Albicocche salentine. Verso la fine?

 

di Massimo Vaglio

Fortunatamente, l’arnacocchia a Galatone si coltiva ancora e chi le volesse assaggiare da fine di maggio sino a quasi tutto il mese di giugno le può trovare ancora con una certa facilità presso i produttori e i fruttivendoli del luogo, non si rischia il bidone, se quando le assaggerete le troverete subblimi, saranno di sicuro loro. SEMPLICEMENTE SPETTACOLARI!!!

Se invece di fare chiacchere, qualche ente territoriale pronto a parole in qualunque momento a dichiararsi paladino della biodiversità… bla, bla, bla, e parlo di: Comune, Provincia, Regione, volessero salvaguardare questa meritevole cultivar (di cui ho scoperto esistono almeno tre cloni differenti, tutti strepitosi) basterebbe che investissero qualche migliaio di euro e il gioco sarebbe bello che fatto.

Basterebbe che facessero innestare qualche migliaio di astoni da un vivaio specializzato e certificato per poi consegnarli a dei coltivatori custodi. Ma evidentemente un investimento di poche migliaia di euro non “alletta” nessuno, e prima o poi la nostra arnacocchia si estinguerà!!!

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!