Laboratori tattili

locandina-1

di Adalgisa Romano

L’idea progettuale è un laboratorio di formazione emozionale che coinvolga i bambini di una età compresa tra i sei e i dieci anni. Tale laboratorio utilizza metodologie attive che guardano al coinvolgimento e alla partecipazione dei bambini nel processo di apprendimento. L’attività progettata adopera il campo espressivo dell’arte. Il presupposto di base è che attraverso il linguaggio emotivo, espressione del linguaggio artistico, il bambino possa, oltre ad acquisire delle conoscenze in campo artistico, giungere a una maggiore consapevolezza, gestione ed espressione delle proprie emozioni.

 

Giocare con il tatto allarga il campo delle percezioni, offre una base sempre più solida nello sviluppo dell’intelligenza, l’affinamento dei sensi indispensabile a preparare l’individuo alla vita pratica nell’ambiente. Il gioco per il bambino è un’esperienza totalizzante; nell’infanzia il gioco è fondamentale quanto il cibo e il sonno.  Il bambino non conosce altro modo per vivere e “abitare” il mondo se non attraverso il gioco. I laboratori di gioco con l’arte partono, appunto, dal gioco per stimolare la creatività e il pensiero progettuale nei bambini.

 

Finalità

 

  • Favorire lo sviluppo della comunicazione non verbale attraverso l’attività artistica.
  • Sviluppare le potenzialità del bambino a livello globale e offrirgli gli strumenti per esprimere tali potenzialità e canalizzarle positivamente nel mondo relazionale.
  • Accrescere l’autostima, la fiducia in sé,potenziando le capacità comunicative.

 

Obiettivi

 

  • Stabilire una relazione empatica
  • Sviluppare la consapevolezza dell’io corporeo attraverso l’attività del fare.
  • Potenziare le capacità attentive e mnestiche
  • Stimolare la creatività
  • Stimolare all’affettività e alla collaborazione

 

Metodologia

 

Il laboratorio adotta e sperimenta il metodo Bruno Munari che aiuta i bambini a usare tutti i sensi, a costruire e reiventare da soli il loro mondo. Esperienze plurisensoriali, giochi, libri e messaggi tattili, costruzioni con vari materiali ”viaggi” nel mondo dei colori, dei segni, dei sentimenti e delle emozioni. Un invito a riscoprire la propria creatività lasciandosi andare. Inoltre il laboratorio utilizza un approccio concertativo-partecipato per favorire il dialogo e lo scambio comunicativo tra i partecipanti.

 

Collaborazioni e partner del progetto

Espéro – Azienda Spin off dell’Università del Salento;

Cattedra di Pedagogia Sperimentale – Facoltà di Scienze della Formazione Università del Salento;

P.Art –  Produzioni Artistiche – Laboratorio Urbano Palazzo della cultura – Galatina;

Museo “P. Cavoti” . Galatina;

Masseria didattica “Lu Pirazzu” – Galatina;

 

 

Iniziativa che si svolgerà in tre momenti:

 

Giocare con l’arte, in serra

data 1 maggio 2013 Serra Eurogarden Collemeto – Galatina

 

Giocare con l’arte, i teatrini di G. Martinez

data:12 maggio 2013 Museo “P. Cavoti” e P.ART. presso P. della cultura – Galatina

 

Giocare con l’arte, il pane in festa

data: 2 giugno 2013 Masseria didattica “Lu Pirazzu” Galatina

 

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!