Libri/ Quell’antico suonatore d’organo

 

I fatti di cronaca, di costume e le osservazioni etiche appartengono alla storia contemporanea e la loro descrizione diventa un apporto considerevole all’informazione ed alla cultura dei nostri giorni. Il Lion Rocco Boccadamo, autore già presentato ed apprezzato su questa rubrica, puntualizza nelle sue opere quanto succede e nel libro “Quell’antico suonatore d’organo” non è venuto meno al consueto impegno. Il titolo non è stato attribuito per caso, si riferisce all’organista della Chiesa matrice e del convento di Marittima spentosi nel 2010, al quale è dedicato un commovente saggio che ne delinea per sommi capi la figura: “E’ successo come se fosse caduta un’arancia, delle tante che appese con peduncoli e foglie, adornavano, illuminavano e rallegravano giovani alberi…”.

I 67 saggi del volume, presentati con l’abituale sottotitolo “Lettere ai giornali e appunti di viaggi”, sono pubblicati in ordine temporale in apparente disordine d’argomento. Gli accadimenti e le osservazioni critiche costituiscono una serie di fotografie della pittorica realtà di qualche lembo d’Italia. Alcune sollevano argomentazioni imbarazzanti come in “Signor Giudice, che ci viene a dire?”. Si tratta di un giovane magistrato che rilascia un’intervista al Corriere lamentando la ridotta (si fa per dire) retribuzione. Altri riguardano fatti storici, “Tripoli, 1911/2011”, con i successivi sviluppi contemporanei. Non mancano gli episodi buffi come in “Che spettacolo di mangiata”.

 

 

Il libro si legge volentieri e suscita un’altalena di sentimenti  che vanno dalla meraviglia al disappunto. Il testo ha una sua importanza, se oggi appartiene alle cose vissute domani potrà diventare un documento dell’Italia contemporanea.

La conclusione non può omettere la citazione di “Pugni nello stomaco alla crisi”, che riguarda una somma di denaro divisa fra un gruppo di funzionari pubblici. Anche se la ripartizione è stata lecita il significativo accenno all’equitàdei sacrifici èveramente utile.

 

Rocco Boccadamo

Quell’antico suonatore d’organo

AGM srl, Lecce 2011

 

http://www.rivistathelion.it/portale/sites/default/files/LION%20GENNAIO%202012.pdf

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!