Libri/ Taurisano negli ultimi anni del Fascismo e nei primi della Repubblica

di Paolo Vincenti

Qualche tempo fa, l’Associazione culturale “Odigitria” ha pubblicato Il contesto sociale-politico a Taurisano negli ultimi anni del Fascismo e nei primi della Repubblica, di Salvatore Antonio Rocca, con Prefazione di Maurizio Nocera e Presentazione di Antonio Ciurlia.

Questo libro, patrocinato dall’Amministrazione comunale  e dall’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Lecce, fa luce su un periodo buio e tempestoso per Taurisano e per tutta l’Italia, vale a dire il settennio 1944-1951, l’età a cavallo fra la fine della dittatura fascista e l’inizio dell’età repubblicana.

Il libro si apre con la massima latina Omnia tempus habent, omnia tempus habet e viene riportato il testo della bellissima canzone “La storia”,di Francesco De Gregori. L’autore prende in considerazione un periodo storico particolarmente travagliato e denso di fenomeni sociali che sono tutti da analizzare. Una grave crisi economica, la povertà dilagante, la risoluzione della annosa “questione meridionale”che, per certi aspetti, perdura ancor oggi, la difficile opera di ricostruzione, sono i problemi che si trovavano sul tappeto all’indomani della fine del cruento secondo conflitto bellico.

Le fonti da cui attinge l’autore sono l’Archivio Centrale di Stato, l’Archivio provinciale e quello comunale. Ma la documentazione più importante sulla quale  questa ricostruzione storica si basa sono: un manoscritto della concittadina Ada Di Seclì, ritrovato da Rocca, e la memoria storica del sindacalista Fernando Caroli, interrogato dall’autore.

In questo agile libello, che reca, in Appendice, un testo di Rossella Barletta, tratto da “Tabacco, tabaccari e tabacchine nel Salento. Vicende storiche, economiche e sociali”, Rocca ha avuto  il coraggio di affrontare questo periodo storico con una analisi lucida e determinata, pur sapendo di correre numerosi rischi quando si scava in un contesto socio-politico la cui eco non è ancora del tutto sopita. Molto interessante è anche il corredo fotografico del libro,  a cura di Roberto Rocca,  con numerose foto in bianco e nero in cui si riconoscono diversi personaggi della Taurisano del passato.

Proprio questi protagonisti del tempo che fu, con la loro lotta quotidiana per la sopravvivenza, gli stenti e i sacrifici e con la loro speranza di un domani migliore, contribuirono all’emancipazione e allo sviluppo di  questa cittadina centrosalentina che è Taurisano la quale, oggi, può andare fiera della propria storia, mostrando le proprie ferite ma anche le proprie conquiste, e volgendosi con fiducia ed ottimismo ad un domani di sempre maggiore sviluppo e benessere.

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!