Voci di strada

di Gianni Ferraris

“Voci di strada” è il quadrimestrale della rivista della comunità Emmanuel. Parla di storia, teologia immigrazione. Il numero appena uscito contiene quattro ponderosi saggi su tematiche relative a popoli, popolazioni e senso della storia.

Padre Domenico Marafioti, nel saggio: L’uomo alla ricerca del senso tra storia e teologia, si interroga sulla storia delle persone e dei popoli. Mentre la prima è più definita, per la seconda la complessità aumenta, “è difficile stabilire quando è nato un popolo e si indica a volte in modo approssimativo la sua fine…”. Ancora più arduo se si parla di storia dell’umanità.  Per questo viaggio, l’autore passa attraverso l’approfondimento di filosofi moderni ed antichi,  ponendosi gli interrogativi e asserendo che, tutto sommato, la storia si snoda attorno alla figura di Cristo. Prima di lui per incontrarlo, dopo di lui per un altro incontro più “elevato” nell’eternità. Un excursus della storia tramandata, quella degli storici, fino alle domande sul senso dell’esistenza e sulla proposta cristiana. Esistenza intesa come “pellegrinaggio verso l’incontro con Cristo”.

La dott. Mariafrancesca D’Agostino in “ Oltre il mito: l’identità diasporica dei tibetani in India” analizza, attraverso testimonianze dirette, la diaspora tibetana. Il presupposto di partenza è il sostanziale “fallimento delle politiche di assimilazione attuate dagl istati-nazione durante il periodo dello sviluppo fordista, e la concomitante accelerazione delle tendenze alal globalizzazione, siano fenomeni che incidono in modo significativo sul sistema delle identità…”  portando i migranti alla ricerca del miglioramento della loro vita, a costo di   mettere in crisi, nel caso dei tibetani rifugiati in India, gli stessi tratti identificativi del popolo tibetano ed  animando   divisioni che “dissolvono le gererchie tradizionali”.

Del “Viaggio nel mondo femminile somalo” parla il Dott. Giuseppe Spedicato. Attraverso la raccolta diretta di testimonianze nella comunità somala leccese, mostra le difficolà incontrate in Italia, e la dura vita a Mogadiscio nei primi anni 90. Storia che si intrecciava inesorabilmente con la vendita di armi italiane alla Somalia e di relazioni poco chiare a livello istituzionale. Ancora viva la vicenda di Ilaria Alpi e del suo cameraman Krovatin. Puglia e Somalia si intrecciano nelel storie di migranti e di accoglienza.

“La comunità bulgara a Monteroni di Lecce” è il saggio della dott.ssa Letizia Manca. Un’altra ricerca con testimonianze dirette su una comunità, forse fra le più importanti, di 1.300 bulgari domiciliati a Monteroni. Storia, cultura, rapporti fra diverse etnie, radici culturali che si incontrano, integrazione fra le persone. Tutti spunti ottimi per non smettere di  ragionare su immigrazione, accoglienza, rapporti fra persone, tolleranza.

Un buon volume, piuttosto che una rivista, che si può trovare per abbonamento annuale.

Info: Associazione Comunità Emmanuel ONLUS – Via S.da p.le Lecce-Novoli, 25 – 73100 Lecce . Tel-fax  –  0832358555.

Un commento a Voci di strada

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!