Periferie. Confini visibili e non visibili della città di Taranto

ph Tore Scuro
ph Tore Scuro

 

di Tore Scuro

Dritto al cuore del problema. Nell’ambito del “Programma regionale di spettacolo dal vivo per la valorizzazione delle risorse culturali ed ambientali della Puglia – 2016”, il Crest promuove la stagione 2016/17 di “Periferie”, che aprirà la sua settima edizione con un convegno dal titolo “Periferie. Confini visibili e non visibili della città di Taranto”. Nelle intenzioni degli organizzatori questa giornata, sabato 12 novembre, alle ore 9 nell’ex Convento di San Francesco (Università degli Studi di Bari), in via Duomo, vuole essere un momento di approfondimento della difficile situazione urbanistica, paesaggistica e sociale del territorio tarantino che si riflette in una frantumazione della comunità e dei processi identitari dei cittadini. Molteplici le adesioni al convegno pervenute, che assicurano interventi capaci di dare un contributo sostanziale alla lettura del presente e alle ipotesi di sviluppo futuro della difficile realtà cittadina.

Hamlet travestie (ph Lucia Baldini)
Hamlet travestie (ph Lucia Baldini)

 

Sempre sabato 12 novembre, alle ore 21 al TaTÀ di Taranto, la compagnia Punta Corsara presenterà lo spettacolo teatrale “Hamlet travestie”, da John Poole e Antonio Petito a William Shakespeare, di Emanuele Valenti e Gianni Vastarella, regia Emanuele Valenti. Un Amleto partenopeo che, dalla riscrittura burlesque settecentesca di John Poole, passando per il Don Fausto di Antonio Petito, si lascia raccontare dalle paure, dai dubbi e dal tormento del suo omonimo shakespeariano per portare in scena la storia di una famiglia popolare che vive a Napoli, tra casa e lavoro, colpita dalla morte improvvisa del padre. Una farsa amara e ironica che rielabora la tradizione napoletana senza tradire le suggestioni e il disagio di un Amleto, figlio senza padre, di una società che non gli appartiene. La compagnia Punta Corsara è nata e lavora tutt’oggi a Scampia, luogo periferico di Napoli conosciuto, purtroppo, per vicende legate alla criminalità. È fra i gruppi teatrali emergenti del panorama nazionale proprio grazie alla qualità del lavoro, all’abilità nel coinvolgere giovani attori del territorio e alla capacità di mescolare il vissuto quotidiano alle storie che racconta. In scena Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Vincenzo Nemolato, Valeria Pollice, Emanuele Valenti, Gianni Vastarella.

Radiodervish
Radiodervish

Venerdì 2 dicembre, alle ore 21 all’auditorium di via Deledda ai Tamburi, andrà in scena “Café Jerusalem”, il nuovo reading teatrale e musicale dei Radiodervish. Uno spettacolo dove viene data voce e suono ai ricordi di un mondo che ha vissuto una travolgente trasformazione intorno alla metà del secolo scorso nella città di Gerusalemme. Entrando nella dimensione del café mediorientale, ci si rivela il carattere multiculturale di una città dove tradizione e modernità si confrontano e dove, grazie alla presenza dei racconti degli Hakawati, i cantastorie che animavano i caffè di Gerusalemme, si entra facilmente in dimensioni fiabesche e surreali parallele. Canzoni e brani strumentali si alternano in un affresco impressionistico ispirato ad un testo ambientato nella città contesa concepito da Paola Caridi, scrittrice e giornalista che ha vissuto a Gerusalemme per più di dieci anni. Sul palco Nabil Salameh (voce, buzuki, percussioni, recitazione), Michele Lobaccaro (chitarra, basso, cori, recitazione) e Alessandro Pipino (tastiere, fisarmonica, cori).

La partecipazione al convegno è libera. Per assistere agli spettacoli, il biglietto intero è di 15 euro, il ridotto 10 euro (under 30, over 65 e gruppi di 10 persone) e 8 euro (studenti universitari, previa presentazione del libretto). Info: 099.4725780.

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com