Si son materializzati alcuni dei Volti di carta

Una bella serata quella del 2 dicembre, organizzata dalla nostra Fondazione e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Nardò, presso la sala conferenze nel chiostro dei Carmelitani di Nardò.

Raffaella Verdesca ha concluso il primo tour di presentazioni del suo “Volti di Carta…” iniziato con Parabita, poi Galatina, Lucugnano ed infine Nardò.

Sala gremita, pubblico selezionato ed attento, in buona parte di Nardò, ma anche con diverse presenze da Copertino. Non poteva essere diversamente, vista la conterraneità dell’autrice, di Pier Paolo Tarsi che ha introdotto e moderato, di Ivan Raganato, che ha deliziato i presenti con la lettura di uno dei racconti.

Molto esauriente e di ottimo livello la presentazione del volume da parte della senatrice Maria Rosaria Manieri (che a conclusione della serata è stata designata componente del comitato scientifico della Fondazione), il cui intervento, di circa un’ora, ha sviscerato i numerosi aspetti letterari dell’opera e soprattutto la condizione femminile salentina di ieri e di oggi, intercalando la lettura di numerosi e significativi stralci tratti dai venti racconti che il libro contiene.

Una autentica rivelazione è stata l’esibizione del gruppo Petrameridie, forse alla prima comparsa a Nardò, che hanno offerto delle selezioni musicali di grandissimo livello, sapientemente coordinate dall’anima del gruppo, Daniele Vigna.

Ma la serata ha riservato anche dei colpi di scena, inaspettati per il pubblico presente e per la stessa autrice, essendo intervenute due delle signore che figurano come volti di carta nel volume. Allora bambine oggi signore in età avanzata, hanno voluto portare la testimonianza dei tempi che furono, emozionando e persino commuovendo molti dei presenti.

La prima delle signore è la ragazza di copertina, che aveva  cucito da sé il costume da bagno indossato nella foto, la seconda è la signora Tetta, che più volte si è emozionata, sino ad interrompere la toccante storia di vita da lei vissuta e abilmente narrata dall’autrice nel racconto “O si fa l’Italia…”.

Il reportage della serata è stato effettuato dal socio Stefano Crety, le cui foto offriamo ai lettori che non son potuti intervenire.

L’occasione è utile per ringraziare quanti hanno partecipato, oltre ad Andrea Greco, Anna Rita Della Bona e Gianluca Verdesca, che hanno anch’essi contribuito a rendere ancor più piacevole la serata.

 

 

Qui il video della serata

 

da sinistra: Ivan Raganato, la senatrice Manieri, l’autrice Raffaella Verdesca, il vicepresidente Pier Paolo Tarsi e due dei componenti del gruppo Petrameridie
Pier Paolo Tarsi e tre dei componenti del gruppo Petrameridie
da sinistra: la senatrice Manieri, Raffaella Verdesca, Pier Paolo Tarsi e la signora Tetta, protagonista di uno dei racconti
da sinistra: Ivan Raganato, la senatrice Manieri, Raffaella Verdesca, Pier Paolo Tarsi e la signora Tetta

Pier Paolo Tarsi intervista “la ragazza di copertina”
il saluto tra l’autrice e la ragazza di copertina
Macello Gaballo nomina la senatrice Manieri componente del comitato scientifico dell Fondazione

ad maiora!

 

 

 

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!