Quattro triglie per una coppia

di Rocco Boccadamo

Si era ai tempi del mitico attacco dell’Inter formato da tali Jair, Mazzola, Peirò, Suarez e Corso, delle prime Cinquecento cui si faceva un discreto rifornimento mediante 500 (lire) di super e 500 di normale, di un poco più che ventenne impiegato sportellista appena coniugatosi, stipendio mensile intorno alle 80.000 (lire), assorbito per il 35% dall’affitto di casa.

Nella città vecchia di Taranto, s’affacciava, presso Piazza Fontana, la pescheria “Bellavista” (non è dato sapere se esiste ancora) e, saltuariamente, il giovane bancario, alla fine dell’orario di lavoro nella vicina Agenzia all’imbocco del Ponte di pietra, era solito transitarvi per procurarsi una manciata di specialità ittiche fresche.

Le scelte vertevano prevalentemente sulle triglie, esemplari di formato medio – piccolo sui 75/100 grammi di peso, che, all’immaginario dell’avventore, rendevano quasi la sensazione di voler sorridere con quelle minuscole pupille traslucide, antenne e sensori di salsedine profumata.

Quattro, in genere, i “pezzi” individuati e acquistati, il corrispettivo pagato pari a 400 (lire), ossia 100 per ciascuno.

E, ogni volta, in casa, si poteva imbandire una cenetta per due, una pietanza succulenta, gustosa, da festa.

Si provi, il giorno d’oggi, un attimo appena, a dare un’occhiata, in pescheria, alla varietà “triglie” di analoga pezzatura: sul cartellino del prezzo, si leggerà da 15 a 25 (euro) il chilogrammo, cioè a dire da 22 a 37 volte tanto.

E’ vero, è trascorso tanto tempo, per fortuna le triglie sono ancora adesso squisite come allora!

Un commento a Quattro triglie per una coppia

  1. quelle che sopravvivono all’inquinamento e lo Ionio è (per ora) uno dei meno inquinati. Gustatevi ora le vostre triglie….!

Lascia un commento

La Fondazione Terra d'Otranto, senza fini di lucro, si è costituita il 4 aprile 2011, ottenendo il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia - con relativa iscrizione al Registro delle Persone Giuridiche, al n° 330 - in data 15 marzo 2012 ai sensi dell'art. 4 del DPR 10 febbraio 2000, n° 361.

C.F. 91024610759
Conto corrente postale 1003008339
IBAN: IT30G0760116000001003008339

Webdesigner: Andrea Greco

www.fondazioneterradotranto.it è un sito web con aggiornamenti periodici, non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari. Qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci: fondazionetdo@gmail.com

error: Contenuto protetto!