Kurumuny/ Prezzario della rinomata casa del piacere

Venerdì 17 dicembre h. 18.30

Salento Showroom – via Regina Isabella 22, Lecce
(angolo chiesa di Sant’Irene)

 

Prezzario
della rinomata casa del piacere

 
Ci sono donne di messa cantata,
quelle che fanno i primi venerdì del mese
e ci sono anche quelle sfacciate
che pregano santo Antonio per il fuoco.

Ci sono donne baldracche e belle
che vendono il culetto a peso d’oro
ci sono quelle che per amor lo danno
però il destino le condanna a morte.

Ci sono donne senza spina dorsale
e quelle con le palle quadrate sotto
le prime sono i fazzoletti dei piagnoni
quando le seconde gli scavano la fossa.
Assunta Finiguerra

Intervengono:
Antonio Errico – scrittore e giornalista; Davide Barletti – regista; Stefano Donno e Anna Chiriatti – curatori del volume.

***
F. to 13×15.5
pp. 96; 40 ill. cl.; 11.00 €

Dall’introduzione
Ogni immagine appare come uno scatto di moderne versioni della meravigliosa e carnale Afrodite di Milo perché queste donne sono belle nel senso classico: immagini di donne di un’eleganza apollinea appunto, sebbene il mondo di cui fanno parte poi sia quello del dionisiaco. I loro corpi sono un sensuale trionfo della carne: belli, torniti, lisci, morbidi, immagini di una femminilità dirompente, di una voluttà disarmante e allo stesso tempo c’è nello sguardo un non so che di tenerezza che le rende assolutamente reali e alla portata di tutti.
In un prodotto editoriale come questo però c’è molto di più: il rapporto tra pelle e scrittura rimane fondamentale, soprattutto perché viene a configurarsi come una struttura completa di narrazioni tessute di parole di illustri rappresentanti della letteratura contemporanea mondiale selezionate per il loro alto potenziale erotico, e di foto che testimoniano una forte fascinazione per la gestione del corpo nella relazione di sé con l’altro in un ambito piuttosto delicato come quello dell’esporsi pubblicamente, o meglio del darsi in pasto. E anche se chiaramente si possono intravedere già i prodromi del sistema ipermediatico e pervasivo della pubblicità odierna ad alta definizione, si può con una certa tranquillità affermare che fondamentalmente possiamo godere attraverso queste pagine di un pasto pantagruelico di pelle, sudore e desiderio che sazia in maniera inverosimile qualsivoglia appetito. Se qualcuno malauguratamente stesse cercando un catalogo di amplessi, interazioni sessuali di pura plastica e di respiro meccanico come solo l’hardcore può dare, non solo si sbaglia di grosso, ma sicuramente non può godere dell’eleganza di tutto il materiale che viene proposto. Già perché in ogni pagina comunque si parla di estratti di normalità; ovvero di porzioni plausibili di visioni appartenenti al gioco dell’Eros fatto di puro disordine e pura pulsione. La grazia di alcune inquadrature proposte in questa sede è la stessa, amara e forte, che scappa in ritratti nati per rivendicare il diritto alla dimensione intimistica. Ed è appunto su questo livello, in mezzo a questo terreno fremente che il libro si muove rivelando come alla fine è il percorso più intimo quello che riesce meglio a dimostrare le cose più belle, che riesce a portare alla luce della notte e al buio dell’illuminazione il fiato d’una parola dermicamente indispensabile al nostro essere.

***Per info:
Kurumuny info@kurumuny.it
www.kurumuny.it
Tel e Fax 0832801528Facebook: Kurumuny Edizioni

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!