Lo stemma asburgico della chiesa del SS. Crocifisso di Latiano

Lo stemma asburgico della chiesa del SS. Crocifisso di Latiano

Le pietre raccontano: lo stemma asburgico della chiesa del SS. Crocifisso di Latiano, una traccia dell’architettura latianese del XVI secolo di Marcello Semeraro   Premessa L’identificazione di stemmi anonimi raffigurati su dipinti, monumenti, edifici, chiese e altri manufatti è un’operazione molto utile nel lavoro di ricerca dello storico e dello storico dell’arte. Molto spesso, infatti,…

Brindisi e il suo porto in una carta aragonese del XV secolo

Brindisi e il suo porto in una carta aragonese del XV secolo

di Armando Polito L’immagine di testa è un dettaglio della carta che ho avuto occasione di presentare in http://www.fondazioneterradotranto.it/2017/02/05/lecce-porto-s-cataldo-cosi-al-tempo-adriano/. Credo sia ormai evidente che il mio scopo è quello di suscitare curiosità, nella speranza che qualcuno dei pochi pazzi (tali sembrano, di fatto, alla cultura dominante) ancora in giro, tra cui il sottoscritto, contribuisca con…

Il nostro idiota e suicida abbarbicamento al presente

Il nostro idiota e suicida abbarbicamento al presente

di Armando Polito *Mi chiedo come mai sei arrivato alla tua età senza diventare dirigente o ministro …   Il perverso disegno politico di pascere i cittadini nell’ignoranza per farne, senza che se ne rendano conto, sudditi più scodinzolanti di un ingenuo cagnolino è giunto quasi a compimento e i frutti ormai sono tanto evidenti…

Come un’orchidea BIANCA, poesie di Lilli Pati

Come un’orchidea BIANCA, poesie di Lilli Pati

di Paolo Rausa Dalla prosa alla poesia, dal romanzo alle liriche. Lilli Pati ha esordito due anni fa con una dichiarazione d’amore. Tale è la storia narrata in ‘Il richiamo dello scrigno’, inteso come luogo in cui si conservano le perle del cuore, i tesori invisibili, quelli che troviamo in fondo all’anima e che l’autrice…

Antonio de Ferrariis, detto il Galateo, l’antico proverbio e la propaganda augustea

Antonio de Ferrariis, detto il Galateo, l’antico proverbio e la propaganda augustea

di Nazareno Valente Degli altri colleghi storici Tucidide faceva di tutta un’erba un fascio considerandoli dei semplici logografi («λογογράφοι»), vale a dire narratori che miravano al diletto degli ascoltatori e non certo alla verità1 con l’unico intento, pertanto, di produrre belle storie da declamare in pubblico, senza preoccuparsi della loro fondatezza. Sebbene non l’affermasse esplicitamente,…

Taranto, Falanto, la Pizia, e i pidocchi

Taranto, Falanto, la Pizia, e i pidocchi

di Armando Polito Nella prima immagine la Mappa di Soleto (V secolo a. C.?1), in cui con l’ellisse tratteggiata in rosso ho evidenziato il nome della città: ΤΑΡΑΣ ( leggi Taras); nella seconda Falanto in una moneta tarantina del III secolo a. C; nella terza una moneta di Crotone, della fine del V secolo a….

Lecce: il porto di S. Cataldo era così al tempo di Adriano?

Lecce: il porto di S. Cataldo era così al tempo di Adriano?

di Armando Polito Odio la premessa perché il più delle volte foriera di prolissità, ma questa volta è doveroso farla, soprattutto per ringraziare Fernando La Greca, ricercatore di Storia Romana presso l’Università di Salerno, che, con generosità insolita per il mondo accademico (quello italiano, lo straniero non so …) mi ha fatto conoscere l’immagine di…

Taranto in una tavola del 1545

Taranto in una tavola del 1545

di Armando Polito Probabilmente è la più antica veduta a stampa di Taranto. La tavola è a corredo di In descriptionem  Graeciae Sophiani praefatio, opera  di Nicola Gerbelio uscita per i tipi di Oporino a Basilea nel 1545 (la data si ricava dal colophon che di seguito riproduco dopo il frontespizio).   Nicola Gerbelio (Nicolaus…

Annali di vita salentina: gli sposi di Monteruga

Annali di vita salentina: gli sposi di Monteruga

  di Rocco Boccadamo Fino agli anni quaranta/cinquanta dello scorso secolo, la mappa della Penisola Salentina evidenziava nitidamente, sia sotto lo stretto profilo fisico e/o naturale, sia secondo il sentire e la conoscenza della gente, un particolare tratto di territorio, incuneato, quasi a lambirne i confini ufficiali, fra le provincie di Lecce, Brindisi e Taranto….

Taranto e il suo stemma

Taranto e il suo stemma

di Armando Polito L’immagine, tratta da https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=44380,  è quella dell’attuale stemma (d’azzurro, al delfino nuotante e cavalcato da un Dio marino nudo sostenente nel braccio sinistro un panneggio svolazzante e con la destra scagliante il tridente, al capo cucito di rosso centrato, caricato della conchiglia d’oro, posta fra la leggenda “Taras”) adottato con decreto del…

Per troppa luce, un romanzo di Livio Romano. Una lezione di stile

Per troppa luce, un romanzo di Livio Romano. Una lezione di stile

di Annalisa Presicce Par di cadere straordinariamente in mezzo alle parole. L’occhio tenta linee a ogni pagina che stende ma pronto lo scrittore traccia curve e dossi in cui inciampare arrotondandosi e pietruzze su cui inchiodarci i nudi alluci e ancora acque impetuose da cui strabordare sgomenti. Fuori da ogni mappa e lontani da uno…

Montesardo e i suoi due famosi Geronimo/Girolamo

Montesardo e i suoi due famosi Geronimo/Girolamo

di Armando Polito immagine tratta da http://www.lameta.net/blogsalento/?attachment_id=275 Può sembrare uno stupido campanilismo, con la globalizzazione in atto, soprattutto se detto da me che, pur legato alla mia terra, mi dichiaro e mi sento cittadino (se lo dimostro non sta a me giudicarlo) del mondo, non poter negare che ogni terra rimane nella memoria più o…

Noi, stranieri due volte – L’emigrazione salentina nel secondo dopoguerra

Noi, stranieri due volte – L’emigrazione salentina nel secondo dopoguerra

di Gianni Ferraris Il neo dottor Simone de Luca si è da poco laureato in Scienze della Comunicazione con un’interessante tesi in Storia Contemporanea: Noi, stranieri due volte – L’emigrazione salentina nel secondo dopoguerra. Una migrazione, come dice nell’introduzione, che “[…]risulta quella meno trattata nella ricerca storiografica sull’emigrazione italiana. Andreina De Clementi attribuisce questa minore…

La pazienza? È agli sgoccioli

La pazienza? È agli sgoccioli

di Armando Polito La menzogna, senza ritegno e ricorrente, contraddistingue le dichiarazioni di coloro che si sono impossessati del nostro destino, senza che la volontà popolare attribuisse loro quello che un tempo era considerato un onore ed un impegno da far tremare anche le persone più adatte ad interpretare quel ruolo, sinonimo di  consapevole e…

Benny Benack III dagli Stati Uniti e il suo Italian Quartet incontrano il Salento con i Bija

Benny Benack III dagli Stati Uniti e il suo Italian Quartet incontrano il Salento con i Bija

iQdB Edizioni di Stefano Donno con The Doors di Giuseppe Calogiuri a Salento incontra gli Stati Uniti a Taurisano A Taurisano di scena la grande musica jazz. Benny Benack III dagli Stati Uniti e il suo Italian Quartet incontrano il Salento con i Bija. Evento speciale il 19 gennaio con la seconda edizione di OdA…

La terra d’Otranto nella prima carta moderna a stampa dell’Italia.

La terra d’Otranto nella prima carta moderna a stampa dell’Italia.

di Armando Polito Con il moderna del titolo ho esagerato, ma solo di dieci anni per difetto. Mentre, infatti, il genovese Cristoforo Colombo scopriva l’America nel 1492, il fiorentino Francesco Berlinghieri aveva già nel 1482 pubblicato un’edizione in terza rima della Geografia di Claudio Tolomeo corredata da 31 tavole, del cui autore s’ignora il nome:…

Cosimo Morieri: ferro e legno… che passione

Cosimo Morieri: ferro e legno… che passione

    di Maria Antonietta Bondanese Osserva, valuta, progetta. Con gesti sapienti realizza quindi piccoli e grandi manufatti. Bambino di ieri, costruisce trottole (curupizzi), raganelle, rocchetti (yo-yo) evocando l’allegria e la spensieratezza dei passatempi di una volta, quando i giochi si facevano per strada, in gruppo, ‘armati’ di noccioli di frutta, sassi, tappi di bottiglia e…

I due Antonio nella pescheria, cicorie e finocchi dal sapore di neve

I due Antonio nella pescheria, cicorie e finocchi dal sapore di neve

  di Rocco Boccadamo Anche stamani, veloce puntata, sempre piacevole e gradita, nei miei conclamati luoghi dell’anima, Castro e Marittima, con immancabile passaggio, e conseguente fugace sguardo innamorato, al cospetto dell’insenatura “Acquaviva”, minuscolo sito naturale di struggente bellezza. Come accade di solito, la prima sosta della “Golf” è sull’uscio della pescheria per antonomasia della Perla…

Il freddo passa, le parole restano

Il freddo passa, le parole restano

di Armando Polito * Senza questo freddo e se non avessimo il pelo lungo, ci tratterebbe così?   Qualche giorno ancora e la nevicata che ha insolitamente imbiancato il Salento sarà relegata nell’album dei ricordi, dopo aver vissuto qualche ora di gloria su Facebook e simili, grazie a riprese, anche con i droni, impensabili fino…

Orient Express. Il binario è vuoto

Orient Express. Il binario è vuoto

di Pier Paolo Tarsi Nel centro storico di Lecce c’era un vecchio trenino a vapore pronto alla partenza sul binario per l’oriente eppure sempre là, immobile, come fosse un dipinto su una parete. In serata o a tarda notte potevi salire, solo o in compagnia, non importava, trovavi comunque il tuo comodo posto in carrozza….

Nardò e il ponte perduto

Nardò e il ponte perduto

di Armando Polito   L’immagine è un dettaglio della mappa di Nardò pubblicata da Jean Bleau nel 1663 in Theatrum civitatum nec non admirandorum Neapolis et Siciliae regnorum (Rappresentazione delle città nonché delle cose degne di ammirazione di Napoli e dei Regni di Sicilia). Questo post ruota tutto attorno al dettaglio n. 4 che nella…

Ciò che bisogna sapere sulle uova

Ciò che bisogna sapere sulle uova

di Massimo Vaglio E’ nato prima l’uovo o la gallina? Secondo la scienza, l’uovo. Le prime uova di uccello risalgono a duecento milioni di anni fa, mentre le uova fossili più antiche ritrovate appartenevano a rettili, deposte ben trecentocinquanta milioni di anni fa dai captorinomorfi, il gruppo di rettili più primitivo. Storicamente l’uovo è sempre…

Ventagli d’autore per santi patroni

Ventagli d’autore per santi patroni

Il Vento Devoto Ventagli d’Autore per Santi Patroni di Antonio Chiarello Storia, immagini, collezioni di un oggetto devozionale   Dopo varie tappe nel basso Salento, la mostra itinerante “Il Vento Devoto” fa tappa a Novoli in occasione dei festeggiamenti per S. Antonio Abate e la relativa Fòcara. Progetto artistico /editoriale ideato da Antonio Chiarello, è…

Nnaspru: la cosa non è facile …

Nnaspru: la cosa non è facile …

di Armando Polito Il periodo festivo è ormai alle nostre spalle e probabilmente nel corso di qualche riunione conviviale qualcuno più giovane non indaffarato nell’uso del telefonino sarà sobbalzato nel sentire dalla nonna (più difficile dalla madre, capace, come me, di preparare solo un uovo alla coque …) un’espressione del tipo – Mannaggia, lu nnaspru…

Boccadamo e il suo “Luca e il bancario”

Boccadamo e il suo “Luca e il bancario”

Domenica 8 gennaio 2017, alle ore 19.30, presso l’Associazione culturale “Fondo Verri”, in Lecce, Via S. Maria del Paradiso 8/A (Porta Rudiae), nell’ambito della rassegna “Le mani e l’ascolto” 2016/2017, avrà luogo la presentazione dell’ultimo libro dello scrittore e giornalista salentino Rocco Boccadamo “Luca e il bancario“, Spagine Fondo Verri Edizioni, dicembre 2016. Insieme con…

Il vincotto

Il vincotto

di Massimo Vaglio Il cosiddetto vincotto è un denso sciroppo che si ottiene facendo bollire lungamente il mosto d’uva appena ricavato dalla pigiatura dei grappoli. Prima che inizi a fermentare il mosto viene filtrato e posto in una caldaia riempiendola per metà, in quanto, quando questo giunge ad ebollizione, monta. Viene fatto bollire lentamente e…

2017: il mio augurio non convenzionale
Al giro di boa, su rotta 75

Al giro di boa, su rotta 75

di Rocco Boccadamo   Non per mero vezzo, ma del tutto spontaneamente, così mi viene di appellare, beninteso con ovvio riferimento soggettivo, il compimento dell’almanacco 2016. Tuttavia, con pari schiettezza intellettuale, devo subito annotare che la cospicua cifra, integrante in senso anagrafico l’intestazione di queste note, non è da me avvertita alla stregua di un…

Nardò: un passaggio antiallagamento del XVII secolo in zona Parapuerti

Nardò: un passaggio antiallagamento del XVII secolo in zona Parapuerti

di Armando Polito Nell’immagine l’attuale stato, alla confluenza delle vie Regina Elena, Agostino De Pretis, Madonna di Costantinopoli e Cimitero. Ecco come si presentava lo stesso sito nel dettaglio tratto dalla mappa di Nardò del Blaeu (1663): Quella contrassegnata con il numero 3 era una cosiddette porta falsa, cioè un varco nelle mura più piccolo…

Le masserie come basi strategiche della guerriglia antiunitaria in Terra d’Otranto

Le masserie come basi strategiche della guerriglia antiunitaria in Terra d’Otranto

  Le masserie come basi strategiche della guerriglia antiunitaria. L’editto prefettizio di chiusura, e il reclamo dei massari di Sava   di Gianfranco Mele Le problematiche legate all’unificazione del Regno e alla resistenza antiunitaria investono e sconvolgono, come tanti altri paesi, anche la tranquilla cittadina di Sava, che ne è coinvolta, nel periodo di maggior…

Lu cuntu ti Natale… (in dialetto salentino)

Lu cuntu ti Natale… (in dialetto salentino)

Natale a ‘mParadisu Misteri, prodigi e fantasie nell’antica Terra d’Otranto   di Antonio Mele ‘Melanton’   Quando non ci saranno più racconti da raccontare finiranno davvero tutti i sogni.   Questa non è una leggenda. È un fatto miracoloso e realmente accaduto, scritto sui libri delle fate, che si raccontava di casa in casa e…

Omaggio ad Antonio Baldari

Omaggio ad Antonio Baldari

Omaggio ad Antonio Baldari, una tre giorni all’Arci di Galatone (Le) per ricordare l’uomo e l’artista, strenuo difensore della terra salentina di Paolo Rausa L’Arci Rosa Luxemburg, a Galatone, nell’entroterra salentino di Gallipoli, la bella, il 27 28 e 29 dicembre dedica una serie di iniziative per ricordare Antonio Baldari, grande combattente per la libertà…

Gesù bambino in alcune marche editoriali cinquecentesche

Gesù bambino in alcune marche editoriali cinquecentesche

di Armando Polito Leggendo un titolo simile chiunque penserebbe che marche di tal fatta  siano appartenute ad editori specializzati in pubblicazioni di carattere religioso. Lo pensavo, prima di partorirlo,  anch’io quando mi sono imbattuto nel primo titolo: Missale secundum chorum alme Ecclesie Strigoniensis, Urbano Kaym, Venezia, 1518. La marca mostra la Madonna in piedi, con…

Una triste storia di Natale accaduta all’alba dell’Unità d’Italia

Una triste storia di Natale accaduta all’alba dell’Unità d’Italia

Il pastorello e gli scarponi Pasquale non aveva mai calzato un paio di scarpe; quando decise di farlo, per tener fede ad una promessa d’amore, pagò un prezzo altissimo   di Rino Duma   Premessa Il fatto che sto per raccontare è realmente accaduto poco dopo l’Unità d’Italia a Picerno, un paesello dell’alta Basilicata, che…

Buon  Natale …  dal dottor Jekyll e da mister Hyde

Buon Natale … dal dottor Jekyll e da mister Hyde

di Armando Polito Affermo di non aver assunto nessuna pozione e che tutto ciò che seguirà è frutto di una coscienza sempre vigile, anche se piuttosto tormentata e che il mio aspetto fisico, a differenza di quanto succedeva al personaggio creato dalla fantasia di Robert Louis Stevenson,  resterà immutato (guardandomi allo specchio non saprei dire…

Lecce capitale del teatro e delle arti per le nuove generazioni grazie a “Kids”

Lecce capitale del teatro e delle arti per le nuove generazioni grazie a “Kids”

di Tore Scuro Il mondo salvato dai ragazzini. Circa 20 compagnie provenienti dall’Italia e dall’estero impegnate in dodici giorni di programmazione con 30 spettacoli per 60 repliche complessive, incontri, laboratori, una mostra, un mercatino del baratto e una festa/concerto finale: da mercoledì 28 dicembre a domenica 8 gennaio Lecce diventa capitale del teatro e delle…

E’ Natale

E’ Natale

  di Maria Grazia Presicce In questa strana società indaffarata bizzarra confusa frettolosa e superficiale è difficile cogliere quelle sfumature semplici e genuine che accompagnavano gli antichi riti delle ricorrenze festive. Tutto oggi è usa e getta, cosicché anche sensazioni e sentimenti son diventati plastica per i più. Anche il Natale, quindi, è solo festa…

Libri| Luca e il bancario

Libri| Luca e il bancario

E’ appena  uscito, per i tipi di Spagine Fondo Verri Edizioni, il nuovo libro del giornalista e scrittore salentino Rocco Boccadamo “LUCA e il BANCARIO”, tredicesima raccolta di narrazioni  avente, al pari delle precedenti, il sottotitolo di “Lettere ai giornali e appunti di viaggi”. Prefazione di Ermanno Inguscio e postfazione di Giuliana Coppola. Una sintesi…

Nardò. Una discutibile rampa a ridosso della chiesa dei Paolotti

Nardò. Una discutibile rampa a ridosso della chiesa dei Paolotti

di Marcello Gaballo E’ stato subito allarme generale tra la popolazione più sensibile nel rilevare la rampa per i diversamente abili realizzata in questi giorni a ridosso del prospetto laterale della chiesa di San Francesco da Paola, nota come “Paolotti”, su Via Roma, nelle vicinanze del Castello e Municipio. Il progetto, in cantiere da diversi…

Note sulla chiesa dei Paolotti a Nardò

Note sulla chiesa dei Paolotti a Nardò

di Marcello Gaballo Sorta su una preesistente chiesetta dedicata a S. Maria di Costantinopoli o del Canneto, fu ricostruita dal duca di Nardò Belisario II Acquaviva d’ Aragona (1569-1623), figlio di Giovanbernardino II, per un evento prodigioso occorso nella sua vita tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo, nel giardino annesso…

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!