Ricette all’Italiana. A Nardò, con tre piatti tipici

Davide Mengacci e Anna Falangone con un gruppo di cittadini durante la trasmessione odierna di Ricette all'Italiana (ph Paolo D'Addario)
Davide Mengacci e Anna Falangone con un gruppo di cittadini durante la trasmessione odierna di Ricette all’Italiana (ph Paolo D’Addario)

 

La troupe di Retequattro nella giornata di oggi ha effettuato le riprese per tre puntate che andranno in onda tra meno di una settimana. “Ricette all’italiana” è il noto programma di cucina che conterrà le riprese odierne effettuate a Nardò, illustrando alcune buone ricette della nostra cucina e le curiosità più suggestive della nostra città.

Il programma itinerante, che quotidianamente racconta segreti e tradizioni del territorio, è condotto da Davide Mengacci, che ha scelto di fare sosta nel Salento, alla scoperta delle unicità gastronomiche e culturali del Belpaese.

Nel contesto urbanistico della bella piazza Salandra di Nardò il noto giornalista ha illustrato tre ricette tipiche delle mense neritine: la pitta di patate, la carne a pignatu e le orecchiette con i pomodorini freschi e cacio ricotta, preparati in diretta e con gli esaustivi commenti di Anna Falangone. Per niente emozionata e molto fotogenica, la cuoca ha spiegato le diverse fasi di preparazione dei piatti, che la troupe avrà certamente consumato a fine riprese.

Ma non ci si è limitati all’aspetto culinario, perché hanno impreziosito l’evento, oltre l’abile conduzione dell’inossidabile Mengacci, i commenti storico-artistici di Paola e l’intervista al sindaco Marcello Risi, che ha creduto nell’iniziativa e l’ha fortemente voluta.

Davide Mengacci e Anna Falangone  durante la trasmissione odierna di Ricette all'Italiana (ph Paolo D'Addario)
Davide Mengacci e Anna Falangone durante la trasmissione odierna di Ricette all’Italiana (ph Paolo D’Addario)

Purtroppo si deve registrare una nota spiacevole, ovvero la mancanza di informazione dell’evento alla cittadinanza, alle testate giornalistiche, ai mass media, che sono rimasti all’oscuro dell’iniziativa, senza poterla divulgare attraverso i loro organi. Da ciò la scarsa presenza del pubblico nella piazza, che invece avrebbe dovuto fare da corona all’insolito evento, che poteva fornire un importante ritorno di immagine alla città che si sforza di lanciare la sua immagine turistica, avendone tutte le potenzialità.

Non dico che sarebbe stato utile far convergere nella piazza le scolaresche, o far esibire la banda locale, ma almeno far presenziare le associazioni cittadine, la pro loco, i tanti rappresentanti politici che seggono a Palazzo Personè.

A parte il Sindaco, l’assessore al Turismo Leuzzi e il consigliere provinciale Siciliano, non si è visto nessun altro, se non uno sparuto gruppo di cittadini che casualmente si son trovati a passare e hanno avuto piacere a fermarsi ed applaudire, come si fa in trasmissioni del genere.

ph Paolo D'Addario
ph Paolo D’Addario

Ancora un’occasione sprecata. E questa volta non per insensibilità dei cittadini, ai quali certamente avrebbe fatto piacere conoscere l’inusuale vetrina e assistervi di persona, ma per disinteresse o apatia o distrazione di chi doveva pubblicizzare l’evento, che da settimane era stato programmato, come si desume dalla delibera di giunta e dall’ordinanza.

 

Il sindaco di Nardò Marcello Risi durante la trasmessione odierna di Ricette all'Italiana (ph Paolo D'Addario)
Il sindaco di Nardò Marcello Risi durante la trasmessione odierna di Ricette all’Italiana (ph Paolo D’Addario)

 

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:
Gestione contatti e invio di messaggi
MailChimp
Dati Personali: nome cognome, email
Interazione con social network e piattaforme esterne
Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Servizi di piattaforma e hosting
WordPress.com
Dati Personali: varie tipologie di Dati secondo quanto specificato dalla privacy policy del servizio
Statistica
Wordpress Stat
Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
Informazioni di contatto
Titolare del Trattamento dei Dati
Marcello Gaballo
Indirizzo email del Titolare: marcellogaballo@gmail.com