Ermanno Inguscio e il mestiere dello storico (profilo bio-bibliografico)

di Paolo Vincenti

Ermanno Inguscio, storico, giornalista e docente di materie letterarie. Ermanno Inguscio è un ruffanese e un caro amico, che ha concentrato la maggior parte delle proprie energie nella riscoperta e nella valorizzazione di quell’enorme patrimonio demo-etno- antropologico custodito nel piccolo grande borgo di Torrepaduli, frazione di Ruffano, il paese che lo ha visto nascere, crescere e formarsi. Nella frazione di Torrepaduli, nelle antiche “terre di Maria D’Enghien”, da secoli la devozione popolare tributa onori al santo taumaturgo, San Rocco di Montpelier, il cui culto è talmente importante da avere quasi oscurato quello di San Teodoro, che di Torrepaduli è il patrono ufficiale. Nel cerchio magico della piazza del Santuario di San Rocco,  infatti, dove nella notte fra il 15 e il 16 agosto  si balla la meravigliosa danza scherma, nel vibrare della pelle dei tamburi e nel fendere dei coltelli nell’aria rovente del caldo agostano,  si celebra ogni anno un rito uguale e diverso, una messa laica, a latere di quella sacra celebrata nel Santuario, di cui officianti sono i tanti e tanti visitatori che si accalcano nello slargo di San Rocco e che, con le loro sgargianti magliette e vaporose capigliature, con i loro simboli stravaganti e la loro chiassosa allegria, fanno da contrappunto alla composta, quasi mesta, presenza dei pellegrini, questuanti del Duemila. Qui, i devoti da ogni parte del Salento e non solo, vengono a chiedere una grazia al Santo spadaccino, Rocco da Montpelier, o a ringraziare per averla ricevuta, mentre i giovani coreuti,  anche extra-comunitari ( ma tutti  comunitari del grande villaggio globale di questa contemporanea civiltà), ballano e cantano, suonano i loro improvvisati strumenti e si confondono insieme nel grande spasimo della festa che, nelle ore centrali della notte, raggiunge il culmine. Le loro voci e i loro respiri si confondono con il sudore,  l’aria della notte diventa salmastra e le vibrazioni che la tagliano, quasi percettibili al tatto, i commercianti sono stremati dalla fatica e dal caldo ma con la speranza di vendere ancora qualche pezzo della loro mercanzia e le donne devote dormono sui bordi della piazza, ai lati esterni del Santuario, fiaccate dalla stanchezza del lungo pregare e dall’afa. E il Santo guarda tutto ciò e benedice, mentre la festa di San Rocco rende per due giorni Torrepaduli ombelico del Salento e del mondo. E’qui che studiosi, musicisti e danzatori, ricercatori ed appassionati si danno appuntamento ogni anno per approfondire la conoscenza di un fenomeno sociale e religioso che, tutto sommato, è rimasto fino ad ora lontano dal grande clamore mediatico che invece caratterizza altri eventi e veicola nel mondo la conoscenza di altre comunità  salentine, depositarie, come Torrepaduli con San Rocco, di altrettante antiche tradizioni, che sono state però meglio valorizzate da amministratori  più attenti. A volte, addirittura, questi comuni, pur non disponendo di depositi tradizionali tanto antichi, hanno compiuto delle operazioni di così efficace marketing territoriale che, oggi, essi sono conosciuti  in tutta Italia e finanche nel mondo. Certamente,  la difesa strenua ed esasperata della propria individualità, il culto per il proprio piccolo recinto, una certa refrattarietà alle differenze e alle novità che caratterizzano il popolo di Torrepaduli e Ruffano,la superficialità di passate amministrazioni comunali,  sono fattori che possono aver impedito fino ad ora che Torrepaduli, con il culto del suo San Rocco, spiccasse il volo, facesse insomma quel salto di qualità che porterebbe il nostro Comune a ben più onorevoli traguardi. Ermanno Inguscio ha compiuto molti sforzi, in questo senso, sia come  assessore comunale, nel breve periodo della sua attività amministrativa, sia soprattutto come studioso e fra i primi fondatori della Pro Loco di Ruffano e poi di quella di Torrepaduli.  Egli ha studiato molto gli aspetti del culto, della tradizione, della festa e di conseguenza della storia del piccolo borgo di Torrepaduli,  sua patria natale ed elettiva.

Basta citare alcuni suoi titoli per rendersene conto: Folclore e tradizioni in Europa nel culto di San Rocco ( in “La Voce di San Rocco”, Anno XLVII, n.1, 1995), Ave Roche. Guida all’ascolto, (SIAE, Torino, 1995),  Recital di Musica Sacra. Programma, Celebrazioni VII Centenario Nascita di San Rocco (1295-1995), (Ruffano, 1995), Nelle Terre di Maria d’Enghien. Torrepaduli e San Rocco, (con A. De Bernart e M. Cazzato, Congedo, 1995), Minima urbanistica. Torrepaduli a fine Ottocento ( in “Il Bardo. Fogli di Culture”, 1996), La danza scherma salentina ( in “Pietre, Speciale San Rocco”, 1996), Torrepaduli, è festa grande per San Rocco. Si mobilitano i suonatori di “pizzica pizzica”  (in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 14.8.1996), Iconografia di Rocco De La Croix in Italia ed in Europa ( in “La Voce di San Rocco”, Galatina, 1996), Il santuario di  San Rocco, clinica dello spirito … e del corpo (in “La Voce di San Rocco”, Anno XLIX, n. 2, 1997), Torrepaduli, musica sacra nel Santuario (in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 15, 1998),  Torrepaduli in festa per San Teodoro (in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 37,1998),   A Torrepaduli il 2° Convegno Nazionale degli “Amici di San Rocco” ( in “la Voce di San Rocco”, Anno LII, 1999), e  via così, scorrendo i suoi titoli.

Ermanno Inguscio è stato insegnante di italiano e storia negli istituti superiori. Esperto di Storia del Novecento e di Beni Culturali, è autore di numerosissimi saggi pubblicati su vari volumi e miscellanee, in riviste e quotidiani, e di diversi libri che trattano soprattutto di storia. Collaboratore di prestigiose riviste come “L’ora del Salento” (Lecce), “Il bardo” (Copertino), “Pietre” (Tricase), “Santini et Similia”(Manduria), “Apulia” (pubblicazione trimestrale della Banca Popolare Pugliese, Matino), “La Vocedi San Rocco” (Torrepaduli), “Presenza Taurisanese” (Taurisano), ecc. . Socio ordinario della Società di Storia Patria perla Puglia, dell’Istituto perla Storiadel Risorgimento Italiano di Roma, ha diretto la rivista bimensile “Distretto 108-AB Apulia”, organo ufficiale dell’ “International Association of Lions Club”, della quale egli è membro per la sezione di Maglie. Pubblica inoltre regolarmente propri contributi su “Note di storia e cultura salentina” rivista annuale della Società di Storia Patria ,sezione di Maglie. Ha curato l’organizzazione di convegni nazionali in ambito storico-agiografico e di collezionismo, l’allestimento di mostre, cataloghi e varie pubblicazioni di carattere storico-musicale sacro. Molto vari, quindi,  gli interessi del professor Inguscio. A Ruffano, egli compone la triade degli studiosi della prima generazione, insieme ad Aldo de Bernart e  a Vincenzo Vetruccio, con i quali ha spesso collaborato in tante intraprese di carattere culturale. Nel turbinio degli eventi della vita quotidiana, diventa difficile avere il tempo per frequentare gli amici ma nelle mie sporadiche visite a casa sua è sempre piacevole intrattenersi,  conversando di storia e letteratura e soprattutto aggiornandoci sui rispettivi impegni ed iniziative culturali. Molto spesso, davanti ad un buon caffè, si discute di personaggi ruffanesi e salentini, quasi sempre studiosi, di editori, di eventi culturali ai quali si è preso parte o lo si vorrebbe fare. È raro ritornare a casa senza avere in mano qualche foglietto o qualche libro o senza aver saputo di novità nel campo della promozione culturale. Ermanno è un uomo sempre ben disposto verso il prossimo e molto gentile. La sua cortesia e la sua affabilità non sono state neppure scalfite da quegli eventi difficili che si abbattono a volte nella vita di ciascuno di noi. Nelle sue conversazioni fanno spesso capolino gli affetti famigliari: la moglie, Caterina, insegnante elementare , e le due figlie, Viviana e Raffaella, entrambe affermate professioniste, sicché egli si può ben dire “beato fra le donne”.

 I suoi interessi lo hanno portato anche molto lontano dalla casa e dal borgo avito, senza mai recidere quel cordone ombelicale che lo tiene attaccato stretto alle proprie radici, al paese sempre amato, al quale ha dato tanto e dal quale ha anche ricevuto. Si può vedere che il suo curriculum è ampio e questo gli consentirebbe di essere una buona guida per i giovani che vogliono intraprendere la strada difficile dello studio e della ricerca storica. Inguscio ha ben appreso quale sia il compito dello storico, che nei suoi studi  deve privilegiare sempre la ricerca della verità, o meglio,  il suo compito è distinguere il vero dal falso,  come scrive Marc Bloch, il fondatore degli Annales,  nella sua “Apologia della storia”; questo perché il passare del tempo rende molto labili i confini fra ciò che è certo e ciò che non lo è, a volte capita che vengano falsificati dei dati, sia involontariamente, a causa appunto dello scorrere del tempo e del corrompersi delle fonti, sia volontariamente, ad opera di storici in cattiva fede che hanno voluto far passare una determinata  versione dei fatti per interessi personali.  Compito difficile ed insidioso, quello dello storico, perché può capitare che uno sbaglio di valutazione, semplicemente una interpretazione errata di una epigrafe latina o la cattiva lettura di una data stampata su un cornicione o su un manoscritto dalle pagine troppo consunte, inficino un intero saggio e diano anche la stura ad altri storici per criticare, anche pesantemente, quel lavoro compiuto dal collega. Tutta l’attenzione che si possa riservare allo studio delle fonti può, a volte, non bastare per evitare uno strafalcione o, semplicemente, il  cosiddetto titivillus, ossia l’odiato refuso tipografico di cui ci si accorge quando purtroppo l’opera è stata ormai pubblicata. Compito difficile, appunto, quello dello storico,  anche perché egli non è alieno dalle passioni degli umani e da ideologie o appartenenze politiche. Ma se lo storico di razza cerca di annullare il proprio punto di vista  e le proprie personali convinzioni – sociali, politiche, religiose-  quando compulsa i documenti d’archivio per tramandare la memoria del passato, egli è comunque sempre figlio del proprio tempo e anche quando si sforzi di fare onestamente il proprio lavoro con il rigore richiesto dalla  deontologia , lo storico scrive nel presente e riflette le attese della propria epoca. E anche se non concordiamo con la tesi di Henri-Irénée Marrou , secondo cui  l’oggettività assoluta non esiste in alcuni  ambiti di ricerca e pretendere di conoscere le cose “come esse si sono realmente svolte” si rivela un’illusione, tuttavia ci rendiamo conto di quanto sia faticoso fornire una versione dei fatti, soprattutto di fatti che si sono svolti centinaia di anni fa, con assoluta certezza. Difficile, certo, ma non impossibile. Lode al merito, quindi, di Inguscio e di tanti altri storici salentini, che con passione e metodo si dedicano alla preziosa missione di trarre fuori dalle nebbie del passato e di sottrarre dall’oblio fatti, avvenimenti e personaggi. Lo storico deve scrostare la storia da tutte le false credenze, se non addirittura dalle opinioni e dalle superstizioni, che si sono accumulate nel tempo. Questo riporta ad una lezione del grande illuminista Pierre Bayle, il fondatore dell’acribia storica, il quale diceva: “Chi conosce le leggi della storia sarà d’accordo con me che uno storiografo fedele al suo compito deve sbarazzarsi dello spirito di adulazione e di maldicenza. Egli deve, per quanto sia possibile, mettersi nelle condizioni dello storico che non è agitato da nessuna passione. Insensibile a tutte le altre cose, egli deve badare soltanto agli interessi della verità, e per amore di questa deve sacrificare la sensibilità per un torto che gli sia stato fatto o la memoria di un beneficio ricevuto, e persino l’amor di patria. Deve dimenticare che appartiene a un dato paese, che fu educato a una data fede, che deve riconoscenza a questo o a quello, che questi o quelli sono i suoi genitori, i suoi amici. Uno storico in quanto tale è, come Melchisedecco, senza padre, senza madre e senza discendenti. Se gli si domanda di dove viene, deve rispondere: Non sono né francese né tedesco, né inglese né spagnolo; sono cosmopolita; non sono né al servizio dell’imperatore né al servizio del re di Francia, ma esclusivamente al servizio della verità; questa è la mia unica regina, alla quale ho prestato giuramento di obbedienza.” Quindi l’amor patrio  non deve far velo alla nostra intelligenza critica e non deve certo indurci ad omissis quando ciò che è successo nel passato potrebbe recare disonore ad un amico, ad un concittadino o addirittura alla propria famiglia. In questo senso, Ermanno Inguscio non è di Torrepaduli e non è salentino nella ricerca della verità almeno quanto lo è nell’amore per questo suo-nostro territorio.

Mi è capitato spesso di recensire i lavori editoriali di Ermanno. L’ho fatto sempre con piacere e con impegno, quello che credo meritino le pubblicazioni di un ricercatore che si è speso molto e continua a spendersi per la crescita culturale di queste nostre contrade spesso deserte di punti di riferimento, di buoni esempi.

Inguscio  continua a produrre e a scrivere introduzioni, prefazioni per i libri degli amici, recensioni delle uscite editoriali delle collane di studi salentini. In questi ultimi tempi,  le nostre occasioni di incontro si sono fatte più frequenti grazie all’attività culturale che, come presidente della Pro Loco del mio paese, ho inteso intraprendere, nonostante le scarse finanze a disposizione e la poca voglia da parte dei concittadini di farsi collaboratori  dell’associazione. In queste iniziative, ho coinvolto più volte Inguscio ed egli ha risposto sempre con vivo interesse e puntualità ai miei inviti. Insomma, Inguscio non ha certo intenzione di  abbandonare i “ferri del mestiere” (come si evince dalla pubblicazione del suo ultimo lavoro editoriale:  Il Risorgimento nella periferia del Mezzogiorno. Ruffano e Torrepaduli dalla rivoluzione giacobina all’Unità (1799-1861, per la collana “Cultura e Storia” della Società di Storia Patria – Sez. di Lecce, Edipan 2011).  La sua produzione, infatti,  si arricchisce ancora ogni giorno ed io vorrei che questo piccolo scritto che pubblico in suo omaggio fosse a lui come un incoraggiamento ad andare avanti sulla strada intrapresa da molti anni, tanti prima di me.

Auguri di buona vita ad Ermanno Inguscio.

BIBLIOGRAFIA di ERMANNO INGUSCIO

 

 

1986

 -Ruffano, Torrepaduli, (senza firma) in “Ruffano, Torrepaduli”, Galatina, Ed. Salentina, 1986, plaquette Pro Loco Ruffano, pp. 2-11.

 -Il ballo di San Rocco, (senza firma) in “Ruffano, Torrepaduli”, Galatina, Ed.  Salentina, 1986, plaquette ProLoco Ruffano, pp. 12-13.

 

1995

 (monografia)

–         Nelle Terre di Maria d’Enghien. Torrepaduli e San Rocco, (con A. De Bernart e M. Cazzato), Congedo, 1995.

–         Torrepaduli tempo di castagne con sagra di San Teodoro, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 9.11.1995, p. 25.

–         Ruffano: riabilitazione potenziato il servizio, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 28.11.1995, p.36.

–         Ugento Li Foggi consorzio inutile, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 1.12.1995, p.24.

–         Ruffano, manca mensa e scuola bus. Monta la protesta, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 7.12.1995, p. 30.

–         Ruffano, Strade, luce, fogne, al via il maxicantiere, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 12.12.1995, p. 39.

–         Mostra Mercato a Ruffano,in “Terra d’Otranto, Rivista Trimestrale Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura”, Anno XII, n. 4 (dic. 1995), 1995.

 –         Il segnale tv? Roba da preistoria, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 30.12. 1995, p. 26.

–         Folclore e tradizioni in Europa nel culto di San Rocco, in “La Voce di San Rocco”, Anno XLVII, n.1, Galatina, 1995, pp.4-9.

–         Ave Roche. Guida all’ascolto, SMC CAP 951, Stereo Dolby Sistem, SIAE, Torino, 1995, pp.2-3.

–         Recital di Musica Sacra. Programma, Celebrazioni VII Centenario Nascita di San Rocco (1295-1995), Ruffano, Tip. Inguscio, 1995.

 

 1996

 –         La festa e la fiera di San Marco nelle cronache consiliari di fine Ottocento, in “L’antico assetto urbanistico di Ruffano e la chiesa di San Marco” , di  A. De Bernart , Ruffano, Tip. Inguscio, 1996, pp. 9-26.

–         Brevi note su fatti e personaggi della Ruffano del secondo Ottocento, in “Note di Storia e Cultura salentina”, Lecce, Argo, Anno VIII, 1996, pp. 203-217.

–         Le Edicole votive. Documenti di”pietà minore”, in “Santini et Similia- Rivista trimestrale di note agiografiche”, Manduria, Barbieri Editore, 1996.

–         Minima urbanistica. Torrepaduli a fine Ottocento, in “Il Bardo. Fogli di Culture”, Anno VI, n. 2, 1996, p. 8.

–         La danza scherma salentina, in “Pietre, Speciale San Rocco”, Tricase, Laborgraf, 1996, p. 4.         

–         L’arte minore della ceramica a Ruffano tra Otto e Novecento, in “La Città”, Galatina, n. 8, 1996.

–         Ruffano, volontariato nasce una consulta, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 27.1 1996, p. 22.

–         Ruffano, comanda re carnevale. Ricchi premi per 15 milioni, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 18.2.1996, p.38.

–         San Giuseppe invita alle “tavole”, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, 17.3.1996, p. 33.

–         C’è San Giuseppe: manicaretti in tavola, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 19.3.1996, p. 27.

–         Nelle piazze rivive la Passione, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 31.3.1996, p. 33.

–         Miggiano, Via Crucis con tre cantanti lirici, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, 3.4.1996, p. 19.

–         Riti struggenti, Intorciata a Neviano, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 5.4.1996, p. 19.

–         Riti struggenti, a Torrepaduli bruciano tre “caremme”, in “La Gazzetta del Mezzogiorno, Lecce, 5.4.1996, p. 19.

–         A Ruffano uno sportello informa-giovani, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 6.4.1996, p. 26.

–         Riecco le feste di primavera, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 14.4.1996, p. 31.

–         Ruffano, un incontro sulla tradizione della pizzica, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 16.4.1996, p. 23.

–         Spettacoli e fiere nel Salento per San Giorgio e San Marco, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 25.4.1996, p. 23.

–         Concerti a Lecce, Torrepaduli e Racale, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 28.4.1996, p. 31.

–         Un concorso sulle ali della buona musica, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 19.5.1996, p. 35.

–         Karting di lusso a Ruffano, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”,Lecce, 26.5.1996, p. 38.

–         A tutta festa nel Salento, in  “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 23.6.1996, p. 31.

–         A Ruggiano la festa che salva dall’itterizia, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 17 luglio 1996, p. 22.

–         Magiche note al pianoforte, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 17.7.1996, p. 22.

–         Sagra del pesce a Torrepaduli. A Neviano il Palio dei Rioni, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 12.8.1996,  p. 31.

–         Torrepaduli, è festa grande per San Rocco. Si mobilitano i suonatori di “pizzica pizzica”, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 14.8.1996, p. 22.

–         Ruffano, si scioglie il Consiglio comunale, in “la Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 6.9.1996, p. 21.

–         Dal cilindro del centrodestra spunta il nome di un  vicequestore, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 9.10.1996, p. 24.

–         “Mani pulite” non cede alle lusinghe. Un terzo incomodo, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 18.10.1996, p. 28.

–         Ruffano. Sindaco, una poltrona per tre, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 20.10.1996, p. 32.

–         Profumano le caldarroste e il maiale fa una brutta fine, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 9.11.1996, p. 27.

–         A Ruffano adesso si volta pagine. Come un ciclone il polo abbatte l’Ulivo, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 19.11.1996, p. 28.

–         Sarò sindaco di tutti e non solo di chi mi ha votato, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 19,11,1996, p. 28.

–         Ruffano, distribuite le deleghe agli assessori, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 6.12,1996, p. 30.

–         Iconografia di Rocco De La Croix in Italia ed in Europa, in “La Voce di San Rocco”, Galatina, Anno XLVIII, n. 2, 1996, pp. 14-18

 

1997

–    Cultura storia e religiosità in un antico centro del Basso Salento. Un Hymnus latino, un Officium settecentesco, un altare secolare, in “Note di Storia e Cultura salentina”, Lecce, Argo, Anno IX , 1997, pp. 83-97.

 –    Attività ammnistrativa e disagio sociale a Ruffano dal 1880 al 1900, in “Rassegna di Studi storici- Istituto di Storia “Risorgimento e Mezzogiorno”, Levante Ed., Bari, 1997.

–         Della “Vittoria Alata” di Antonio Bortone in Ruffano, in “La Città”, Anno V, n. 1, p. 7, Galatina, 1997.

–         ‘800 ruffanese: Il convento dei Cappuccini a Ruffano alla nascita del novello Stato Unitario, in “La Città”, Anno V, n. 2, p. 13, Galatina, 1997.

–         Il progetto di Ruggero Rizzelli e l’Opera dei Congressi, in “La Città”, Anno V, n. 10, p. 5, Galatina, 1997.

–         Il santuario di  San Rocco, clinica dello spirito … e del corpo, in “La Voce di San Rocco”, Anno XLIX, n. 2, pp. 4-6, 1997.

–         Pari opportunità da rispettare. Nominate assessore donna, in “La Gazzetta del Mezzogiorno”, Lecce, 8.1.1997, p. 22.

–         Settimana teologica obiettivo su Cristo, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 9, 1997,p. 10.

–         Serie di incontri per i lettori, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 9, 1997, p. 10.

–         Equipe Notre Dame in preghiera, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n.9, 1997, p. 10.

–         Un tesoro nascosto e prezioso sotto la Chiesa di Ruffano,in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 9, 1997, p. 10.

–         I Consigli pastorali ascoltano il Vescovo, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 13, 1997,  p. 6.

–         Arte sacra a Tricase, in  “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 13, 1997, p. 6.

–         Da Tutino per il Rwanda, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 13, 1997,  p. 6.

–         Cinque giorni di studio ad Acquarica del Capo, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 13,1997,  p. 6.

–         A Montesano il raduno dei giovani, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 13, 1997, p. 6.

–         IX Rassegna di canto sacro, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 13, 1997,  p. 6.

–         I Fotografi? Servi della memoria, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 18, 1997, p.8.

–         82 giovani del Basso Salento a Parigi, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 18, 1997, p.9.

–         Al via l “Armonium Messapiae”, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 18,1997, p.14.

–         L’AIMC pellegrina a Bari, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 22, 1997,  p. 9.

–         Consiglio pastorale, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 22,  1997, p. 9.

–         Convegno di AC a Tricase, in “L’Ora del Salento “, Anno VII, n. 22, 1997,  p. 9.

–         La famiglia al centro della Chiesa, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 22, 1997, p. 9.

–         Nel ricordo di Michele Mincuzzi, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 22, 1997, p. 9.

–         Una Schola nel nome di Francesco, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 22, 1997, p. 9.

–         Basso Salento che passione, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 25, 1997, pp. 8-9.

–         Possibile polo di aggregazione, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 25, 1997, p. 9.

–         Da Ugento a Bologna, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 33, 1997, p 4.

–         Dalla galleria alla pinacoteca: a Ruffano un programma per l’arte, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 33, 1997, p. 4.

–         La Chiesa di Ugento verso il Duemila, in “L’Ora del Salento”, Anno VII, n. 33, 1997, p. 4.

–         In festa per i Santi Medici, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 33, 1997, p. 4.

–         Catechesi d’estate per 100 coppie di futuri sposi, in “L’Ora del Salento”, Anno VII, n. 33, 1997,p. 4.

–         Ecco la cascata di Santa Maria di Leuca, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 35, 1997, p. 10.

–         Verso il grande Giubileo del Duemila, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 36, 1997,p. 11.

–         Arriva la “fera te Miscianu”, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 36, 1997, p. 11.

–         Gemini e Francesco, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 36, 1997,p. 11.

–         Caprarica e Tricase in festa, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII,n. 36, 1997,  p.11.

–         Il mandato ai catechisti, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 36, 1997, p. 11.

–         I Santi Medici a Corsano, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno, VII, n. 36, 1997, p. 11.

–         Salve a Santa Teresa, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 36, 1997, p. 11.

–         Nuove testimonianze sulle civiltà rupestri, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VII, n. 36,1997,  p. 11.

–         David Turoldo poeta riscoperto, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 39, 1997, p. 8.

–         Il Vangelo della carità per il Rwanda martoriato, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 40, 1997, p. 8.

–         In festa Acquarica e Torrepaduli, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 40, 1997, p. 8.

–         La Carta END ha cinquant’anni. Taurisano in festa, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 40, 1997, p. 8.

–         Una speranza viva per le attese di ogni persona. Operatori matrimoniali a Tricase, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 40, 1997, p. 8.

–         Fermati, contempla e prega Iddio per me, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 44, 1997,p. 12.

–         Montesano Salentino, onore a San Donato, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 44, 1997,p. 12.

–         Il Bambino di Bethlemme nasce anche nel Basso Salento, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 45, 1997,p. 13.

–         Il Consiglio Diocesano ripensa la pastorale, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 45, p. 13.

–         Giornata per il seminario, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n .45, 1997,p. 13.

–         Gli impegni decembrini per l’Azione Cattolica, in “L’Ora del Salento”; Lecce, Anno VII, n. 45, 1997,p. 13.

–        A Morciano. Tricase e Ugento festeggiata Santa Lucia, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VII, n. 45, 1997, p. 13.

 

1998

(Monografia)

–         La cripta del Crocifisso di Ruffano. Storie e geografie sconosciute, ( con A. De Bernart, M. Cazzato e A. Lupo), Congedo, Galatina, 1998.

–         Una voce nella storia, un’eco della fede, in “La Voce di San Rocco”, Anno L, n. 1, Galatina, 1998, p. 5.

–         “La Voce di San Rocco” 1948-1998. Indice alfabetico degli autori, in “La Voce di San Rocco”, Anno L, n.1, Galatina, 1998, pp. 5-6 (inserto).

–         S. Valentino l’inno degli innamorati, in “L’Ora del Salento”,Lecce,  Anno VIII, n. 5, 1998, p. 6.

–         Nel Blues salentino, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 5,1998, p.10.

–         Il card. Salvatore De Giorgi a Tricase, in  “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 9, 1998, p. 4.

–         Preti e laici in spirito di servizio, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 9, 1998, p. 4.

–         Pronti per la vita familiare, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 9, 1998, p. 4.

–         Oltre la solidarietà, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 9, 1998,p, 4.

–         Settimana teologica, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VIII, n. 9, 1998,p. 4.

–         Don Tonino nel cuore. La Chiesa della stola e del grembiule, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n.14, 1998, p. 8.

–         Tra fiere e sagre nel Basso Salento, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 15, 1998, p. 10.

–         “Nuova Pentecoste” a Patù, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno VIII, n. 15, 1998, p. 10.

–         I Giovani e la missione: seminando la speranza, in “L’Ora del Salento”,  Lecce, Anno VIII, n. 15, 1998, p. 10.

–         Torrepaduli, musica sacra nel Santuario, in “L’Ora del Salento”,  Lecce, Anno VIII, n. 15, 1998, p. 10.

–         L’antica Yrìa messapica tesoro di Montesardo, in “L’Ora del Salento”,  Lecce, Anno VIII, n.16,  1998, p.10.

–         Ruffano e la sua cripta. Un elegante libro scritto a quattro mani, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 21,1998,  p. 10.

–         L’impegno continua. Il 1999 l’anno della conversione, in “L’Ora del Salento”,  Lecce, Anno VIII, n. 24, 1998, p. 5.

–         Cambiano i parroci e la chiesa cammina, in  “L’Ora del Salento”,  Anno VIII, n. 24, 1998, p. 5.

–         Al lavoro per i fratelli dell’Uganda, in “L’Ora del Salento “,  Anno VIII, n. 24, 1998, p. 5.

–         Un museo mariano nella casa di don Tonino, in “L’Ora del Salento”,  Anno VIII, n. 29, 1998, p. 10.

–         Tre giorni di studio per coppie, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno VIII, n. 29, p. 10.

–         Tutti i popoli conoscano Te, unico vero Signore, in “L’Ora del Salento “, Lecce, 19.9.98, Anno VIII, n. 29, 1998, p. 10.

–         L’arte tra il sacro e il profano per il “Mito mediterraneo”, in “L’Ora del Salento”,  Lecce, Anno VIII, n. 29, 1998,p. 10.

–         La missione comincia dalla Chiesa locale, in “L’Ora del Salento”, 24.10.98, Lecce, Anno VIII, n. 34, 1998,p. 5.

–         I missionari della Diocesi nel mondo, in “L’Ora del Salento”,  Lecce, Anno VIII, n. 34, 1998,p.5.

–         Trent’anni dalla morte di Comi, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno VIII, n. 34, 1998, p. 5.

–         La “fera te Miscianu”, un tuffo nelle tradizioni del passato, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno VIII, n. 34, 1998,p. 5.

–         A Tricase tre corsi di avviamento professionale per giovani salentini, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 34, 1998, p. 5.

–         Ingrosso o Memmi per Casarano, (Speciale), in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 36,1998,  p. 7.,

–         (Inserto Speciale) –  Montesano Salentino: in corsa due liste. Il Polo resta al palo;

–         Spongano: da destra l’unica scelta. A sinistra niente di niente;

–         Ugento: quattro liste opposte con tante incertezze;

–         Poggiardo: contro la riconferma una destra allargata;

–         Salve: ecco cinque candidati per le nuove votazioni;

–         Taurisano: tutto all’insegna del bipolarismo,

in “L’Ora del Salento, Lecce, Anno VIII, n. 37, 1998, p. 6.

–         Il Salento guarda al lavoro per i giovani del 2001, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno VIII, n. 37, 1998, p. 6.

–         Sposarsi scelta di fede, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno VIII, n. 37, 1998, p. 6.

–         Il Padre fonte della salvezza, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno VIII, n. 37, 1998, p. 6.

–         Torrepaduli in festa per San Teodoro, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno VIII, n. 37, 1998, p. 6.

–         Al Santo Pescatore, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 37, 1998,p. 6.

–         Basso Salento il Natale è qui (Presicce, Tricase, Gagliano del Capo, Ruffano, Andrano, Castro Marina, Maglie), in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno VIII, n. 43, 1998, p. 8.

1999

(Monografia)

–         La civica amministrazione di Ruffano (1861-1999). Profilo storico,  Galatina, Congedo Ed., 1999.

–         Da Venezia a Torrepaduli la reliquia di San Rocco, in “La voce di San Rocco”, Salentina Ed, Galatina, Anno LI, n.1, 1999, pp. 4-6.

–       12-17 agosto 1999: da Venezia la reliquia del corpo di San Rocco a Torrepaduli, (ms.), testo in videocassetta, 1999.

–         Per la scomparsa di un amico (Amedeo De Rosa), (testo letto nei Tg di Top Video, 8 aprile 1999)- Video registrato.

–         Danza delle spade o danza scherma salentina?, in “La Voce di San Rocco”, Anno L, n.2, 1999, pp. 4-5.

–         Tantissimi gli impegni per il mese di febbraio, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 5, 1999,p. 10.

–         Progetto Centro CAAL della Charitas ugentina, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 5, 1999, p. 10.

–         A Otranto Convegno sui flussi migratori, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 5, 1999,p. 10.

–         Restaurata la Chiesa “Madonna delle Grazie”, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 5, 1999, p. 10.

–         Settimana teologica: comunità in ascolto, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 10, 1999, p 5.

–         Via Crucis delle “END” al Casale, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 10,  1999, p 5.

–         Riflessioni sul giorno del Signore, in  “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 10, 1999, p. 5.

–         Ostuni. AIMC del Salento in preghiera, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 10, 1999, p 10.

–         Maglie, i Lions Club per la qualità, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 10, 1999,p. 10.

–         La seconda Chiesa Matrice di Tricase dal 1600 al 1700, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 23, 1999, p. 10.

–         Don Paolo sacerdote per la Chiesa di Ugento, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 34, 1999,  p. 5.

–         Catechesi e liturgia per il Giubileo, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 34, 1999, p. 5.

–         Don Barba alla Congregazione Romana per il Culto e la Liturgia, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 34, 1999, p. 5.

–         Inaugurato a Ruffano l’Oratorio del Santo Rosario, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 34. 1999, p. 5.

–        Ugento, “Il percorso coniugale di Carlo e Maria Volpini, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno IX, n. 40,1999, p. 10.

 

2000

  –   Amici e mecenati in alcune liriche del poeta Carmelo Arnisi (1859-1909), in “Note di Storia e Cultura salentina”  (cura di F. Cezzi), Lecce, Argo Ed., Anno XII, 2000, pp. 193-202.

–         Ruffano e dintorni,  Dépliant illustrativo di “Personale di pittura di Sergio Crudo, Ruffano, 4.3. 2000.

–         Servi di Cristo e della comunità, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno X, n. 4, 2000, p. 5.

–         Balcani, la pace possibile, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno X, n. 4, 2000, p. 5.

–         La visita apostolica del 1628. Un nuovo volume di Jacob e Caloro, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno X, n. 4, 2000, p. 5.

–         Gli “Amici di San Rocco” a Torrepaduli, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno X, n. 4,2000, p. 5.

–         Ordinati i nuovi ministri, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno X, n. 12, 2000,  p 10.

–         S. M. di Leuca, realizzati dallo scultore A. Marrocco. Ecco i portali del Santuario, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno X, n. 14, 2000, p. 10.

–         Tanti salentini della Cattolica in udienza dal Papa, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno X, n. 15, 2000, p. 10.

–         Da tutt’Italia gli “Amici di San Rocco”, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno X, n. 16, 2000,p. 10.

–         Gli “Amici di San Rocco” pellegrini nelle terre del Santo, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno X, n. 21, 2000, p. 10.

–         Benvenuto tra noi, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno X, n. 23, 2000,p. 5.

–         Servire da protagonisti responsabili, in “L’Ora del Salento “, Lecce, n. 31, 2000, p. 10.

–         Ugento-Kigali: storie di comunione, in L’Ora del Salento”, Lecce, n. 44, 2000, p. 5

–         Il progetto pastorale diocesano, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno X, n. 44, 2000, p. 5.

–        A Torrepaduli il 2° Convegno Nazionale degli “Amici di San Rocco”, in “ La Voce di San Rocco”, Anno LII,n. 2, 2000,  pp.4-5.

 

2001

–   Taccuino poetico del pittore Lionello Mandorino,  in  “Note di Storia e Cultura salentina” (a cura di F, Cezzi), Lecce, Argo Ed., Anno XIII , 2001, pp. 167-179.

  – Il lionismo per la città di Maglie, in “Informacittà. Periodico di informazione dell’Amministrazione comunale di Maglie”, Maglie, Erreci Ed., 2001, p. 19.

–         Pietramelara. 3° Convegno Nazionale Italiano Amici di San Rocco, (a cura di Roberto Mitrano), in “Terzo Convegno Nazionale San Rocco. Pietramelara. 20-30 aprile2001”, Piedimonte Matese, Ikona, 2001, pp. 5-6.

–         3° Convegno Nazionale degli Amici di San Rocco, (a cura di T. Campi e C. De Bellis) in “Sintonizzati con San Rocco”, Piedimonte Matese, Ikona, 2001.

–         Le clarisse cappuccine di Alessano, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 3, 2001, p. 5.

–         Cattolici e ortodossi, cammino comune, in “L’Ora del Salento”, Lecce, AnnoXI, n. 3, 2001, p. 5.

–         I Basiliani lo portarono in Terra d’Otranto. Iniziativa del liceo di scienze sociali di Casarano, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 3, 2001, p. 5.

–         Ecco l’archivio storico diocesano, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 3, 2001, p. 5.

–         Gandhi profeta del nuovo millennio, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 3, 2001, p. 5

–         Anche Scalfaro tra gli Amici di San Rocco, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 9, 2001,  p. 10.

–         Mons. De Grisantis inaugura la nuova Chiesa, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 11, 2001, p. 110

–         Il terzo settore e gli Amici di San Rocco, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 15, 2001,  p. 10.

–         Convegno annuale degli ex allievi di don Bosco, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno XI, n. 15, 2001, p. 10.

–         Un CD Rom creato dagli studenti del Liceo, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno XI, n. 20, 2001,  p. 6.

–         Una cascata, una strada, un centenario, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 21, 2001,  p. 10.

–         La seconda chiesa matrice, monumento cancellato, in “L’Ora del Salento”,  Anno XI, n. 22, 2001,  p. 10.

–         La città fra curiosità e storia, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 23, 2001, p. 10.

–         Il Salento, crocevia di culture nel nome di Comi, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 26, 2001, p. 10.

–         Le urgenze della comunità, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 26, 2001, p. 10

–         Un nuovo diacono per la comunità, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 26, 2001, p. 10.

–         Il GEN Rosso per l’apertura dell’accademia, in “L’Ora del Salento”, Lecce, 27, Anno XI, n. 37, 2001,  p. 9.

–         Prevenzione e aiuto al ritorno alla vita, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 42,  2001,  p. 10.

–         Il Tarantismo : identità culturale,in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XI, n. 43, 2001, p. 10.

2002

(Monografia)

–         Le Due metà del Cielo Lions a Maglie (1959-2002), Tuglie, Tip. 2Emme, 2002.

 –    Tuglie nel XX secolo, ( con Lucio Causo e Salvatore Coppola), Lizzanello, EGS, vol I (Gli anni difficili- 1900-1950), Vol. II (Gli anni della ripresa- 1951-2000), 2002.

–         Maglie città (1890-2003), in “Note di Storia e Cultura salentina” (a cura di F, Cezzi), Lecce, Argo Ed, Anno XIV , 2002, pp. 63-71.

  –   Oceano, in “Note di Storia e Cultura salentina”, (a cura di F. Cezzi), Anno XIV (2002), Lecce, Argo Ed., 2002, pp. 279-283.

–         Doping e sport, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”,  The International Association of Lions Clubs, Anno VII, n.2/36 (lugl.-ago 2002), Modugno, 2002, p.44.

–         Le memorie del club di Maglie raccolte da Ermanno Inguscio,  in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno VII, n. 1/35 (lugl.-ago 2002), Modugno, 2002, p.44.

–         Immigrazione: una sfida culturale, in “L’Ora del Salento “, Lecce,

Anno XII, n. 9, 2002, p. 10.

–         Diritti Umani: una conferenza organizzata dai Lions, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XII, n. 14, 2002, p. 10.

–         Poggiardo. I Lions a convegno, in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno XII, n. 34, 2002, p. 10.

–         Passaggio di consegne tra i parroci della Diocesi

–         Il messaggio del vescovo;

–         Il grazie della comunità;

–         Don Zocco all’Immacolata;

–         Don Michele, figlio e prete;

–         Don Indino Nuovo parroco;

–         Don Giorgio, novello sacerdote.

 in “L’Ora del Salento”, Lecce,  Anno XII, n. 34, 2002, p. 5.

–         Maglie. Pubblicata la “Guida verde “ della città, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XII, n. 36, 2002, p. 10.

–         Stato Città Vaticano. La riforma conciliare dell’”Ordo Missae”, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XII, n. 39, 2002,p. 10.

–         La città festeggia “Santu Martineddhu”, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XII, n. 40, 2002, p. 10.

–         Pizzica musica della rinascita, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XII, n. 43, 2002, p. 10.

–         Remondino : un’informazione stritolata, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XII, n. 44, 2002,p. 10.

–         Lions Club, programmazione concreta e coinvolgente, in “Città Viva Maglie” (Mensile di vita locale), Anno I , ottobre 2002, p. 6.

–         La Comunità parrocchiale al nuovo parroco, in “Maranathà”, Torrepaduli, Anno X , n. 6, 2002, pp. 13-15 .

 

2003

(Monografia)  –    Carmelo Arnisi, un maestro-poeta dell’Ottocento (con A. De Bernart e Luigi Scorrano), Galatina, Congedo, 2003.

 –   Stato e Società nel pensiero di Aldo Moro, in “Note di Storia e Cultura salentina”, (a cura di F. Cezzi), Lecce, Argo, Anno XV , 2003, pp. 63-75. 

–         Puglia e Mezzogiorno nel lionismo del Presidente Raffaele Fitto, nuovo socio onorario, in “Distretto 108 AB-Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Club, Anno VIII, n. 4/38 (genn.-febbr. 2003), Modugno 2003,  p. 25.

–         Due civiltà a confronto: Messapica ed Etrusca, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno VIII, n. 5/39 (mar.-apr. 2003), Modugno, 2003,  p. 19.

–         S. Giuseppe e la tradizione delle tavole e del falò, in “Festa della focareddha di San Giuseppe”- Ass. Rione Grotta, Ruffano, 2003.

–         La Grotta : cenni storici, in “Festa della focareddha di San Giuseppe”, Ass. Rione Grotta, Ruffano, 2003.

–         Indirizzo di saluto, Visita Pastorale del vescovo De Grisantis, in “Maranathà”, Anno XI, n. 3, Torrepaduli, 2003.

–         Un calendario nel nome di San Rocco, in “L’Ora del Salento”, Anno XII, n. 2, Lecce, 2003, p.10.

–         Il vescovo visita le comunità, in “L’Ora del Salento”, Anno XII, n. 5, 2003, p. 10.

–         Premiato Padre Frisullo, in “L’Ora del Salento”, Anno XII, n. 5, 2003,p. 10.

–         Cattolici su la testa!, in “L’Ora del Salento”, Anno XII n. 8, 2003, pp.6-7.

–         Arnisi senza più veli, in “Piazza del Popolo”,  Numero Unico Amm.ne Com.le, Ruffano, 2003,  p. 11.

–         Santuario S. Maria della Serra e Cappelle Madonna della Sanità, in “Pizzica, che festa! San Rocco2003”, Comitato Festa, Torrepaduli, 2003, p. 13.

–         Cappella della Vergine dei Dolori, in “Pizzica, che festa! San Rocco2003”, Comitato Festa, Torrepaduli, 2003, p. 39.

–         Relazione su volume di Lucio Causo, in”Paese”, Numero Amministrazione Comunale di Tuglie, 11.01.2003, p. 16.

–         Testimonianze, in “Etica, Scienza e Fede nel dominio della complessità”, (a cura di Alba Iacomella),  Congedo, 2003,  pp. 100-101.

–         Il portale ha compiuto quattro secoli, in “Piazza del Popolo”, Numero Unico Amministrazione Comunale,  Ruffano, 2003,  p. 7.

–         Un poeta da incontrare, in “Piazza del Popolo”, Numero Unico Amministrazione Comunale, Ruffano, 2003, p. 9.

 

2004

–        Nicola G. De Donno nella cultura, nel lionismo,  nell’arte, in “Note di Storia e Cultura Salentina,”, Lecce, Argo, Anno XVI , 2004, pp. 29-45.

–        Lucio Causo, La Congregazione di carità di Tuglie (1891-1937). Lasciti, Donazioni. Eredità e legati,  in “ Risorgimento e Mezzogiorno. Rassegna di studi storici”, Istituto perla Storia del Risorgimento- Comitato di Bari- Anno XV, nn. 1-2, 2004, p. 328-29, Levante Ed., Bari , 2004.

–        Cronista di un incontro culturale, in “Piazza del Popolo”, Anno I, n. 4 (dic. 2004-genn 2005), p. 4.

–        “Premio alla carriera 2004” dei Lions di Puglia, in “Piazza del Popolo”, Anno I, n. 4 (dic. 2004-genn. 2005), p. 4.

–        Aldo Moro, l’eredità di un uomo scomodo, in “L’Ora del Salento “, Lecce, Anno XIV, n. 13, 2004,p. 5.

–        Alla scoperta delle coste salentine, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XIV, n. 27, 2004,p. 13.

–        Il Messale romano tra progresso e tradizione, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XIV, n. 35, 2004,p. 4.

–        La beneficenza legale, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XIV, n. 38, 2004,p. 12.

–        La Messa degli artisti nella Eglise de Saint Roch a Parigi, in “La Voce di San Rocco”, Torrepaduli, Anno LVI, N. 2, ago 2004, pp. 7-9.

–        Passaggio di Testimone nel lionismo pugliese. L’impegno di Marcello Viola, in “Distretto 108 AB- Rivista distrettuale”, Lecce, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 2 (ottobre 2004), pp. 6-8.

–        Il fascino dell’apparenza. Centocinquant’anni di moda nella raccolta di Pino Cordella, in “Distretto 108 AB-Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 3 (ottobre 2004), p. 47.

–        Quando partivamo noi. Storie di emigrazione, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 4(ottobre 2004), p. 47.

–        Il cinema e la Puglia, Incontri di autunno, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 4 (ottobre 2004),  p. 48.

–        Ricerca e sogno. Terra d’Otranto dal Cinquecento al Settecento, (di F. Cezzi, recensione) in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 5 (nov-dic. 2004), p. 47.

–        I Dialetti del Capo di Leuca, (di Gino Meuli, recensione), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lios Clubs, Lecce, Anno X, n. 5 (nov-dic. 2004), pp. 47-48.

 

2005

–         Antonio Carafa. Un salentino del Seicento europeo, in “Note di Storia e Cultura salentina”, ( a cura di F, Cezzi), Lecce, Argo, Anno XVII , 2005, pp. 39-53.

  –   Il Cinema e la Puglia, in “Note di Storia e Cultura salentina”, ( a cura di F, Cezzi), Lecce, Argo, Anno XVII , 2005, pp. 147-249.

–         La corte salentina nel centro storico di Matino, in “L’Ora del Salento”,  Anno XV, n. 21, Lecce, 2005, p. 13.

–         I Lions pugliesi dal Papa, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X n. 3,(gennaio-febbraio 2005), pp.4-7.

–          (Ites, pseud.) I Lions e il mondo dei giovani, in ” Mondomedia” (rubrica del direttore),  in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 3, (gennaio-febbraio 2005),p.45.

–         Libri (1995-2004 Dieci Anni di cultura, Fondazione Città del Libro),

in “Mondomedia” (rubrica del direttore), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 3, (gennaio-febbraio 2005),p.46.

–          – Nuvole , di Gian Maria De Marini, in “Mondomedia” (rubrica del direttore), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 3, (gennaio-febbraio 2005),p.46.

–          – Filatelia, Insieme per la pace del mondo, in “Mondomedia” (rubrica del direttore), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 3, (gennaio-febbraio 2005),p.47.

 

– E’ Cinquantesimo!, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 4 (marzo- aprile 2005), p. 2.

 –  (Ites, pseud.)  I Lions a San Giovanni Rotondo, in “Distretto 108 AB, Rivista Distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 4, (marzo-aprile 2005), pp. 6-7.

 –  (Ites, pseud.) A Matera tra 108 AB e 108 YA Rinnovo di un gemellaggio, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 4, (marzo-aprile 2005),  p 8.

 –  (Ites, pseud), L.C. Martina Franca: sulle strade del Web: un’iniziativa da imitare, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 4, (marzo-aprile 2005), p. 45.

 –  Libri: Volare in alto; Lettere ai Giornali e appunti di viaggio di Rocco Boccadamo, in “Mondomedia” (rubrica del direttore),, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 4, (marzo-aprile 2005), p. 45.

 – Filatelia, Lions Club Filatelico MD 108 AB Italy, in “Mondomedia” (rubrica del direttore) , in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno X, n. 4, (marzo-aprile 2005), p. 45.

 -A Castellaneta richiamati i principi per la continuità nell’impegno, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, Anno V, n. 5, (maggio-giugno 2005), pp. 4-7.

–         “A Giuffré “Premio alla carriera” dei Lions, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 5 (maggio-giugno2005), pp. 14-15.

–         In Ricordo di Ezio Cataldi, in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Anno V, n. 5, (maggio-giugno 2005),p. 46.

– Libri: Lionsphil, in “Mondomedia” (rubrica del direttore), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 4 (maggio-giugno2005),  p.47.

  –    La Corte salentina nel centro storico di Matino in “Mondomedia” (rubrica del direttore), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 4 (maggio-giugno2005),  p. 47.    

– Via Crucis,Vincenzo De Filippis,  in “Mondomedia” (rubrica del direttore), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 4 (maggio-giugno2005), p.47.

– Note di Storia e Cultura salentina, Anno XVI, Lecce,2004, in “Mondomedia” (rubrica del direttore), in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n. 4 (maggio-giugno2005), p.48.

–         Insieme per la pace nel mondo, in “The Lion, Rivista mensile dei Lions italiani”, Anno XLVII, giugno 2005, p. 52.

–         Ites (pseud.) Intermeeting Bioetica, Maglie Gallipoli, Casarano,  in “Distretto 108 AB, Rivista distrettuale”, The International Association of Lions Clubs, Lecce, Anno X, n . 6 (luglio-agosto 2005), p. 41.

–         Tra culle e fiori d’arancio, in “La Voce di San Rocco”, Anno LVIII, n. 1, pp. 14-16.

–         Percorsi del CPP ovvero note in punta …di tastiera, in “Maranathà”, anno   Torrepaduli, Anno XIII , n. ? 2005, p ?.

–         Note sul Volume “I dialetti del Capo di Leuca”,  in “Annu novu Salve vecchiu”, n.15, dic.2005, Salve,  2005,  pp.207-210.

 

2006

 (Monografia)

–         Ville del Salento. Del dolce vivere all’aria aperta, Cavallino, Capone Ed. 2006.

–  L’abolizione della feudalità a Castellaneta nel periodo francese, in “Note di Storia e Cultura salentina”, (a cura di Dario M. Vincenti) Lecce, Argo, Anno XVIII , 2006, pp. 95-125.

 – Ottobre a Madrid. Note a margine di una capitale europea,  in “Note di Storia e Cultura salentina”, (a cura di Dario M. Vincenti) Lecce, Argo, Anno XVIII , 2006, pp.324-329

  – La questione demaniale a Castellaneta nel periodo francese, in “L’Idomeneo. L’Eversione della feudalità in Terra d’Otranto”, (a cura di Mario Spedicato), Galatina, Panico Ed., Anno VIII , 2006, pp. 291.317.

–         Prefazione, in “Il Tricolore italiano nel bicentenario della sua adozione” di Vincenzo Erriquez,  Lupo Ed., Copertino, 2006.

–         Prefazione, in “Ad una Lei”, di Rocco Boccadamo,  San Cesario di Lecce, Valerio Grafiche, 2006.

–         A Lecce i Lions del Mediterraneo, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XVI, 2006, p. 11.

–         Combattentismo e aneddotica di guerra, in “Presenza  Taurisanese”, Anno XXIV, n. 5 maggio 2006, p. 10 .

–        Casarano e Madrid ora più vicine, in “Distretto 108 AB, Rivista Distrettuale”, The Internatinal Association of Lions Clubs, n.2/59  (ottobre 2006), p. 20.

 

2007

monografia

–    La pizzica scherma di Torrepaduli. San Rocco, la festa, il mito, il santuario,

Copertino, Lupo Ed., 2007.

 –   Prefazione, in “Luminosa stella”, di Rocco Boccadamo,  San Cesario di Lecce, Valerio Grafiche, 2007.

 –    Prefazione, in “Storie Sottovento”, di Lucio Causo, Teg, Tuglie, 2007.

–         La questione demaniale nell’area di Castellaneta tra Otto e Novecento, in “Corriere del Giorno”, Taranto, 15 febbraio 2007, p. 6.

–         Ville del Salento. Del dolce vivere all’aria aperta, in “Presenza Taurisanese”, Anno XXV, n. 200, febbr.-mar 2007, p. 12.

–         La pizzica scherma di Torrepaduli, in “San Rocco2007” (dépliant Comitato Festa Anno 2007).

–         Una salentina doc al Premio “Barile-Verri”, in “L’Ora del Salento”, Lecce, Anno XVII, 2007, p.12.

 

2008

  Alla Lega Navale, “Veleggiata Lions Cup Open 2008”, in  “L’Ora del Salento”, Lecce, , Anno XVIII, 2008, p. 12.

  –  Dell’uso del coltello a Torrepaduli e a Ruffano in un documento di fine Ottocento, in “ www.fondazionenottedisanrocco.it (testo dell’intervento in seno al Convegno – Palazzo Pasanisi, Torrepaduli, agosto 2008).

–         Prefazione, in Io sono chi”,  di Rocco Boccadamo,  San Cesario di Lecce, Valerio Grafiche,  2008.

–         Prefazione, in “Il barbiere di Natale”, di Rocco Boccadamo,  San Cesario di Lecce, Valerio Grafiche,  2008.

–         Prefazione, in “Il geco e la coccinella”, di Rocco Boccadamo,  San Cesario di Lecce, Valerio Grafiche,  2008.

–         Salento terra d’incontro, in “I Luoghi dell’Incontro”, San Ferdinando di Puglia, Tip. Miulli, 2008, pp. 71-74.

 –         Masseria Appidé, in “I Luoghi dell’Incontro”, San Ferdinando di Puglia, Tip. Miulli, 2008, p.157-158.

–         I Comitati Civici di Luigi Gedda, in “Note di Storia e Cultura salentina”,  Lecce, Argo, Anno XIX,  2007-2008, pp. 101 170.

                                                  

 2009

 –         La tradizione delle taule e della Focareddha te San Ciseppe a Ruffano, Pro Loco Ruffano, Tip. Inguscio e De Vitis, Ruffano 2009.

 –         Andrano e Castiglione. L’Istituzione comunale dal Regno d’Italia all’avvento del Fascismo, in “Andrano e Castiglione d’Otranto nella storia del Sud Salento”, vol. I (a cura di F. Cerfeda), Lecce, Argo, 2009, pp- 271-371;

–         Sindaco, una finestra sul mondo, in “Andrano e Castiglione d’Otranto nella storia del Sud Salento” (a cura di F. Cerfeda), Lecce, Argo, 2009, pp. 349-371;

–         Dell’uso del coltello (a Torrepaduli e a Ruffano) in un documento di fine Ottocento, in www. Fondazionenottedisanrocco.it (Testo del contributo in seno al I Convegno nazionale della Fondazione), Torrepaduli, Palazzo Pasanisi, agosto 2008;

–         Gemellaggio a tre, in “Distretto 108AB. Rivista dei Lions di Puglia, a cura de The International Association of Lions Clubs, Bari, maggio-giugno 2009 (n.6/2008-09), p. 54;

–         50° del Lions Club di Maglie. Premiato il regista Edoardo Winspeare, in “Presenza Taurisanese”, luglio-agosto 2009, (a. XXVII, nn. 7-8), p. 11;

–         Un club con una patina di antico, in “The Lion. Rivista mensile dei Lions italiani”,  a cura de The International Association of Lions Clubs, Brescia,  settembre 2009 (Anno LI, n. 7), p. 91;

–         Tanti auguri al neo ingegnere Federica Inguscio, in “L’Ora del Salento”, Lecce, 3 ottobre 2009 (Anno XIX, n. 32), p. 13;

–         Prefazione al volune di Rocco Boccadamo “Il cavamonti sognatore,. Lettere ai giornali e appunti di viaggi”, San Cesario, Valerio Grafiche, 2009;

2010

-Incontro con Giuseppe Beltramo, prete, alpinista e scrittore, in “Terra di Leuca”, Bimestrale d’informazione, storia, cultura e politica, Tricase, Iride Edizioni, giugno 2010 (A. VII, n. 37), p.  7 ;

-Giuseppe Beltramo, prete, alpinista e scrittore, in “Presenza Taurisanese”, Taurisano, ago 2010 (A. XXVII, nn. 7-8), p. 5;

–         Prefazione al volume di Gino Meuli “Alla ricerca del tempo perduto. Cronache salvesi dall’Unità d’Italia”, Lecce, Ed. Del Grifo, 2010.

–         Vanini nel pensiero di Pietro Marti, in “Note di Storia e Cultura salentina”, Lecce, Argo Ed., 2010 (A. XX-2009), pp. 137-148; 

–         Testimonianze, in “Humanitas et Civitas. Studi in memoria di Luigi Crudo,” a cura di F. De Paola-Caramuscio, Lecce, Edipan, 2010, pp. 29-31;

–         Pietro Marti direttore di giornali, in “Terra di Leuca. Rivista bimensile d’informazione, storia, cultura e politica”, Tricase, Iride Edizioni, nov. 2010 (a. VII-n. 39), p. 6;

–         Prefazione al volume di Rocco Boccadamo “Righe fuori schema. Lettere ai giornali e appunti di viaggi”, Lecce, Arti Grafiche Marino, 2010.

Un commento a Ermanno Inguscio e il mestiere dello storico (profilo bio-bibliografico)

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!