Teatro| Va in scena “Songs of Lear”

Songs of Lear [ph Z.Warzynski]
Songs of Lear [ph Z.Warzynski]

di Tore Scuro

Ispirazione, improvvisazione, energie e ritmi travolgenti. In esclusiva nazionale, sabato 23 (ore 21) e domenica 24 aprile (ore 18), al Teatro Petruzzelli di Bari (in corso Cavour 12, info 080.9752800), va in scena “Songs of Lear”, regia Grzegorz Bral, con Monika Dryl, Gabriel Gawin, Julianna Bloodgood, Emma Bonnici, Kacper Kuszewski, Rafal Habel, Anu Salonen, Ilenia Cipollari, Lukaz Wojcik, Paolo Garghentino, musiche composte da Maciej Rycly e Jean-Claude Acquaviva, musiche eseguite dal vivo da Maciej Rycly, Rafael Kacper, Kacper Kuszewski, direttore musicale Kacper Kuszewski, produzione Songs of the Goat Theatre. Spettacolo in lingua inglese con sovra titoli in italiano.

Songs of Lear [ph Z.Warzynski]
Songs of Lear [ph Z.Warzynski]
Un’opera drammatica composta da energie sottili e ritmi travolgenti che governano la tragedia di Shakespeare. Bral ha scelto scene cruciali da “Re Lear” per tessere la storia come un mosaico di gesti, parole e musica. Ogni canzone è il punto iniziale per un successivo poema drammatico. Qui la musica diventa carattere, relazione ed evento. Il processo creativo è diviso in varie fasi: il concerto, l’oratorio e le canzoni, e la creazione dei componenti aggiunti come l’immagine visuale, il testo, la musica e i movimenti. Premiato lo scorso a marzo a Bogotá come miglior spettacolo del Festival, il lavoro sta facendo emozionare il pubblico di tutto il mondo (da Edimburgo a Broadway, al Cile).

Songs of the Goat è uno dei principali teatri della nuova avanguardia polacca, prende ispirazione dal pensiero e lavoro di Jerzy Grotowski. Fin dal loro inizio nel 1996, ha raccolto successi in tutti i festival internazionali. La compagnia è stata creata e diretta da Grzegorz Bral. Il suo teatro si basa su radici nella ricerca teatrale europea, influenzate dalle culture musicali orientali e mescola diversi linguaggi come il movimento fisico, elementi musicali e verbali (canto e recitazione). Conosciuta come una delle più innovative in Europa.

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com