Lu curfu ti mare, ovvero Porta di mare, son qui!

di Armando Polito

Il 29 aprile u. s. su http://www.portadimare.it/#top è stato pubblicato un post, corredato di due foto una delle quali qui replico, che chiunque potrà leggere all’indirizzo http://www.portadimare.it/cronaca/6063-foto-cufiu-di-mare

Santa Caterina. Foto di Totò Marra
Santa Caterina. Foto di Totò Marra

La redazione di Porta di mare, bontà sua!, mi ha citato come … l’ultima spiaggia per individuare l’etimo di curfu (questo è il nome con cui ho sentito da sempre indicare il fenomeno a Nardò) e ha riportato due ipotesi tratte dal web.

Essendo stata disattivata la possibilità di mandare commenti (a meno che negli ultimi tempi non sia tanto rincoglionito e cecato da non capire o vedere da dove si accede), lo faccio da qui, nella speranza di essere letto dagli interessati.

Per quanto riguarda la prima ipotesi (Corfù) non ho notizia che lì il fenomenosarebbe  particolarmente frequente e credo che lo stesso si formi in loco o, comunque, a non molta distanza dalla costa; tutto ciò finisce per conferire meno valore di quanto non abbia alla motivazione “perché il fenomeno viene dal mare”, a parte il fatto che si dovrebbe giustificare lo spostamento d’accento da Corfù a curfu.

La seconda contiene una descrizione fedele del fenomeno, anche se mette in campo due presunte varianti: cufu, mai sentito, e cùfiu, che però a Nardò usiamo per indicare il frutto che non si è completamente formato, parola che è dal greco moderno κούφιος (leggi cùfios)=vuoto, dal classico κούφος  (leggi cufos) con lo stesso significato. A parte la descrizione esatta, di etimologico non c’è granché, se non che cufu/cùfiu sarebbero voci antichissime. Eppure mancava poco per arrivarci …

Curfu è dal latino medioevale culfu(m) (da cui l’italiano golfo), trascrizione del greco tardo κόλφος (leggi colfos), a sua volta dal classico κòλπος (leggi colpos)=golfo, insenatura, tratto di mare. Curfu, perciò, avrebbe assunto il suo significato per slittamento metonimico (dal luogo in cui il fenomeno si verifica al fenomeno stesso).

Redazione di Porta di mare, prima di farmi, eventualmente, i complimenti, pensaci su! Potresti essere naufragata proprio sull’ultima spiaggia, quella di un’isola deserta e senza un filo d’erba …

________

1 Sul fenomeno noto come “mare fumante”, da cui il fumore gallipolino segnalato, dovuto ad evaporazione, vedi  http://books.google.it/books?id=8KQVSi5W5osC&pg=PA170&dq=%22mare+fumante%22&hl=it&sa=X&ei=zQGAUab1JIiFtAbN4oD4CA&ved=0CDMQ6AEwAA#v=onepage&q=%22mare%20fumante%22&f=false

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!