Dialetti salentini: ‘rrigghiare

di Armando Polito

Tramite il comune amico Marcello Gaballo il concittadino dottor Tarcisio Vernich chiedeva qualche giorno fa chiarimenti circa l’origine della voce dialettale del titolo. Premesso che il padre di Tarcisio, Amilcare, è stato il mio maestro delle elementari e che di lui conservo un lucidissimo e grato ricordo, spero di essere chiaro, preciso ed esauriente. Se ci sarò riuscito, buona parte del merito sarà  da ascrivere proprio al mio caro maestro1.

‘Rrigghiare è usato come sinonimo di scostare, fare da parte in espressioni del tipo ‘rrìgghia ddha seggia!, cioè sposta quella sedia! (perché, evidentemente, dove si trova è ingombrante o, comunque, dà fastidio) o nella forma assoluta riflessiva, come nella locuzione ‘rrìgghiate, ca se no ti ‘rronzu!2 (scostati, altrimenti ti investo!) rivolta, per esempio, dall’automobilista comunque maleducato al ciclista o al pedone che, forse con un pizzico di strafottenza, ha invaso un po’ troppo della carreggiata.

La voce, come succede per tanti termini dialettali, trae origine dal mondo contadino, vale a dire è denominale da règghia (non in uso a Nardò, per cui rrigghiare sarebbe d’importazione), che in alcune zone del Salento (di tutte e tre le province) era il mucchio di grano trebbiato sull’aia, non ancora ventilato, in altre lo stesso mucchio ma separato dalla paglia. Règghia è dal latino règula (da cui l’italiano règola) attraverso la normalissima trafila règula>regla (sincope)>règghia, come tègghia (teglia) da tègula. Si tratta di una traslazione metaforica del significato di partenza in quanto ogni regola comporta una distinzione, un superamento della confusione precedente, o una discontinuità (come oggi i politici amano dire) rispetto ad una situazione precedente diversamente normata. In particolare qui si trattava di ammucchiare, mettere da parte qualcosa in un punto dell’aia. E la doppia r iniziale? La seconda appartiene alla radice, la prima è ciò che rimane della preposizione ad; trafila: adrigghiare>arrigghiare (assimilazione) \>‘rrigghiare (aferesi).

______

1 Attiva è stata la sua partecipazione alla vita culturale della nostra città. Basta ricordare i suoi numerosi contributi apparsi su La voce di Nardò e i tre nella Collana di cultura neritina diretta da Antonio Martano e pubblicata a cura del Circolo cittadino per le Edizioni Il Cittadino a Nardò nel settembre 1993 (http://www.nardoartt.it/files/Artisti-Neritini.pdf), pp. 27-29, 102-103 e 113-114 (in queste ultime pagine c’è una poesia del 17 febbraio 1945, esattamente un mese prima che nascessi io).

2 ‘Rrunzare ha il suo esatto corrispondente nell’italiano arronzare (probabilmente da ad+ronzare), il cui significato di base è quello di fare un lavoro in fretta e male, significato ereditato anche dalla voce dialettale. Il significato di investire, tanto in italiano che nel dialetto, deriva dall’uso gergale nella marina militare, nel quale corrisponde ad urtare in malo modo.

2 Commenti a Dialetti salentini: ‘rrigghiare

  1. da noi : agro di Arnesano – Carmiano – Novoli – Monteroni ; è inteso : e da tempo immemore ” come origliare “- quantu e antipaticu stu fessa ca se minte sempre cu rricchia -soru mia quantu e fetente quiddhra – tice ca nu ssente e rricchia sempre . cordialità sempre a Voi tutti – peppino martina

    • Per evidenti motivi di ordine fonetico, semantico ed etimologico “‘ricchiare” (che è trascrizione dell’italiano “orecchiare”) è verbo completamente diverso da “rrigghiare”.

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com