Dialetti salentini: mbucciare, spugghiare e spuggicare

di Armando Polito

* Prima di tutto si dice per favore. E poi sono già usciti tutti, ma ci sarebbe quella confezione di crocchette alle tre vitamine e mezzo che hai detto di avermi comprato ultimamente. Te ne cedo volentieri la metà; però, siccome l’hai nascosta tanto bene che non sono riuscito a trovarla, ti devi alzare e spuggicare per andare a prenderla …

 

Siamo. dicono,  al picco dello stagionale inconveniente chiamato influenza e tra le solite raccomandazioni c’è anche quella di ripararsi bene dal freddo, senza, comunque esagerare, portando. per esempio, a palla il riscaldamento domestico. In ogni caso, se si deve uscire, è buona norma coprirsi adeguatamente, cioè mbucciarsi bene.

MBUCCIARE  deriva, con raddoppiamento della consonante iniziale (m->mm– e successiva dissimilazione (mm->mb-) dal francese antico mucier (oggi mucher o musser), usato col significato di nascondere, dissimulare.

Se mbucciare è la parola d’ordine per questa stagione, non mi pare, però il caso di rimandare all’estate o a condizioni climatiche più miti due verbi indicanti azioni entrambe opposte a mbucciare ma tra loro non perfettamente coincidenti.

SPUGGHIARE corrisponde formalmente sll’italiano spogliare, che è dal latino spoliare, denominale da spolia, da cui l’italiano spoglia, neutro plurale di spolium, da cui l’italiano spoglio.

SPUGGICARE è usato nel senso di scoprirsi una parte del corpo da in capo di abbigliamento (spòggicate la capu=togliti il cappello o la cuffia e simili) oppure di liberarsi delle coltri (al figlio irrequieto allettato la madre raccomanda: – No tti spuggicàre! – = – Non ti scoprire! -). Spuggicare è derivato di  spugghiare. Più dettagliatamente spuggicare è formato dal tema di spugghiare (spugg-) e dal suffisso –icare abituale nel nostro dialetto ad indicare le prime fasi di un’azione o un’azione attenuata. come in uddhicare=agitarsi (da un latino *bullicare), che ha il suo corrispondente formale italiano in bulicare e nella sua variante brulicare.

11 Commenti a Dialetti salentini: mbucciare, spugghiare e spuggicare

  1. SPUGGHIARE (e SFUGGHIARE?)…. Tuttavia, sul lungo periodo, io non escluderei anche la connessione della “p” con la “f” e, quindi, di “spugghiare” con “sfugghiare” (“sfogliare”). All’interno di un orizzonte contadino potrebbe essere piuttosto credibile. E’ una buona giornata, ma “No tti sfuggicare” troppo! Fa ancora freddo! O no?

    Federico La Sala

    • La tua ipotesi, compresa la conclusione finale di carattere antropologico, è assolutamente fondata dal punto di vista fonetico e da quello semantico, tanto più che “foglia” ha lo stesso etimo di “spoglia”, da cui l’immagine delle foglie intese come le spoglie dell’albero. Tutto questo, però, non vale per il salentino, in cui si usa solo “spugghiare” e “spuggicare” nei significati indicati, mentre per la caduta delle foglie usiamo “sfugghiazzare” o la circollocuzione “pirdire li fugghiazze”; “fogghia”, infine, usato al plurale “fogghie”, designa la verdura.

    • “Spuddhiculare non è in uso nella mia zona e, in assenza del significato, posso solo formulare la seguente ipotesi etimologica: derivato da brindisino “puddicare” (premere col pollice), con aggiunta un testa di es-intensivo e in coda del suffisso “-ulare”, presente, per esempio, in “friculare” (sfregare). “Puddhicare”, a sua volta, è da un latino *pollicare e questo dal classico “pollex/pollicis”=pollice.

  2. in agro di Arnesano – Monteroni – Carmiano – è- da sempre : spugghicare – spugghiare – mmucciare – nu te spugghicare ca te custipi – mmucciate cu nu pigghi friddu – erano e sono ancora le raccomandazioni di nonne e mamme – ne trasferisco una non molto usata – mmugghicate megghiu cu stu fazzulettu : era l’equivalente di coprirsi bene – fronte – testa e orecchi bocca compresa. cordialità – peppino

  3. Nel territorio di Novoli area del “Parco del Negroamaro”

    Mmucciare– Ccucciare= nascondere- coprire – manischiate Mmuccia li taraletti te lu tabbaccu sta cchioe.

    Spugghiare- Spogghiare = spogliare- ddhra malafimmina se sape sulamente spujare.

    Spuggicare- Spurdicare= non ti scoprire – lu tata se sta spurdica le razze cu ffatia.

    un saluto da Torino

    Ersilio Teifreto

  4. certo certo – anche Novoli come quei quattro -cinque paesini che di tanto in tanto cito e : da noi si usa spurdicate le maniche te la camisa – o li causi ci vuei cu stempi – ma anche in senso ironico -come : nu te spurdicare tantu – nubbogghiu biciu nienzi ( sibillino ! ).cordialità sempre – peppino

    • I commenti dei lettori sono di fondamentale importanza per chi, come me, cerca di diradare delle tenebre e per questo ringrazio tutti a priori. Tuttavia sento il dovere d’intervenire quando qualche nota rischia di creare confusione piuttosto che integrazione. È il caso di “sfurdicare”, che solo semanticamente (peraltro in modo parziale) potrebbe collegarsi a “spugghiare”, a “spuggicare” e a “sfuggicare” )vedi commento diFederico La Sala), della cui esistenza e zona d’uso attendo conferma. Questa, peraltro ridotta, compatibilità semantica, diventa irrilevante di fronte alla fonetica e all’etimologia. Per farla breve: “spurdicare”, come le voci neretine “sfurdicare” e “‘nfurdicare” (quest’ultima con significato opposto rispetto alla precedente), è, attraverso la trafila che alla fine riporterò, da un latino “*exfulcitare”, composto dalla preposizione “ex” con valore privativo e da “*fulcitare”, forma frequentativa del classico “fulcire”, che può avere i seguenti significati:” =sostenere”, ” sorreggere”, “puntellare”, “sbarrare le porte”, “assicurare”, “rafforzare”, “calpestare”, “premere”, “rifocillare”, “ristorare”, “sostentare” e, in senso figurato, “confortare”, “rianimare”. Ove non bastasse questa caterva di significati, ricordo che il latino medioevale “fulcita (deverbale da “fulcire”) designa la cintura che regge la spada. Chiudo con la promessa trafila:,fulcire>*exfulcire>*exfulcitare (frequentativo del precedente)>*sfulticare (metatesi di -c- e -t-)>sfurdicare (passaggi da manuale -l->-r- e -t->-d-=.

      • PER LA VERITA’, nel mio commento, ho solo richiamato la base comune di “spogliare” (spugghiare) e “sfogliare” (sfugghiare) – la “foglia”. Altri, IN VERITA’, hanno introdotto “spurdicare” (ecc.), Tuttavia, anche qui, tenendo ferma la differenza che sta alla base di “spugghiare” (spogliare, sfogliare, togliere “foglie) e “s-purdicare”, “s-furdicare” ( togliere “sostegno”, levare “fulcro”), ricordo che ho offerto una “sfogghiata” per sostenere (rifocillare) chi, ammalato, era debole, NON per togliere (né a lui né tantomeno ai lettori e alle lettrici) “folci”, “folciture”, e forze! NON “SFURDICHIAMO”, Né “SPURDICHIAMO”! O no?!

        Buon lavoro

        Federico La Sala

  5. Buonasera Prof. Armando, il suo intervento nelle precisazioni e prezioso , noi a Novoli ci ritroviamo con le voci Neretine (Sfurdicare) me se sta sfurdicu le maniche te la la camisa= Spogliarsi
    ( Nfurdicare ) se sta nfurdica le maniche te la camisa= Coprirsi
    un saluto da Torino
    Ersilio Teifreto

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com