempo si erano sedimentati avevano creato un dualismo municipale che, distruggendo ogni armonia fra i cittadini, determinarono le prevedibili vendette personali e le forti tensioni sociali tra i componenti dei diversi ceti.

Sino a quegli anni un ristretto gruppo di persone appartenenti al primo ceto,

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!