Oreste e le gru a Maglie

Grus-grus-web-IMG_4088-24-2008

di Oreste Caroppo

HO LA PELLE D’OCA!

Ore 3.50 della notte del 15 aprile 2013, stavo andando a dormire, e trovo la porta che da in strada aperta, l’avevo lasciata aperta rientrando nottetempo, anche per fare circolare un po’ l’aria, ed ecco che magicamente mi richiama fuori quel suono magico tanto atteso, proprio in quell’ istante, come per un appuntamento prefissato. Erano loro, le mie Gru nel cielo, forti i loro richiami in volo, e con il cuore in gola ad ascoltarle a guardare nel buio della notte, coprendo la luce dell’alto lampione con la mano, la strada deserta e il loro eco che echeggia sui muri delle case, ed io piano quasi a seguirle per alcuni metri, non vedendole ma sentendo nell’affievolirsi del suono la loro direzione di volo volta verso Nord …
E’ dunque la mia casa in Maglie (Lecce), tra la Chiesa del Sacro Cuore e quella della Madonna della Scala e dell’ Ospedale, esattamente su una ben precisa e fissa rotta migratoria di questo clan di Gru, che ad ogni stagione, con i nuovi nati, si tramanda questo percorso sui cieli del Salento!
Qualcosa di così raro, di così magico, che dopo averlo scritto, quasi non mi pare vero, un sogno … eppure era realtà, e come avvenuto negli anni scorsi non mi meraviglierei se ora dalla zona giungessero foto e altre visive diurne segnalazioni delle Gru, oggi qui nel loro passo migratorio primaverile!

 

gru in prossimità della centrale Federico II di Brindisi (ph roberto gennaio)
gru in prossimità della centrale Federico II di Brindisi (ph roberto gennaio)

2 Commenti a Oreste e le gru a Maglie

  1. Oreste il tuo diario quotidiano è ricolmo di sentimenti spesi in favore della bellezza della Natura.
    In tutte le sue manifestazioni, in tutte le sfumature con cui esalti dettagli per dare voce a creature viventi, sai leggere “oltre” e interpretare e raccontare e dipingere la Natura nel suo evolversi, per condividerne le meraviglie.
    In ogni tuo scritto emerge l’inno alla vita che ci circonda, la sua sacralità, trasformandolo in una preghiera recitata a tutti noi, affinchè nessuno agisca per oltraggiarla.
    Grazie Oreste.

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!