Da Lecce a New York: sei sete su cartone della fine del XVII secolo al Metropolitan Museum of art

di Armando Polito

 

Le ho trovate casualmente in Internet Archive e ho subito pensato che sarebbe stato opportuno divulgarne l’esistenza. Hanno, in base alla scheda che le accompagna, tutte dimensioni diverse (per ogni singola immagine le riporterò in calce alla stessa con l’indirizzo da cui è stata tratta) provengono da Mme. d’ Oliviera, Coudert Brothers (until 1888; to MMA). Le sete, dunque. passarono al museo nel 1888. Non potevo esimermi dal tentare di saperne di più anzitutto di Madame d’Oliviera. Riporto nella mia traduzione (in nota il testo originale) quanto si legge in Emily Wortis Leider, California’s daughter. Gertrude Atherton and her times, Standford University Press, 1991, p. 169: A Rouen sulla cima di una collina alla periferia della città ha trovato la strada per una pensione gestita da Madame d’Oliviera. Altri pensionanti, com’è successo, erano un gruppo di letterati inglesi che aveva persuaso a non affittare mai una casa ad una donna. Gertrude1 insisteva potersi superare la loro obiezione e provvedere a correggerla. Gli inglesi, infatti, erano intimi di Oscar Wilde. È rimasto anonimo in Adventures of a Novelist, ma Reggie Turner2 e Robert Ross3 sono tra loro. Entrambi erano stati con Wilde al tempo del suo arresto ed erano immediatamente fuggiti in Francia; sono rimasti di nuovo con lui dopo il suo rilascio da Reading Gaol4. Reggie Turner aveva “un piccolo reddito che lo liberava dalla necessità di lavorared egli amava l’arte, la letteratura ed il viaggio. Molti dei suoi amici erano luci accecanti nel mondo letterario.” (Adventures p. 277), tra loro quel genio della parodia, Max Beerbohm. Gertrude aveva scritto una recensione de L’ipocrita felice di The Happy Hypocrite per Vanity Fair, che gli aveva fatto piacere. Turner scriveva a Beerbohm da Rouen: Ecco un’autrice di romanzi che soggiorna qui, la signora di nome Gertrude Atherton e lei in persona ha recensito il tuo L’ipocrita felice, … una critica che ti ha fatto tanto piacere. Fortunatamente per me lei rimane nella sua stanza tutto il giorno tranne ai pasti. lei sembra gentile e mostra 35 anni [lei aveva quasi quarant’anni ma entrambi lo scopriremo dopo. È vedova ed ha una figlia in California- È vedova … e ha una figlia in California.5

La dimestichezza di Madame d’Oliviera, grazie alla gestione della pensione a Rouen, con esponenti di spicco del mondo letterario dell’epoca ed in particolare con l’americana Gertrude Atherton getta un po’ di luce sul Coudert Brothers (until 1888; to MMA). Essendo Coudert Brothers uno studio legale newyorkese attivo fin dal 1853, lo scarno dato di provenienza contenuto nella scheda non consente, tuttavia, di capire con chiarezza quante e quali delle sei sete siano passate al museo da madame d’Oliviera e quante e quali dal predetto studio legale e, ad ogni modo, rimangono scoperti due secoli di storia, in altre parole rimangono sconosciuti la vita delle opere in questione dalla fine del XVII secolo fino al 1888 e il percorso completo che le portò da Lecce a New York. Sarebbe interessante reperire altre notizie su questa manifattura non solo per quanto riguarda l’aspetto tecnico di esecuzione (per un profano come me immaginare che tutto nasce da fili di seta cuciti su cartone è come pensare ad una sorta di miracolo) ma anche l’importanza economica che all’epoca tale manifattura aveva e che avrebbe continuato ad avere anche al tempo di Madame d’Oliviera; indicativo a tal riguardo mi pare il fatto che in Annali del Ministero di industria, agricoltura e commercio, anno 1877 vol. 89, Eredi Botta, Roma, p. 132 il regolamento di pubblica mediazione della Camera di commercio di Bari prevedeva per la seta su cartone la percentuale più alta (2,50%).

Le prime due sete hanno come tema la Sacra famiglia.

27.9 x 37.5 cm
https://ia800503.us.archive.org/9/items/mma_the_holy_family_212596/212596.jpg

 

44.5 x 61 cm
https://ia800308.us.archive.org/18/items/mma_the_holy_family_212587/212587.jpg

 

La terza ha come tema un paesaggio e potrebbe essere intitolata vista sul fiume.

43.2 x 59.1 cm
https://archive.org/details/mma_riverview_with_figures_and_bridge_212593

 

La quarta e la quinta sono due scene di caccia, rispettivamente al leone e allo struzzo.

47 x 72.4 cm
https://archive.org/details/mma_lion_hunt_america_212590

 

46.4 x 72.4 cm
https://ia800306.us.archive.org/6/items/mma_ostrich_hunt_africa_212592/212592.jpg

 

La sesta ed ultima  rappresenta un paesaggio rurale.

44.5 x 61 cm
https://archive.org/details/mma_rural_scene_212604

 

________________

1 Gertrude Atherton (1857-1948),  scrittrice californiana.

2 Reggie Turner (1869-1838), scrittore inglese.

3 (1869-1918), critico letterario e giornalista canadese.

4 Carcere inglese nella contea di Berkshire.

5 In Rouen.on the crest of a hill on the outskirts of town, she found her way to a boarding house run by a Madamed’Oliviera. Madame’s otjer boarders, as it happened, were a group of literary Englishmen who had persuaded her never to rent a oom to a woman. Gertrude insisted that she could overcome their objections, and she proved correct. The Englishmen were, in fact, intimates of Oscar Wilde. They remain unnamed in Adventures of a Novelist, but Reggie Turner and Robert Ross were among them. Both had been with  Wilde at the time of his arrest and had immediately fled to France: they again stood by him after his release from Reading Gaol. Reggie Turner had “a small income which relieved him of the necessity of work, and he loved art, literature and travel. Many of his friends were blinding lights in the literary world” (Adventures, p. 277), among them that genius of parody, Max Beerbohm. Gertrude had written a review of Beerbohm’s The Happy Hypocrite for Vanity Fair which had pleased him. Turner wrote to Beerbohm from Rouen: There it an American novelist staying here, Mrs. Gertrude Atherton by name, and she in the person who reviewed your Happy Hypocrite, … a criticism which gave you so much pleasure. Fortunately for me she keeps to her room all day except at meals. She seems nice and 35 [she was almost 40] but I shall find out both later. She is a widow … and has a daughter in California.

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com