Nicola Morrone

nicola morrone

Nato a Manduria (TA) il 21/01/1975, si diploma presso il Liceo Classico “F.De Sanctis” nel 1994. Si Laurea in Lettere Moderne presso l’Universita’ degli Studi di Perugia nel 2005, discutendo una tesi in Agiografia dal titolo ”La tradizione dello sbarco di San Pietro in Puglia: aspetti e problemi”, relatrice la Chiar.ma Prof.ssa Giuliana Italiani (votazione: 110 e lode). Si abilita all’insegnamento della Storia dell’Arte nelle Scuole Superiori  nell’anno 2009,dopo aver regolarmente frequentato la Scuola di Specializzazione all’ insegnamento (SSIS Puglia sede Bari, IX ciclo). Dall’A.S. 2009/2010 all’A.S. 2011/2012 e’ docente di Storia dell’Arte presso il Liceo Linguistico Paritario “Jack London” di Manduria (TA). Dal 2012 e’ Tutor Diocesano dei Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Oria.Collabora a giornali locali con contributi di carattere culturale, in attesa di conseguire il tesserino di pubblicista.E’ guida turistica della Regione Puglia.

 

Si elencano di seguito i contributi giornalistici, a riviste specializzate, ecc., dal  2000  a tutt’oggi:

 

1)“Ipogeo di contrada “Poverella “( in collaborazione con G.Attanasio, L.Gennari, F.Moscogiuri,  “in “Quaderni Archeo” nn.4-5 (2000) pp.225-241.

2)“Una preziosa testimonianza di pittura medievale a Manduria: un frammento di affresco in una campata di San Pietro Mandurino”, in “Liberamente”, 7/4/2002

3)“Una rara reliquia di pittura medievale: raffigura San Giacomo Maggiore e San Nicola “, in “Liberamente”, 28/4/2002

4)“Architettura bizantina nel territorio di Manduria: la piccola cappella di contrada  “San Giovanni”, in “Liberamente”, 12/5/2002

5)“Un’altra significativa testimonianza archeologica di cultura bizantina : un piccolo edificio di culto che si trova in contrada “Cumentu Ecchiu”, in “Liberamente”, 23/6/2002

6)“Un dipinto inedito di G.Bianco nella cappella di Masseria “Cuturi”, in “Liberamente”, 27/10/2002

7)“Origini e  significato di un “inquietante” dipinto del ‘600 della Chiesa Matrice di Manduria”, in “Liberamente”, 11/1/2004

8)“Inedito ciclo decorativo ad affresco rinvenuto nella chiesa di San Cosimo”, in “Liberamente”, 12/3/2006

9)“Il pulpito ligneo della Chiesa Matrice di Manduria (1608): una committenza  civica  di un’opera d’arte di Vespasiano Genuino?” , in “Liberamente”, 25/6/2006

10)“Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli: i preziosi stucchi barocchi “, in “Ribalta  di Puglia”, 31, Gennaio-Febbraio 2007

11)“Quattro turisti “speciali”in visita a Manduria: un ricercatore dell’Universita’ di Madrid e tre docenti dell’Universita’ del Salento “, in “Liberamente”, 17/6/2007

12)Scheda critica per il Catalogo della mostra “Sculture di eta’ barocca tra Terra d’Otranto, Napoli e la Spagna “(Lecce, 16 Dicembre 2007-28 Maggio 2008)

13)“Perche’ si sono interrotti gli scavi a San Pietro?”, in “La Voce di Manduria”,  18/9/2009

14)“Se la chiesa si aprisse anche all’arte”, in “La voce di Manduria “, 12/10/2010

15)“Il Natale con gli scolari e un ricordo a padre Raffaele”, in “La Voce di Manduria”, 30/12/2010

16)“Un inedito crocifisso di Vespasiano Genuino nella chiesa di San Giovanni    Battista di Manduria.E’ uno scultore gallipolino che ha realizzato numerose opere fra la fine del ‘500 e l’inizio del ‘600”, in “Liberamente”,17/4/2011

17)“Le origini della Chiesa Matrice di Manduria: un mistero non ancora chiarito”, in “Liberamente”, 18/12/2011

18)“I falo’ di Natale scomparsi e le crisi moderne “, in “La voce di Manduria”,

27/12/2011

19)“Dietro le immagini:incontro con Antonella Musiello”, in “ManduriaOggi”, 26/7/2012

20)“Il quadro, il fonte, la pietra .Nuovo contributo sul Santuario di San Pietro in  Bevagna “, in “Liberamente”, 5/8/2012

21)“Il fonte battesimale di San Pietro in Bevagna: un mistero risolto.”, in “ManduriaOggi, 12/9/2012

22) “La rifondazione normanna di Manduria nel 1090:realta’ o mito?”, in  “Liberamente”, 7/10/2012

23) “Un documento ritrovato: il Campione del Convento del SS.Rosario di Manduria”, in “Casalnuovo”, 4/11/2012

24)“Iconografia Sacra popolare a Manduria: spunti di riflessione”, in “Casalnuovo”,18/11/2012

25) “Novita’ archivistiche sul Santuario di San Pietro in Bevagna”, in “Casalnuovo”, 25/11/2012

26) “Iconografia Petrina nel Salento: Manduria, Taranto, Galatina”, in “Liberamente”,  23/12/2012

27)“Iconografia nicolaiana a Manduria” ( o il Santo in trasferta), in “Casalnuovo”, 20/1/2013

28)“Architettura del rinascimento a Manduria: tre esempi di stile catalano-  durazzesco”, in c.d.s.

29)“L’arte contemporanea a Manduria: quello che c’era e quello che (non) c’e’”, in  “Casalnuovo”, 3/3/2013

 

 

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!