Musei di Terra d’Otranto. Il Museo Archeologico della Civiltà Messapica

 

Musei di Terra d’Otranto

Il Museo Archeologico della Civiltà Messapica

Vaste di Poggiardo

 

di Alessandro Potenza

Tra le tracce lasciate dalle antiche genti vissute in Terra d’Otranto, numerose sono quelle dei Messapi, che ne testimoniano la presenza e la storia.

Gli scavi effettuati nella città di Vaste, frazione di Poggiardo, anticamente denominata Basta, hanno portato alla luce reperti interessanti sia per quantità che per qualità, che testimoniano l’epopea di questo antico popolo il cui nome, attribuitogli dai greci che colonizzarono la penisola salentina a partire dal IV secolo a.C., significa “popolo tra i due mari”.

Diversi esemplari di questi reperti sono conservati nel Museo Archeologico della Civiltà Messapica allestito nelle stanze del cinquecentesco palazzo baronale di Vaste.

Il museo offre un interessante percorso con scansione temporale che va dal VI sec. a.C. al IV sec. d.C. e permette al visitatore di collocarsi virtualmente nella quotidianità dell’antico popolo dei Messapi.

Lungo il percorso espositivo, tra un susseguirsi di testimonianze, si potranno osservare i ricchi corredi delle tombe a sarcofago, i bellissimi crateri, i bacili, gli strigili così come le trozzelle a decorazione floreale o geometrica rinvenute nelle sepolture femminili.

Di particolare pregio e importanza sono il “tesoretto”, costituito da centocinquanta stateri d’argento fior di conio, e le diciassette “tesserae lisoriae” in avorio, rara testimonianza di strumento ludico dell’età romana. Inoltre, grazie a un’accurata ricostruzione virtuale proiettata su grande schermo, il visitatore realizza una vera e propria immersione a ritroso nel tempo.

L’accurata selezione e conservazione dei reperti, l’efficace tema espositivo e gli strumenti multimediali fanno del Museo Archeologico della Civiltà Messapica un autentico gioiello dell’archeologia pugliese. Nel visitarne le sale ed entrando in contatto visivo con i bellissimi reperti che raccontano piccole situazioni quotidiane ma anche eventi eccezionali, il visitatore è portato ad avvertire nell’intimo sensazioni arcaiche che gli fanno riscoprire, attraverso la storia di un territorio da sempre luogo privilegiato di transito per i popoli del Mediterraneo, un forte senso di appartenenza in cui ritrovare le proprie radici e la propria storia.

 

MUSEO ARCHEOLOGICO della CIVILTA’ MESSAPICA

“DALLE TERRE DI VASTE: storie di Messapi, Romani, Bizantini”

SEDE: Palazzo Baronale

Piazza Dante

73037 Vaste di Poggiardo

Tel.: 0836/904350    328/8171238   numero verde: 800551155

e-mail: parcodeiguerrieri@alice.it    arthas.rino@libero.it 

 

Info:

apertura dal martedì alla domenica

09:00-12:00    16:00-19:00    (invernale)

09:00-12:00    17:00-20:00    (estivo dal 15giugno al 15 settembre)

Da visitare inoltre:

–         PARCO DEI GUERRIERI

–         CHIESA RUPESTRE DEI SANTI STEFANI

–         BASILICA (resti) E NECROPOLI PALEOCRISTIANA (V-VI sec. d.C.)

–         RICOSTRUZIONE CAPANNA IAPIGIA (VIII sec. a.C.)

–         MUSEO DEGLI AFFRESCHI DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI (Poggiardo)

pubblicato su Spicilegia Sallentina n° 7

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!